MENU:

Marok.org > Farinei dla brigna | Elio e le Storie Tese | Cumpa | Inutility | Links | Faq | Ghestbuk

Cumpa > Archivio | Blog | Chi siamo | Disegni | Foto | Perle | Storie | Voci

LOADING...
Sei in: Home > Cumpa > Storie > Sistemi1


2/4/1996 - Sistemi1
Martedì 27 settembre 1994: IL RISVEGLIO
Quel giorno iniziava il secondo anno di informatica!
Yeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!
Quindi mi alzai, come sempre, all'alba: mezzogiorno.

"STUDIA quest'anno, STUDIA! - disse la Voce della mia Coscienza, che era tornata apposta da lavoro nella speranza di convincermi a mangiare qualcosa - Non fare come l'anno scorso! Guarda che poi i nodi vengono al pettine! Guarda che, se continui così, parti per il militare! Non puoi andare avanti a infischiartene e a fare niente per tutta la vita, ascolta la Voce della tua Coscienza! Sai che cosa dice padre Dante degli ignavi? Questo misero modo tegnon l'anime triste di coloro che visser sanza 'nfamia e sanza lodo..."

Sfrattai Nerina dallo zaino, sparai a palla la musica in cuffia e mi fiondai fuori.

La cassetta l'avevo pescata a caso, ma era perfetta: Ottavo Padiglione, quelli del video in cui la madre si dispera perché il figlio non fa un cazzo!
Adoro specchiarmi nella cultura.
SI PARTE!
E comunque, non è vero che avevo fatto un cazzo! Semplicemente, avevo fatto il MENO possibile: Algebra e TAMC, DUE esami su CINQUE, il MINIMO indispensabile per non partire per Naja!

Avevo fatto bene i conti: gli esami erano 18... quindi, facendone due all'anno, eravamo tutti a posto fino a 27 anni!
Poi comunque soka... ma andiamo, chi pensava di campare così a lungo?
Manco Kurt Cobain!
Modestamente, era un piano geniale.

Oltre a me, nello squadrone dei "due esami l'anno" c'erano gli irriducibili: Budo, Nichel, Joco e Mandingo. Al 2 di settembre, avevamo festeggiato facendoci segare in massa allo scritto di Analisi1... era stato un bel momento!

E adesso, per iniziare bene il secondo anno, avevo scelto Sistemi1: era l'unico esame di informatica (anziché di matematica!) ed era DI POMERIGGIO!
Yeeeeee!!!

Fuori c'era bel tempo... e, dal polso non segante, l'orologio con la calcolatrice mi suggerì che avrei avuto tutto il tempo di farmela a piedi, tagliando per il parco della Pellerina.
Sarebbe stata una bella idea!
Invece niente: volevo che il secondo anno ricominciasse identico al primo, quindi saltai sull'1 ed andai fino in piazza Bernini a prendere il 9, come avevo fatto quella volta... e tutto per il gusto di sentirmi ancora handicappato.
Torino '94: le vie del giovane Marok
RITORNO AL PDF
Al Parco dei Diversamente Figati, metà dei vecchi iscritti al primo anno si era ritirata... ma noi c'eravamo ancora tutti e c'era CASINO! Ovunque!
Spettacolo!!!

Riconobbi al volo il mio primo compagno di banco: lo Yeti, che era alto due metri perché era valdostano.
Nella desolazione della pianura, invece, spiccava un'enorme testa capellata, che equivaleva a un terzo di MandingoMandingo. Scendendo, c'erano il busto quadrato e privo di collo e poi le zampe, per un totale che non superava il metro e 65.
Piedi a papera compresi.

"MANDINGO!!! - urlai - SOOOOOOOOKA!!!".

L'Essere si voltò, puntò il dito ed urlò: "TI SEEEEEEGA!"

Ero ritornato a casa!

"Oggi ci siamo proprio tutti! - continuò Mandingo - Possibile che NESSUNO si sia RITIRAAATO?"
"Solo il tuo CAAAZZO!"
"Certo che sei proprio SCEEEEEEMO!"
"Come sta il computer? L'hai messa a posto la TSENG?"
"Eh, dai... quest'anno se riesco la cambio! Stanno uscendo un sacco di giochi... anzi, vieni da GM saluta il pubblco a casaGM, che ha la lista nuova!"


Poco più avanti, il placido sole di fine settembre illuminava "La Coppia", ovvero GM e l'inseparabile Mister Bean!

Studiavano sempre assieme e la loro distanza, quand'erano a scuola, non poteva mai superare il metro!
In realtà, avevano solo un esame in più di noi, ma quell'esame era Analisi1! Quindi, era tempo di importunarli... così imparavano a studiare.

"FANKULO!" urlai.
"FOTTITI! - rispose GM - Proprio te cercavo! Ho qua la lista!"
"Grande! Spero che siano giochi facili da modificare, così ci sbatto sopra le parolacce e i cazzi, come nelle piste di 4d Sports Driving e nei livelli di Wolf3d!"
"Ma è VEEEEEERO!"
commentò Mandingo.
"Che cosa?"
"Che sei SCEEEEEEEEEEEEEEEEEEEMO!!!"


Mentre inseguivo Mandingo con il lanciarazzi, Mr Bean timidamente chiese: "Ma come sono 'sti giochi?"
"Boh... cazzo ne so...
- rispose GM - A me non partono..."
"Perfetto!"


GM era così: raccoglieva MEGA di giochi a cui NON poteva giocare, perché aveva un computer vecchio di quattro anni: un 286 con 1 mega di ram!
Quindi, ogni tanto veniva a giocare da me sul 486: ci eravamo scambiati le parti, rispetto alle elementari!

"...o magari partono e vanno a scatti! - continuò GM - Ed è peggio ancora!"
"Ihihihihihiiiiii! -
rispose Mandingo - Mi dispiaaaaace! Pensa che il mio 486 va troppo veloooooce! E quindi per giocare devo rallentaaaarlo: lancio i giochi con MOSLO... ihihihihiiiiiiiiiiiii!"

GM tirò fuori il fucile al plasma, ma Mandingo si teleportò e sparì.
Peccato.

Continuai l'esplorazione dirigendomi verso la porta dell'aula, sorvegliata da una vedetta d'eccezione: MiOpìOMiOpìO.

"Oé! - dissi - Sei con noi?"
"Certo! C'è anche ZOOL! Siamo al secondo anno, mica c'è più differenza tra corso B e C, eh!"


Figata!!! Volevo seguire di fianco a MiOpìO che scriveva con il collo storto ed il naso attaccato al foglio, stile microscopio!
Volevo fare un cazzo di fianco a Zool che studiava TUTTO IL GIORNO!

Poi apparve l'antiZool: McLaud.
Capello lungo, aria svanita, perennemente scazzato, studiava pochissimo e passava il tempo a ripetere: "Non ci capisco niente, non sono portato, mi ritiro!"
E intanto passava esami impossibili, tipo Geometria, senza neanche seguire il corso: aveva letto i compiti vecchi, aveva capito le soluzioni e l'aveva dato.
Così, in due settimane... uscendo sempre la sera e vedendosi tutti i concerti alla Pellerina.
Esistono e sono tra noi.

Con la fusione, anche McLaud aveva ritrovato un vecchio amico: Grip.
Sembrava simpatico... e si somigliavano tantissimo, facevano molto anni '70!
Doveva essere una bella classe.

Terminati i convenevoli, entrai finalmente in aula e, nelle prime file, c'era il mio mito personale: il PazzoPAZZO!
Il Pazzo seguiva TUTTI i corsi, con la mitica valigetta sempre di fianco... e non aveva dato NEANCHE UN ESAME, perché tanto non partiva per Naja: alla visita di leva si era fatto riformare facendo finta di essere pazzo!
Da cui il nickname.
E adesso se ne SBATTEVA i coglioni e viveva felice... figata!

E poi apparve il mio compagno di cazzeggio numero 1: NICHEL!!!

"Handicappaaaat'!"
"Sooooka!!! E le lenti azzurre?"
"Fangul' a te e alle lenti azzurre! Guarda là! Hai visto chi c'è?"
"BUDO!!! Spettacolo!!! Dai, cazzo, sediamoci tutti come al primo giorno dell'anno scorso! Tu dietro di me, McLaud da una parte e lo Yeti dall'altra! Ci mancano solo il Filosofo e Monopoly..."
"Quei due non li trovate più! -
commentò Budo - Il Filosofo mi ha detto che non metterà altri esami di informatica nel piano di studi e resterà vita natural durante a Filosofia. E Monopoly SI È RITIRATO, perché non è stato IN GRADO di fare ALGEBRA: l'ha di nuovo SEGATO!"

Cazzo, mi sembrava ieri quando Monopoly ci prendeva per il culo perché non sapevamo studiare... mentre lui aveva fatto il "corso di memorizzazione"! E la felicità di MANDINGO, ovviamente, esplose.

"MONOPOLY SEGATO DI ALGEBRA!!!! DI TAAAMC!!!!! RITIRAAAAAAATO!!!!!!! Ihihihihihihihihihihihihihihihihiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!"

In fondo all'aula, c'era anche un'altra coppia spettacolare: I due che limonano I DUE CHE LIMONANO! Lei era l'unica presenza femminile della scuola ad aver superato indenne il primo anno (perché persino i bidelli erano maaaaski!) ed entrambi si erano fatti fare TAMC da Joco, come noi!
Solo che, mentre Joco sboccava codice, loro limonavano!
Oh, ognuno si eccita come può.

A completare il gruppo di TAMC, ribeccai anche il Frontman, l'uomo con la fronte sfregiata... che era un professionista dell'immagine: durante il laboratorio, si metteva di fianco a Joco, che sboccava codice, lo guardava e... annuiva!
Agli occhi del mondo esterno, sembrava la mente del gruppo... e questo era davvero commovente!

Per ultimo, come sempre, arrivò Joco... accolto dagli applausi della folla.
Volevamo prenderlo per il culo, ma non ci fu tempo: il prof entrò in aula ed il secondo anno ebbe ufficialmente inizio.
LA PRIMA LEZIONE DI SISTEMI 1
Il prof accese la lavagna luminosa, posò il primo lucido e si presentò.

"Buongiorno a tutti!"

Era un omino buffo e gentile: capelli corti e curati, occhialini e giacca con farfallino, pizzicava la erre e nessuno riuscì a capire il suo cognome!
Secondo GM, si chiamava SVÌSCOVICH... e nessuno volle contraddirlo.

"Iniziamo con le buone notizie! - disse Svìscovich - QUESTO È L'ULTIMO ANNO CHE SI FA SISTEMI!"

E scese il silenzio.

"Proprio così: da quest'anno, entrerà in vigore il Nuovo Ordinamento! Il corso di laurea si chiamerà 'Informatica', anziché 'Scienze dell'Informazione'; gli anni saranno cinque, anziché quattro. E gli esami, anziché 18, saranno... QUARANTAQUATTRO!"

GEEEELO.
Era riuscito benissimo... perché era uno scherzo, vero?

"Ahahah! La cosa non vi riguarda, naturalmente... a meno che non scegliate volontariamente di cambiare ordinamento! OPPURE... a meno che non riusciate a tenere il passo con gli esami, cioè dovrete dare Sistemi1 entro..."

GELO elevato GELO elevato GEEEEEELO.

"...maggio del '96!"

YEEEEEEEEEEEEEEEE!!!
Ma chi cazzo se ne poteva fottere di quello che Propedeuticità sarebbe successo a maggio del 1996? Ma vaffankulo! Tanta paura per niente!
Boh, meglio così.
Potevamo ricominciare a fare un cazzo.

"Comunque, vi ricordo le propedeuticità! Per registrare il voto, dovete aver dato due esami del primo anno: Algebra e TAMC!"

Erano gli UNICI DUE che avevamo tutti... che culo! Poi Svìscovich riassunse LE REGOLE DEL GIOCO.
  • C'era uno scritto, che si poteva dare in due modi:
    • Due "compitini" durante il corso (era il modo in cui chiamava gli esoneri).
      Il voto andava da 0 a 36 e si aveva la sufficienza con 15... a patto che la media dei due fosse 18.
    • Gli appelli "normali", uno al mese fino a settembre del '95... poi era obbligatorio passare al Nuovo Ordinamento, 44 esami, cazzi, mazzi e soka.
      Anche in questo caso, i voti andavano da 0 a 36... ma la sufficienza, per accedere all'orale, era 18.
      Il voto dello scritto valeva solo un anno... ma tanto bisognava dare l'orale entro maggio del '96, quindi cambiava un cazzo.
      "Vi consiglio i compitini! - disse Svìscovich - Però vi dovete iscrivere entro il 28 ottobre!"
  • C'era un laboratorio... ed era di gruppo, come TAMC!
  • Infine, c'era l'orale sul laboratorio... e purtroppo era individuale! Però il voto era ±3: con 36 di scritto, uno poteva andare là e rispondere vaffankulo e sul libretto aveva comunque 30 e lode!
    Non sarebbe stato il nostro caso.
"Tutto chiaro?"

Al termine della lezione, GM e Zool decisero che avrebbero fatto il gruppo di laboratorio insieme... quindi MEZZA CLASSE cercò di attaccarsi a loro!
Del nostro giro, ci riuscirono solo MiOpìO e MrBean... poi arrivò a saturazione.
Peccato.

E così, la scena si ripeté TALE E QUALE a TAMC.

"Ohu! - disse Joco - Facciamo il laboratorio assieme?"
"Boh, vabbe'... se proprio ci tieni... ok..."


Ero a posto per tutta la vita.
IL PREMIATO GRUPPO SISI21
Per iscriversi, bisognava salire al primo piano... e Budo ed il Frontman la scala era magica: partimmo in due ed arrivammo in OTTO!
Tutti ad inseguire Joco.

Ed in breve ricreammo il gruppo di TAMC:
  • Budo
  • i Due che Limonano (2x)
  • il Frontman
  • Joco
  • Mandingo
  • Marok
  • Nichel
Peccato solo per Monopoly ed il Filosofo, che non c'erano più... sicuramente avrebbero apprezzato.
Poi il modulo ci pose l'ultima domanda: "Inserire nome del capogruppo".

Tre... due... uno... MANDINGO!!!

Premuto ENTER, scappammo via ridendo come handicappati: "CAPOGRUPPO MANDINGO" era lo SPREGIO del secolo!!!
Sarebbe stato un bel laboratorio.

Ah, se doveste tornare al '94 e vi dovesse servire un account per l'aula 486...

username: sisi21 
password: TiSega!

Rimarrà valido fino al 1996.
Occhio alle maiuscole, naturalmente!
LA PRIMA LEZIONE DI ANALISI 2
Raggiunto il piano terra, incrociammo di nuovo GM.

"Andate già via? - disse - Non seguite Analisi2?"
"Minchia, ma vaffankulo! Dobbiamo ancora dare Analisi1..."
"Cazzo ve ne frega, è la prima lezione! Inizia tra cinque minuti! Dai... c'è anche il PAZZO!"
"Eh???"


Ci affacciammo alla finestra... c'era DAVVERO il PAZZO, in prima fila, con la sua valigetta nera.
Il PAZZO, che non aveva dato neanche ALGEBRA, seguiva ANALISI2!

Ci svaccammo attorno a lui nelle prime file, come gli studenti modello.
Poi il prof entrò e si presentò: sembrava un vecchio barotto piemontese di montagna. Faccia alla Raimondo Vianello, occhiali spessi alla Pertini (o alla MiOpìO!), gilé e pantaloni di velluto color anziano ed un accento che era un misto tra Carlino di Passerano Marmorito, Gianduia Vettorello di e la Magda di "Bianco, Rosso e Verdone"... e parlava metà italiano e metà dialetto. Così, a minchia!

"Per dé Analisi duj, venta avé fait trej esàm del prim ann: Algebra, Propedeuticità Analisi Ûn e Geometria!"

Gli unici a posto erano Zool e McLaud.
Perfetto.

Poi il Barotto iniziò con le formule... e l'ultimo dei problemi fu il dialetto: c'era veramente poca differenza tra la matematica e l'antica stregoneria.
In compenso era un virtuoso del gesso: scriveva moltissimo alla lavagna, con una splendida grafia! Curve e funzioni sembravano arabeschi, disegnava proprio bene... era affascinante, a suo modo. E GM sembrava anche capirlo!

Grazie al cielo, al termine della prima ora ci fu l'intervallo... quindi fankulammo GM e ce ne andammo tutti a casa, col Pazzo che cantava a squarciagola Elio e le Storie Tese, proprio come ai vecchi tempi!

La lezione era comunque stata utile, perché ci aveva insegnato una cosa importantissima: nessuno di noi avrebbe dato Analisi2 prima di Sistemi1.
Era l'unica certezza che avevamo nella vita.
Mercoledì 28 settembre 1994: COSÌ INIZIA L'AVVENTURA
L'indomani mi alzai come sempre all'alba, mezzogiorno, ed una spia rossa lampeggiava.
NO, CAZZO! Avevo comprato la Segreteria telefonicasegreteria telefonica da una settimana e finalmente c'era UN MESSAGGIO! Non ci potevo credere!!! Sarà pheega? Eh? Sarà pheega?

No, era una vecchia che cercava il dottore che le facesse le iniezioni!
Perfetto.

Poi la porta si aprì, lasciando spazio alla Voce della mia Coscienza: "Datti da fare! Datti da fare! Non puoi andare avanti così tutta la vita! Ascolta la Voce della tua Coscienza e ricordati che cosa dice Padre Dante degli IGNAVI! Ricordati!!! Mischiate sono a quel cattivo coro de li angeli che non furon ribelli né fur fedeli a Dio, ma per sé fuoro. Caccianli i ciel per non esser men belli, né lo profondo inferno li riceve, ch'alcuna gloria i rei avrebber d'elli..."

Misi in cuffia i Crash Test Dummies, perché il cantante aveva la stessa voce che avevo io a quell'ora del mattino. Quindi, sfrattai Nerina dallo zaino e mi fiondai fuori, pronto per il mio primo appuntamento della giornata: la pheega sul 2.

Grazie al cielo, esisteva ancora... anzi, era persino meglio dell'anno scorso!!!
Non sapevo se quelle creature le sfornasse un artistico oppure una scuola di magia... ma, come sempre, non persi tempo in convenevoli e mi buttai in mezzo al CASINO di quello sciame colorato, che ad ogni frenata lanciava tette razzo perforanti ed urlettava da Dio!
L'unica nota stonata era il palo che c'era in mezzo... e ci vollero ben due rutti, e belli potenti, prima che da lassù si accorgesse della mia presenza.

"Fankulo!" esclamò GMGM da altezza tetto.
"Sooooka! - risposi, da altezza tette - Ho letto la tua lista, mi interessava Heretic! E, in generale, tutti i labirinti 3d... qualunque cosa stile Doom, insomma!"
"Sei proprio fissato! Va bene, dai, domani te lo porto! Sai mica se la copisteria è già aperta? Mi hanno detto che ci sono i lucidi di Svìscovich!"


Quella che sembrava una minchiata, in realtà si rivelò un'ottima idea: con le copie dei lucidi sul banco, bastava aggiungere poche frasi per avere degli appunti perfetti!
Quindi, segnai solo le cazzate.

"Ho un figlio adolescente a casa! E non voglio sentire QUELLE frasi anche qua. Se chiedo di motivare un procedimento e rispondete 'Oh, è una SCELTA!' non passate l'esame!"

"C'è gente che considera potentissimo un 486. Ora, un 486 è come una bicicletta: va benissimo se devo fare una gita in campagna! Ed i 486 sono ciò che vi mette a disposizione il Dipartimento per sviluppare il laboratorio di Sistemi1. Però usate la macchina che vi pare... persino se è TERRIFICANTE, tipo l'AMIGA! A patto che troviate il modo di portarla in aula il giorno della discussione..."


L'intera aula si girò verso JOCO, pregustando il giorno in cui sarebbe venuto a scuola con l'Amiga 4000 in spalla (con tanto di monitor, perché quelli normali non andavano!). Sarebbe stato un bel momento.

"Infine... - continuò Svìscovich - Alcuni gruppi di laboratorio avranno come referente il mio assistente... altri una mia collega. Ma non vi preoccupate, non ci impatta più di tanto: per assegnarvi all'uno o all'altra, faremo PIN PIN CAVALLIN!"

Speravo ci toccasse la pheega... che sicuramente non capiva un CAZZO!
Poi Svìscovich fece PIN PIN CAVALLIN... e noi eravamo col maaaaskio!!!
Perfetto.
L'ILLUMINATO
Alla seconda ora, l'assistente maaaaskio responsabile del nostro laboratorio ebbe una faccia: sembrava Lord Casco di Balle Spaziali, però con meno capelli.

Vocalmente, però, ricordava Natolia dei Bulgari di Mai dire Gol... cioè era NULLO.
Tra l'altro, parlava dietro il proiettore della lavagna luminosa... quindi si rendeva invisibile: vedevamo una luce e basta.

"Sarà un po' timido..." disse qualcuno.
"Boh... comunque si capisce un cazzo..."
"Che te ne fotte... tanto fa tutto Joco!"


Con la massima naturalezza, l'assistente ILLUMINATO espose le specifiche del laboratorio... che era l'INFERNO! Dovevamo creare un sistema operativo che gestisse monitor, tastiera, mouse e persino stampante... e doveva funzionare davvero! Era un lavoro enorme! Per fortuna, avrebbe fatto tutto Joco... altrimenti c'era da spararsi.

Quindi, salimmo con Joco al piano di sopra, lo ficcammo davanti a un 486 e gli dicemmo: "Fa' come se fosse un'Amiga!".
E lui iniziò a programmare! Funzionava ancora!!!
Problema laboratorio risolto.
Joco sbocca codice
LA SOLITUDINE DI NONNO BERG
Contemporaneamente, si presentò un altro gravissimo problema: nonno Berg era disoccupato.
Vi ricordate di nonno Berg? Era un simpatico nonnino adorabile, grasso ed unto come saremmo diventati noi, se fossimo campati così a lungo... ed era il tecnico dell'aula degli M24, quelli che si usavano in TAMC!
E adesso, col Nuovo Ordinamento, si ritrovava senza lavoro.

In effetti, gli M24 erano computer PREISTORICI: erano stati progettati DODICI anni fa, come il Commodore 64!
In pratica, erano degli 8086 di marca Olivetti (la stessa che aveva prodotto i Prodest, il pacco del secolo!), all'epoca erano costati 6 MILIONI L'UNO ed erano pieni di guai.
Se i Commodore nascevano con un chip a 16 colori ed un'uscita per la TV (quindi si vedevano sull'enorme schermo di casa a costo zero), gli M24 montavano un'orrenda CGA a 4 colori ed un monitor incorporato a fosfori verdi... quindi i quattro "colori" risultavano tre gradazioni di verde più il nero. E la leggibilità del testo era NULLA!
Il dramma vero però era l'audio: usavano un altoparlante incorporato nel case (il cosiddetto "pc speaker") che non solo faceva schifo, ma non permetteva di regolare il VOLUME! Non esisteva NESSUN MODO di silenziare un programma che rompeva i coglioni... a parte distruggere l'altoparlante (che, ripeto, era INTERNO al case) o spegnere il computer! Era una cazzata dalle proporzioni allucinanti... un progetto del genere sarebbe stato SEGATO persino alle elementari!

A tutti i computer di marca Commodore, d'altro canto, era toccata sorte ben peggiore: gli mancava la possibilità di montare un hard disk.
Solo sull'Amiga 500 (uscito comunque parecchi anni più tardi) si poteva aggiungere un hard disk, pagandolo un casino... ma i programmi volevano comunque girare da floppy! Una catastrofe.
Gli M24, invece, nascevano con un hard disk strabiliante, per l'epoca: 20 mega! Facendo le dovute proporzioni, equivaleva ad un giga del '94.
E, soprattutto, partivano con 640k di ram: DIECI volte il Commodore 64 (maggiore persino rispetto all'Amiga 500!).

Com'è andata a finire lo ben sappiamo: la Commodore era fallita ad aprile, l'Olivetti non se la passava molto meglio e TAMC e lo Scheme non c'erano più, rimpiazzati da "Programmazione 1" e dal Pascal.
Quindi, gli M24 non servivano più a un cazzo!

Eppure, nonno Berg era ancora là a sorvegliarli, come un samurai giapponese nelle isole del Pacifico: sognava che la guerra non fosse finita ed aveva voglia di rischio, di avventura! Bisognava provvedere!!!
Arrivato a casa, mi misi subito al lavoro.
Giovedì 29 settembre 1994: WINDOWS PER M24!
Quel giovedì mi alzai come sempre all'alba, mezzogiorno, e non persi tempo: avevo una missione da compiere.

Al mio arrivo, nonno Berg era nel suo gabbiotto, girato di spalle, e sonnecchiava come fanno i vecchi dopo mangiato! Era un guardiano adorabile, fossero tutti così... accesi due M24 ed avviai la copia da floppy.
Era stata una gran bella idea farmi montare un drive da 5¼" sul 486 di casa.
Però cazzo se andavano lenti... e nonno Berg si stava svegliando!!!
Terminai l'opera e scappai via, lasciandoli accesi, poi chiamai a raccolta tutti gli altri a godersi lo spettacolo.
Windows per M24
LA MERAVIGLIA DI NONNO BERG
Richiamato dal trambusto, nonno Berg si svegliò ed uscì fuori dal gabbiotto... ma probabilmente pensò di stare ancora sognando: qualcuno aveva installato WINDOWS sugli M24?
Ripeto: WINDOWS sugli M24!
Era FANTASCIENZA PURA... come se uno di noi trombasse con della pheega!

Nonno Berg provò a premere qualche tasto, ma l'M24 non dava segni di vita!
E dire che sarebbe bastato il comando di break: control C...
Nonno Berg resettò, ma l'immagine ricomparve... e non andava via!!!
Era tempo di entrare in scena.

"Salve! - dissi - Tutto bene?"

Nonno Berg sbuffò... e rispose: "Sì, solo un piccolo malfunzionamento... adesso lo metto a posto!"
"Malfunzionamento? Di che cosa si tratta?"
"Hanno installato un programma..."
"Un programma? Ma... non si può!"


Nonno Berg grugnì qualcosa di incomprensibile.

"Serve una mano? - chiesi - Magari..."
"No, grazie, faccio da solo!"
"Oh, ok..."


Tornai al di là della grande vetrata, in aula 486.

"Ohu! - disse il Pazzo - Come cazzo hai fatto?"
"È un'immagine... non sta caricando Windows!"
"Sì, grazie al cazzo, l'avevo capito che non caricava Windows... è un M24! Non sono Nonno Berg! Ma come hai fatto a fargli leggere l'immagine?"
"Col Graphic Workshop: converte i bitmap in exe per dos! Poi l'ho caricato nell'autoexec.bat e..."
"Oh, guardate!!! -
disse qualcuno - Nonno Berg sta FORMATTANDO!"

Figata, cazzo... era la prima volta che vedevo formattare un M24!
Era il computer più lento della storia, come minimo nonno Berg ci avrebbe perso il weekend!
Figata... ero orgoglioso di me stesso.

No, scherzo... avevo un rimorso enorme! Formattando subito, nonno Berg non si sarebbe mai accorto della finezza: il file con l'immagine, richiamato dall'autoexec, si chiamava "win.exe"!

Ah, una raccomandazione: nonno Berg non ha mai saputo che ero io l'autore della burla... quindi non mettetelo su Internet!
Buona pensione, nonno Berg!
Wolfenstein 3d per M24
Lunedì 31 ottobre 1994: LA PRIMA INCULATA
Quel lunedì mi alzai come sempre a mezzogiorno... e mi guardai pigramente intorno: era la tipica giornata in cui non sarebbe successo un cazzo.
Così, presi i floppy da 5¼" ed entrai nella mia aula preferita: quella degli M24.

Questa volta, come spregio, avevo preparato Wolfenstein 3d per M24... e devo dire che l'immagine, sui monitor a fosfori verdi, faceva davvero la sua porca figura!
La videata l'avevo salvata con l'archeologico PiZaZZ Plus, un antenato dello Screen Thief. Il bello era che la generava già monocromatica: non dovevo nemmeno fare la fatica di cambiare la paletta.

Anche stavolta, avevo chiamato il file wolf3d.exe, come l'eseguibile del gioco, però non l'avevo caricato nell'autoexec: bisognava che nonno Berg pensasse che l'M24 si fosse piantato mentre giocavamo a Wolfenstein3d. E la domanda era: "Ma come cazzo hanno fatto a caricare Wolfenstein 3d su un M24???"
Spegnendo e riaccendendo il computer, tornava tutto a posto... senza bisogno di formattare. Quindi, il file era ancora su hard disk... e potevamo lanciarlo tutte le volte che volevamo!!!
Noi sì che ci sappiamo divertire.

Anche il corso di Sistemi1, comunque, non era male: avevo seguito quasi una lezione su due. Un record!
Poi non avevo studiato un cazzo, ma sono dettagli.
Budo, invece, era venuto DUE VOLTE in DUE MESI... era un traguardo quasi imbattibile! Eppure, senza rendercene conto, stavamo per raggiungere lo stesso risultato.

"Marok! - urlò GM - TI SEI ISCRITTO ALL'ESONERO?"
"Esonero? Quale es... oh, CAZZO! Che giorno è oggi? Porca troia!!!"


Bisognava iscriversi entro il 28 ottobre... ed era il 31!
Persino GM se n'era dimenticato!
Persino Joco... che era là, di fronte al monitor a fare laboratorio per tutti!
CE N'ERAVAMO DIMENTICATI TUTTI!!!
E il sistema non accettava più iscrizioni.

Andammo a bussare a Svìscovich, all'Illuminato, a CHIUNQUE... ottenendo un'unica risposta: "Tempo scaduto!"
Fankulo.
Martedì 7 febbraio 1995: IL GRAN GIORNO!
La sveglia suonò impietosa, alle otto del mattino... e Nerina mi fissò come fossi un fantasma: era la prima volta che mi vedeva sveglio a quell'ora, dall'inizio del '95.

"Ho lo scritto di Sistemi! - dissi - Ma tu continua a dormire... mi sega e torno!"

Nulla riusciva a riportarmi alla vita, né il Canto degli Ignavi, né l'aria gelida, né l'ansia per l'esame... ed anche il 2 era un cimitero ambulante: il girone infernale della veglia forzata.

Un cadavere però lo conoscevo: "GM!!!"
"Yawn... -
rispose - Sei pronto per l'inculata? Due pigreco quarti e zac!"

GM era l'UNICO AL MONDO a dire "due pigreco quarti" anziché "pigreco mezzi", per esprimere il concetto di piegarsi a novanta gradi.

"Soooka! - risposi - Ma alla fine NESSUNO dei nostri c'era, il 2 dicembre?"
"Sì, Zool e Mc LaudMcLaud hanno fatto l'esonero! Hanno preso 30... era facilissimo!"


Perfetto.

A scuola, anche Mandingo era uno zombie, non puntava il dito e non diceva neanche "TI SEEEEGA!".
Però era stato più bravo di me: prima di Natale aveva provato a dare Geometria! E la prof, come regalo, l'aveva SEGATO con testuali parole: "Vuole un consiglio? Cambi facoltà!"

Il migliore di tutti, però, era Budo: da settembre a gennaio era comparso CINQUE volte, le avevamo contate! Esattamente UNA al mese!!!
Quindi, avevamo concluso che era vittima di una maledizione, come gli abitanti di Brigadoon: viveva una volta ogni trenta giorni e, nei restanti, si smaterializzava.
Oggi, comunque, c'era: era arrivato PRIMA DI NOI!

Arrivato Joco, eravamo al completo... e sembrava una grande festa! Eravamo al fondo dell'aula, vicini e compattissimi... se avessimo alzato anche gli scudi, saremmo sembrati i romani di Asterix!!!

Quindi, alle ore 9, Svìscovich entrò in aula... e ci spostò.
TUUUUUUTTI!

NESSUNO era più vicino a NESSUNO!!!
E l'esame poté iniziare.
LE DIMENSIONI NON CONTANO
Quello scritto era il testo d'esame più LUNGO del mondo!
Era il TRIPLO dell'esonero... porca troia.

Prima c'era la teoria: otto quiz divisi in pezzi da otto... tipo i byte o le monete di Monkey Island.
Avevo studiato veramente poco... e le domande, che a prima vista sembravano facili, in realtà erano concepite apposta per metterla nel culo.
Ad esempio, esercizio 4 punto 6: "una procedura può essere chiamata con un numero di parametri diversi da quello con cui è stata definita?"
Minchia, ma mi prendi per il culo? Certo che posso chiamare una procedura a cazzo... ma poi non funziona! Posso anche mandare una cartolina a una bella pheega, senza scrivere il destinatario... ma poi la consegnano a quello di default, cioè un valore random tra Joco, Mandingo, il Pazzo e MiOpìO!
Quindi? Vero o falso??? Boh...
Ed era tutto così... era un campo minato.

Poi iniziavano gli esercizi pratici: i più facili erano gli esadecimali da convertire in binario (ma bisognava fare attenzione, perché alcuni erano negativi...) e la tabella di verità (o "mappa di Karnaugh", che dir si voglia).

     CD00011110
AB    
001100
010110
111100
101100

Alla fine, era un giochino: si buttavano nel cesso le caselle con lo zero e si sommavano quelle con l'1, scrivendo una cosa del genere:

f=ABCD+ABCD+ABCD+ABCD+ABCD+ABCD+ABCD+ABCD

Naturalmente, le lettere col trattino erano quelle "negate", cioè quelle che valevano zero. Tipo noi.
E poi si semplificava:

f=AC(BD+BD+BD+BD)+ABC(D+D)+ABD(C+C)
f=AC+ABC+ABD
f=C(A+BA)+ABD
f=C(A+B)+ABD
f=CA+CB+ABD

Alla fine, si faceva la prova del 9, verificando sulla figura. Così:

     CD00011110
AB    
001100
010110
111100
101100
     
        =CA 
     
        =CB 
     
        =ABD

Era un giochino divertente, ma valeva solo 4 punti... peccato.
Comunque, era consigliabile non cannarlo, perché TUTTI gli esercizi successivi si basavano su QUEL risultato... e, quelli sì, erano un casino.
E c'era pochissimo tempo.
E non c'era un cane con cui confrontare i risultati.
E soprattutto minchia porca puttana vaffankulo, cazzo!
Va be', niente panico... l'essenziale era mantenere la calma ed annullare gli stimoli esterni inutili, tipo quella voce fastidiosa che diceva...

"CONSEGNATE!"

Ma vaffankulo.
SORPRESA!
Una volta uscita dall'aula, una folla diversamente figata si tuffò avidamente sulle soluzioni... avevamo fatto tutti CAGARE.
A sorpresa, però, il più incazzato era GM!

"IO NON CI STO! - diceva, parafrasando Scalfaro - Adesso vado a Svìscovich e glielo dico!"
"Che cosa?"
"Leggi qua! Esercizio 4 punto 6: una procedura può essere chiamata con un numero di parametri diversi da quello con cui è stata definita. Ha messo VERO!!! Ma che CAZZO vuol dire... e non è l'unica: è pieno di risposte del genere. No, adesso io vado lì e che cazzo, vaffankulo!"


Si preannunciava divertente.

"Sì... - confermò Svìscovich - La risposta è 'Vero'! Lei può chiamare una procedura con un numero di parametri diversi da quello con cui è stata definita..."
"Ma... poi non funziona!"
"Vero anche questo: poi non funziona! Ma lei può chiamarla, è libero di farlo..."


Non avevamo altre domande, Vostro onore.

Per la cronaca, fummo tutti SEGATI... e io, modestamente, avevo preso 15: fosse stato un esonero, l'avrei passato!
E comunque vaffankulo.
Venerdì 24 marzo 1995: MEETING A CASA GM
Quel venerdì mi alzai come sempre all'alba, mezzogiorno, e la Voce della mia Coscienza iniziò il canto: "Fai qualcosa! Fai qualcosa! Non puoi andare avanti tutta la vita così! Fai qualcosa! Almeno mangia qualcosa, prima di uscire! E studia! Ascolta la Voce della tua Coscienza! Datti da fare! Ricorda quello che diceva Padre Dante degli Ignavi! Maestro, che è tanto greve a lor che lamentar li fa sì forte? Rispuose: Dicerolti molto breve. Questi non hanno speranza di morte e la lor cieca vita è tanto bassa, che 'nvidïosi son d'ogne altra sorte. Fama di loro il mondo esser non lassa; misericordia e giustizia li sdegna: non ragioniam di lor, ma guarda e..."

Presi una cassetta a caso, mi infilai le cuffie, sfrattai Gatta NerdNerina dallo zaino e schizzai fuori.

Avevo scelto il live al Magia di Elio... non male!

E comunque non era vero che facevo un cazzo: avevo fatto il Festone a casa di Mingo, avevo fottuto a GM un casino di giochi e quel giorno saremmo anche andati a rompergli il cazzo a casa!

Ebbene sì: era la VIGILIA del secondo appello di Sistemi1 ed avevamo organizzato da lui un mega ripasso collettivo: TUTTI A CASA GM!

E ci ritrovammo tragicamente in quattro: GM, Joco e Nichel sotto casa GMJoco, Nichel ed il sottoscritto.
Nichel in realtà era venuto solo perché voleva che gli portassi dei giochi. Per la precisione, i quattro più inutili del mondo: Arma Letale, Colorado, American Gladiators e DieHard.

Comunque, non stavamo neanche facendo troppo casino... finché Joco, con la massima naturalezza, disse: "Io ho una casa a Pragelato..."
Il risultato fu un'ISTERIA COLLETTIVA, che si protrasse per tutto il pomeriggio! Soprattutto grazie ai dubbi esistenziali di Nichel:
  • "Ma siamo sicuri che a Pragelato c'è pheega?"
  • "Ma non è che poi viene anche Mandingo? Se viene Mandingo ci ANNULLA la pheega!"
  • "Se si materializza solo una volta al mese, Budo deve scegliere: o dà Sistemi domani o viene a Pragelato. Che fa?"
  • "Ma volete andare di sabato??? Ma col CAZZO! Se mi devo abbronzare voglio farlo prima del fine settimana, così poi al venerdì e al sabato sera vado in discoteca abbronzato e rimorchio un casino di pheega, con la pelle bella scura e le lenti a contatto azzurre!"
Fissammo come data il 30 marzo, un giovedì... così l'handicappato era contento. E quella sera mi ringraziò per i giochi, lasciandomi un bel messaggio in segreteria, di cui abbiamo una diapositiva.
Sabato 25 marzo 1995: ALTRO GIRO, ALTRO REGALO!
Alle otto del mattino, è immorale chiamarlo sabato.
Il sabato non si è ancora formato! È venerdì, a tutti gli effetti.
Prima di raggiungere la porta, notai delle figure sfocate che mi suggerivano qualcosa... una miagolava, l'altra parlava di "ignavi"... o qualcosa del genere... comunque misi in cuffia i Pitura Freska e non ci pensai più.
"Duri i banchi"... ottimo album, assolutamente in tema!
Anche l'ansia li cantava con gusto... peccato per il pessimo accento veneziano.

Salito sul 2, salutai con un cenno del capo il mio cadavere preferito: GM.
Nessuno dei due proferì parola.

Arrivati in aula, Nichel ci propose una nuova strategia: "Non mettiamoci più in fondo, che ci sposta! Capito? Mettiamoci NEL CENTRO dell'aula. Così ci lascia dove siamo! Capito, ciucci?"
"Così mi sento in una BOTTE DI FERRO!
- commentò Joco - PIENA DI MERDA!"

Sulla parola "merda", entrò Svìscovich... ed il PRIMO che spostò fu Nichel, che finì sul bordo sinistro della PRIMA FILA!
Poi spostò anche gli altri... ed io capitai nel PEGGIORE posto possibile: terza fila, di fianco a MANDINGO!

In compenso, il compito era ancora più bastardo di quello di febbraio. C'era un primo esercizio, che DA SOLO valeva 16 punti, e conteneva del codice in C assolutamente incomprensibile.
Poi c'erano i quiz, i numeri da convertire in binario ed i circuiti che si basavano sulla mappa di Karnaugh:

     CD00011110
AB    
001100
010110
110110
100110

Iniziai da qua, perché era l'unica cosa che mi veniva bene, a parte la sborra e le cazzate.

f=ABCD+ABCD+ABCD+ABCD+ABCD+ABCD+ABCD+ABCD
f=ABC+ABD+ABD+ABD
f=ABC+BD+ABD
f=ABC+(B+AB)D
f=ABC+(B+A)D
f=ABC+BD+AD

Controllai sulla figura.

     CD00011110
AB    
001100
010110
110110
100110
     
        =ABC
     
        =BD 
     
        =AD 

Ok, sembrava giusto. 4 punti!
Ne mancavano solo 14 per arrivare a 18!

Iniziai ad applicare quel risultato a tutto il TROIAIO che veniva dopo.
Ci voleva un sacco di tempo... che forse non c'era!
No, non è vero, c'era... niente fretta e niente panico. E, soprattutto, massima attenzione: ZERO DISTRAZIONI!

In quell'istante, da sinistra Mandingo mi sussurrò qualcosa di incomprensibile.
A destra si materializzò Svìscovich e disse: "Se parlate una seconda volta, vi annullo il compito!"

UNA frase aveva detto l'Essere... UNA!!!
Mandingo vaffankulo!!!

Allo scadere del tempo, consegnammo la nostra merda, uscimmo fuori a leggere le soluzioni... e solo quattro persone cantarono vittoria: GM, Mister Bean, Joco e BUDO!

"Ho fatto tutto giusto! - disse Budo - Prendo 30!"
"Beato te... -
risposi - Io ho fatto una merda! Allora, ci vieni a Pragelato?"
"Non posso... -
rispose - Ho la Pasqua del BUDO!!!"

E sparì.

Di fronte a tanto, Nichel ci pensò seriamente su e poi obiettò: "Ma Pasqua è il 16 aprile!"
"Minchia, ma non hai ancora capito come funziona Budo? Budo vive UNA VOLTA AL MESE. Quindi, per lui DOMANI è il 16 aprile. Domani è PASQUA! Chiaro?"


Il ragionamento convinse tutti... potevamo andare affankulo.
Mercoledì 29 marzo 1995: TANTI AUGURI JOCO!
Quel mercoledì mi alzai, come sempre, a mezzogiorno... pronto a fare tutto il giorno un CAZZO.

"Mangia qualcosa, prima di uscire... - disse la Voce della mia Coscienza - Mangia qualcosa! E studia! Datti da fare! Non puoi andare avanti così. Renditi utile, fai qualcosa! Ricorda che cosa dice Padre Dante degli IGNAVI! Incontanente intesi e certo fui che questa era la setta d'i cattivi, a Dio spiacenti e a' nemici sui. Questi sciaurati, che mai non fur vivi, erano ignudi e stimolati molto da mosconi e da VESPE ch'eran ivi..."

Misi in cuffia una cassettina a caso e schizzai fuori.
"Paté d'animo" di Claudio Bisio... gran bell'album!

E poi, arrivato a scuola, fioccarono i pacchi per Pragelato.
GM disse: "Non posso venire, perché devo dare Analisi2!"
Mandingo rispose: "Non posso venire perché ho UNA GUIDA!"

Sì, l'Essere voleva prendere la patente, ma grazie al cielo non ci era ancora riuscito.

Poi arrivò il turno di Joco: "Ma domani è il 30 marzo!"
"E quindi?"
"È il mio COMPLEANNO! Devo mangiare la TORTA con mia mamma!"


Non feci in tempo a commentare nulla, perché la voce del giudizio divino mi sovrastò: "SONO USCITI I RISULTATI DI SISTEMIIIII!!!!"
Rotolammo a perdifiato fino all'atrio.
GM e MrBean ce l'avevano fatta, GM aveva addirittura preso 30!
NOIALTRI, invece, eravamo stati TUTTI SEGATI... compreso BUDO, che era il PEGGIORE!
E compreso JOCO, che aveva preso 16... come me!

"BUON COMPLEANNO, JOCO! AUGURI!!!"

Joco non rise.

"No, non ci credo... - disse - Avevo calcolato 30! Voglio vedere il mio compito!"

Seguimmo Joco fino all'ufficio di Svìscovich, prometteva bene.

"LA MIA TABELLA DI VERITÀ È GIUSTA!!! - strillò Joco - PERCHÉ ME L'HA CONTATA SBAGLIATA?"
"Guardi qua!
- rispose Svìscovich, paziente - Le sembra giusto?"
f=ABC+BD+AD
(soluzione corretta)
f=ABC+BD+AD
(soluzione di Joco)
"SÌÌÌÌÌÌ!!! - urlò Joco - HO SCRITTO LA STESSA COSA!!!"
"!
- sentenziò Svìscovich - A meno che lei non sia convinto che 'ABC negato' sia uguale al prodotto di 'A negato', 'B negato' e 'C negato'. È sicuro?"
"Ma... io... ho tirato la riga continua solo quando l'ho ricopiato in bella, per fare prima... Può controllare la brutta..."
"Lei dovrebbe sapere che conta solo la bella!"
"Ma... comunque sia, la tabella vale solo 4 punti! Lei mi ha contato sbagliati anche gli esercizi successivi... che sono TUTTI ESATTI!"
"No. I risultati seguenti, per essere corretti, devono combaciare con la SUA mappa di Karnaugh. Invece, combaciano coi risultati della mappa di Karnaugh CORRETTA... che non sono i suoi!"


Quindi, gli esercizi di Joco erano SBAGLIATI perché erano GIUSTI!!!

Dietro di noi, uno sconosciuto commentò: "Ahahahah minchia questo quanto è SFIGATO! A me il compito l'ha corretto la collega DONNA... ho fatto la stessa cazzata e me l'ha contata giusta! Ho preso 30!"
"CHE COSA??? -
urlò Joco - No, non è GIUSTO!!!"
"Non vorrà mica che abbassi il voto al suo collega..."
rispose Svìscovich.
"NO!!! IO VOGLIO CHE..."
"Ascolti... la vita è ingiusta!"


Amen.

Canticchiando "Tanti Auguri A Te!", trascinammo via Joco prima che combinasse un disastro.

Per la cronaca, l'indomani in montagna ci saremmo andati davvero... non a Pragelato, però: a Monte San Giorgio!!!
Sarebbe stata la terza cazzata dell'anno... ma quella è un'altra storia!
Joco

Vai Nichel! Ce la puoi fare!

L´Odissea di Nichel

Fankulo

Nichel dopo la cura

Martedì 18 aprile 1995: MAN IN THE GREEN SHIT
Ancora una volta, la sveglia squillò alle otto del mattino... e persino Nerina mi disse che ero SFIGATO!

"Almeno fai colazione! - urlò la Voce della mia Coscienza - Mangia qualcosa! Un po' di COLOMBA? C'è ancora un po' dell'uovo di Pasqua! Tieniti su, che oggi hai l'esame!"

Misi le cuffie e schizzai fuori, sperando in un secondo regalo di Pasqua: una settimana prima, avevamo tutti passato lo scritto di Analisi1! E, di conseguenza, avevo scritto la quarta recensione.
Di questo passo, avrei dato Analisi1 prima di Sistemi?
Sarebbe stato un bel colpo di scena!

Comunque, arrivai a scuola ascoltando gli 883 che cantavano: "Stiamo andando affankulo!", con l'ansia che ballava come il Biondo. E nell'aula la prima creatura che vidi fu MANDINGO, pallidissimo e privo del solito ghigno: era il volto della SOFFERENZA!
Era mattina per tutti.

"Ehi, tranquillo, Mandingo! - gli dissi - Al massimo TI SEEEEEGA!"
"Fankulo, Marok! -
rispose - Sono nella MERDA!"
"Eh... noi, invece siamo nella pheega..."
"Ma voi non arrivate dal campeggio coi BAMBOZZI di MERDA! È tutto il weekend di Pasqua che CAGO VEEEEEEERDE!!!"


Non ci fu tempo di approfondire, perché entrò Svìscovich.
E disse: "Bene, iniziamo!"

Svìscovich NON CI AVEVA SPOSTATO!
Eravamo tutti vicini... non ci potevo credere, cazzo, era la grande occasione!

Il compito era più bastardo dei due precedenti... sommati.
Il primo esercizio era una funzione in C, assolutamente incomprensibile.
Joco disse che forse riusciva a capirci qualcosa, quindi la lasciammo a lui e ci mettemmo a calcolare i numeri binari e la mappa di Karnaugh.

Sulle prime, alcuni risultati non coincidevano: per la precisione, quelli di Mandingo! Ok, niente panico: c'era ancora tempo per ricontrollare tutto, l'essenziale era fare con calma e, soprattutto, NON DARE NELL'OCCHIO!
Quindi, Mandingo SI ALZÒ IN PIEDI.

"Ohu, che cazzo fai???"
"Vado via! -
rispose - Vado a CAGARE!"

Mandingo si avviò velocemente verso la cattedra.

"Posso andare in bagno?" mugolò, contratto in una smorfia di dolore.
"Certo! - rispose Svìscovich - Dopo avere consegnato il compito!"
"Eccolo qua! Arrivederci!"


Mandingo SEGATO perché gli scappava da CAGARE!!!
Figata.

Approfittando del casino, Joco ci tirò una pallina di carta con la soluzione della funzione in C. Quindi, gli appallottolammo il resto e consegnammo, un attimo prima che finisse il tempo.

Leggendo le soluzioni, vidi che avevamo fatto diversi errori... ma c'era speranza!!!
Forse.
O forse ce la saremmo presa un'altra volta nel culo.
Lunedì 24 aprile 1995: ACQUA PER I NOSTRI CULI
Quel lunedì mi alzai come sempre all'alba, mezzogiorno... e per fortuna la Voce della mia Coscienza era già tornata dal lavoro: anche Nerina era curiosa di sentire come andava a finire il canto degli Ignavi.

"Fai qualcosa! Fai qualcosa! Datti da fare! Almeno mangia qualcosa... e studia! Studia! Non puoi andare avanti così! Ricordati che cosa dice Padre Dante degli IGNAVI! Ricordati delle VESPE! Elle rigavan lor di SANGUE il volto, che, mischiato di LAGRIME, a' lor piedi da fastidiosi VERMI era ricolto..."

Misi le cuffie e mi buttai in strada... poi tornai dentro e presi l'ombrello.

Dopo l'inverno più secco della storia, da un po' di giorni si era messo a DILUVIARE! Dal giorno dell'esame, ad essere precisi. E cinque giorni di pioggia ininterrotta avevano trasformato il pavimento della scuola in un minestrone di fango e merda, che avrebbe vinto il più infinito di schifo, se non fosse stato per l'assenza di una creatura: Joco.
Era la prima volta che non lo vedevo a scuola: da MESI passava tutto il giorno davanti allo schermo, per farci laboratorio! E noi gli tenevamo compagnia: Nichel si metteva da una parte, io dall'altra e lo prendevamo per il culo: "Vai avanti, vai avanti, ciuccio, vai avanti, spaccati il culo, spaccati il culo, bastone, carota, bastone, carota..."

E invece oggi niente... chissà perché! La PALUDE sembrava vuota, senza di lui. C'era pace, tranquillità, silenzio... finché una voce non urlò: "SONO USCITI I VOTI DI SISTEMI!!!"

E fu così che una grande massa di corpi unti, umidi, putridi ed appiccicosi si sollevò, prese la rincorsa e rotolò giù, nel FANGO, verso la bacheca.
Ero parte dello schifo... e l'Ansia DI PIÙ!!!
Mi tuffai sulla bacheca e, trattenendo il respiro, cercai i nostri nomi in quell'elenco che sembrava infinito, superando la voglia di chiudere gli occhi con la sete di verità, per quanto amara e per quanto fottuta. Ero pronto al peggio. Andai giù, fino in fondo.
E, finalmente, lessi i risultati.

CE L'AVEVAMO FATTAAAAAA!!!
YEEEEEEEEEEEEEEEE!!!

Modestamente, ero comunque il PEGGIORE DI TUTTI i NON SEGATI: avevo preso 18!
L'unico voto decente era quello di Joco, che portava a casa un 26.

E Mandingo con la cacca verde? Aveva preso DIECI!

Era tempo di festeggiare!!!
Corsi alla cabina a chiamare Joco... e mi rispose la madre: il figliolo era dal dentista... AD ASTI!!!
Peccato.
Ognuno si diverte come può.
Lunedì 23 ottobre 1995: IO HO PRESO 30 E TU 18!
Quel mattino mi alzai come sempre all'alba, mezzogiorno, ma in casa regnava il silenzio; la Voce della mia Coscienza era ancora a lavoro ed anche l'Ansia era volata via, perché avevo passato due esami: Analisi1 (a luglio) e Geometria (ad ottobre).
Quindi NAJA SOKAAAAA!!!

Anche i miei illustri compagni di cazzeggio ce l'avevano fatta: GM, Zool, McLaud, Nichel, Joco e Mandingo erano salvi! E gli altri non dovevano partire.
La notizia dell'anno, però, era un'altra: il diabolico MANDINGOMandingo aveva ridato lo scritto di Sistemi1... e aveva preso 33!!!
Quindi, all'orale poteva ruttare, cagare verde e dire vaffankulo, prendersi il -3... e sul libretto avrebbe comunque avuto 30!
E così adesso, per salutare, diceva: "Ciao! Tu quanto hai preso di Sistemi?"

Nel mio caso, direttamente: "IO HO PRESO 30 E TU 18!"
Era gentile: si approssimava per difetto!
Come avesse fatto a prendere quel voto rimarrà un mistero: è EVIDENTE che aveva copiato, ma non ci ha mai detto da chi.

Comunque, anche quest'anno avevamo festeggiato alla grande l'AntiNaja: eravamo tornati alla pizzeria La Petite di corso Unione, perché era di fronte al Distretto Militare.
Noi sì che ci sappiamo divertire.

E l'orale di Sistemi1? FANKULOOOO!!! Se ne riparlava nel '96... tanto Joco doveva ancora finire il laboratorio.
Però era rilassante andare a scuola e guardare JocoJoco mentre si spaccava il culo da solo, tutto il giorno e tutti i giorni, per TUTTI!
Gli altri del gruppo non si facevano neanche mai vedere... ma Nichel ed il sottoscritto erano differenti!
Mentre il "ciuccio" faticava, ci mettevamo sempre uno da una parte e l'altro dall'altra e ripetevamo in coro: "Vai avanti, vai avanti, ciuccio, vai avanti, ciucc', vai avanti, vai avanti, bastone, carota, bastone, carota, spaccati il culo, spaccati il culo!"
Tutti i giorni così, non ci stancavamo mai!

MiOpìO ci aveva ribattezzato "GESÙ CRISTO e i due LADRONI".
McLaud invece ci chiamava "IL TRIO MELODY", perché facevamo un CASINO tale che ci si sentiva per tutto il Dipartimento.
Ed il Pazzo rideva e disegnava frattali.

L'unico a non fare una piega era Joco, che non ci sentiva nemmeno e continuava a programmare come se niente fosse: quando era davanti al computer, andava in CATALESSI! Passava ORE immobile davanti allo schermo, non si alzava mai dalla sedia e non sentiva lo scorrere del tempo.
I bidelli ci raccontavano che a volte Joco restava là, da solo, fino alle otto di sera... ed erano loro a cacciarlo via perché dovevano chiudere.

Il lato più commovente, però, erano i messaggi che Joco mi lasciava in segreteria, tutte le mattine, per cercare di convincermi a venire a scuola!
Se all'inizio le chiamate sfociavano in un mero lamento indistinto, col passare del tempo la tecnica si era evoluta, fino a mettere in scena una finta consegna del laboratorio, pur di farmi venire a scuola: "Ci siamo tutti quanti, è finito il progetto e alle 16 c'è la discussione! Se non vieni immediatamente, segna a tutti noi il voto e a te no! E devi rifarti tutto da solo!"

Allego contributi audio, ascoltare con moderazione: possono provocare isteria o morte.
Mercoledì 25 ottobre 1995: JOCO CONTRO MANDINGO!
Quel mattino mi alzai come sempre all'alba: mezzogiorno.
In TV era ricominciato ed a scuola regnava il buon umore: tutti facevano i complimenti a Kim Basinger, perché aveva avuto una figlia... oppure, a scelta, a GM perché aveva appena passato Analisi2.
Eppure, c'era una persona che proprio non ne voleva sapere di sorridere alla vita: Nichel!

"Fankulo! - disse - A te e a quel gioco di MERDA che mi hai passato l'altro ieri!"
"Monkey Island 2? Non ti è piaciuto?"
"Ho passato TUTTA LA SERA ad installarlo! QUATTRO ore a mettere e togliere dischetti! E alla fine, dopo QUATTRO ORE, è venuta fuori la scritta 'RICHIESTO 286'. E io ho un 8088!"
.

Sì, era una SPLENDIDA giornata... ma poteva ancora migliorare. Ripresi il mio posto e, con Nichel, ricominciai il coro: "Vai avanti, vai avanti, ciuccio, vai avanti, bastone, carota, bastone, carota, spaccati il culo, spaccati il culo!"

Ad un tratto, però, si verificò qualcosa di anomalo: Joco uscì dalla catalessi!
E disse: "NO, NON CI POSSO CREDERE... È SPARITO TUTTO!"
"Eh? Che cosa è sparito?"
"TUTTO QUELLO CHE AVEVO FATTO IERI... NON C'È PIÙ!!!"
"Niente panico e fammi vedere! Levati, ciuccio!"


Per fortuna, avevo sempre con me un floppy col Norton Commander, così ordinai i file per data... e trovai qualcosa che superò la mia immaginazione.

"Joco, porca troia, quante cazzo di cagate ci sono qua dentro?"
"EH?"
"A parte il laboratorio, dico... che occupa un cazzo! Abbiamo la directory piena di giochi..."
"COME SAREBBE CHE IL LABORATORIO OCCUPA UN CAZZO?"
"Sì, guarda... il laboratorio è meno di 100k..."
"MENO DI 100K???"
"Sì, tutto il resto sono giochi... sembra tutta roba dell'emulatore del Commodore64..."


Tre... due... uno... "MANDINGOOOOOOOO!!!"

L'Essere stava scaricando roba dai terminali Alpha.

"MANDINGO!!! - urlò Joco - MA TU MI HAI CANCELLATO DEI FILE?"
"Eh? Ma sì, certo! -
rispose Mandingo - Tanto fai backup, no?"
"CHE COSA???"


Con la massima naturalezza, il Capogruppo Mandingo riassunse il protocollo dei suoi ultimi mesi di vita:
  • Arrivava a scuola nelle prime ore del mattino, perché non c'era ancora nessuno... e la rete andava veloce!
  • Scaricava mega e mega di giochi per l'emulatore del Commodore64.
  • Copiava quello che poteva sui floppy che si portava da casa... ma, chiaramente, non ci poteva stare tutto. Mica era colpa sua! E non poteva certo lasciare la roba sull'hard disk della rete Unix, perché a fine giornata le directory di swap venivano svuotate. Dovevamo saperlo!
  • Quindi, salvava i giochi nell'area 486, usando la nostra directory "sisi21"... tanto c'era spazio: bastava CANCELLARE i file del laboratorio!
  • In ogni caso, tutto questo andava avanti da MESI. Quindi, se non andava bene, bastava dirlo prima!
"ECCO PERCHÉ NON FUNZIONA MAI UN CAZZO!!! - urlò Joco - E mi tocca sempre RIFARE TUTTO DA CAPO!!!"

Per un attimo, il Capogruppo Mandingo rimase senza parole.
Poi guardò me e Nichel, che ridevamo come disperati, e rispose così: "Blblblshswzashexhehshswxyzjszshwaszhx SISI21
qqjliefijaeidspispopdojndwuasdfeukzwaz FUORIDALGRUPPO!
"


Non ho registrato l'audio, ma spero che la trascrizione sia fedele.

E poi, piedi a papera, si girò e se ne andò.

Nel frattempo, Joco si era già reincollato davanti allo schermo, ma, sospirando, ebbe la forza di esprimere il suo ultimo desiderio: "Ohu, Marok! Avresti voglia di darmi una mano?"
"Nø!"
"Ma è una cosa semplice e veloce..."
"NØ!"
"Vedi la grafica del laboratorio?"
"Sì... fa CAGARE!"
"Eh... lo so... riesci a rifarmela? Dai... tu sei bravo con Photostyler! Così, io mi concentro sul codice... voglio assolutamente consegnare entro dicembre, costi quel che costi! Quest'INCUBO deve finire!!!"


Quella notte stessa mi misi al lavoro... e l'indomani portai a Joco i risultati!
In allegato, le diapositive!
(Non fu contento... peccato.)
Sisi21 - Laboratorio di Sistemi 1

Sisi21 - Laboratorio di Sistemi 1
Mercoledì 6 dicembre 1995 - LA CONSEGNA DEL LABORATORIO!
Quel mercoledì mi alzai come sempre all'alba, mezzogiorno, e presi la macchina foto: ero pronto per l'appuntamento col più grande spettacolo del mondo!
La pheega?
No, meglio! Consegnavamo il LABORATORIO!!!
Aléééééééééé!!!

Ebbene sì: facendo tutto DA SOLO, Joco era riuscito a finire il laboratorio prima di Natale!
E la domanda sorse spontanea: durante la presentazione, l'Illuminato avrebbe interrogato anche noi?
In caso affermativo, mi aspettavo grandi risposte da Mandingo, ma anche da Budo vs il FrontManBudo, che da aprile stava per vivere il suo Ottavo Giorno: quello in cui Dio creò i Diversamente Figati.

L'appuntamento era per le tre e mancava ancora un'ora, così chiesi a Joco di farmi leggere la relazione: almeno avrei imparato a memoria qualche frase da buttare lì a cazzo, se mi avesse chiesto qualcosa. E poi scoppiai a ridere: "Joco, dai, non fare il coglione! Dammi la relazione vera!"
"Eh? Questa è la relazione vera..."
"MA STAI SCHERZANDO???"


La relazione sembrava il tema di un bambino handicappato nei primi giorni delle elementari: errori di ortografia spaventosi, frasi troncate a metà...

"Minchia, Joco, ma sei scemo? - commentò Nichel, noto intellettuale raffinato nonché Accademico della Crusca - METTI CHE POI LA LEGGE!!!"
"E va be'... -
obiettò Joco - ...e allora, se non vi piace, scrivetela voi!"

Erano le due e dieci... mancavano CINQUANTA MINUTI, cazzo.
Grazie al cielo, Joco ne aveva una copia su file, nella Meno dieci minuti all´ora X... e non funziona un cazzo! nostra directory "sisi21", e Mandingo non gliel'aveva ancora cancellata per copiare i giochi!
Quindi, corressi alla meno peggio e mandai in stampa... ma la stampante laser NON ESISTEVA: la rete 486 vedeva solo quella ad aghi!
Non potevamo presentare la relazione sul ROTOLO, cazzo!!!

Mi spostai sulla rete Mac e la laser da là andava... ma la formattazione era a TROIE, perché era Mac!
Riempostai tutto al volo e mandai in stampa... per poi scoprire che uno stronzo aveva appena inviato un manuale di un CENTINAIO di pagine di un simulatore di volo!

La stampa terminò alle tre meno cinque, l'appuntamento era alle tre.

"Ma la consegnamo così la relazione? - obiettò Mandingo - Non la facciamo almeno rilegare?"
"Ma sei COGLIONE? -
risposi - L'ILLUMINATO STA ARRIVANDO!!!"

Naturalmente, non era vero... ma Facciamo finta di fare qualcosa! la tipa dei Due Che Limonano, che era di spalle, mise subito UNA MANO SULLA TASTIERA di Joco, per fare finta di stare facendo qualcosa!
Fu un'immagine sublime!

Subito dopo, l'Illuminato entrò sul serio... e la presentazione iniziò.

Quando Joco parlava, l'Illuminato fissava lo schermo con aria assente, quasi catatonica... era EVIDENTE che non lo stava neanche ascoltando e che desiderava una cosa sola: il teletrasporto!
Poi prese in mano la nostra relazione... la firmò e se ne andò.

Fine.

Non aveva dato NEMMENO UN'OCCHIATA al contenuto della relazione!
Non aveva neanche degnato di una SBIRCIATA il codice!
Non aveva nemmeno chiesto di fare dei test... NIENTE!!!
Avremmo potuto fargli vedere una GIF ANIMATA e sarebbe stato UGUALE... e Joco, per questa cosa, si era SPACCATO IL CULO PER DODICI MESI DI FILA!!!

Figata, cazzo... era lo spregio definitivo.
Giovedì 7 dicembre 1995: LE SCELTE DI JOCO
Quel giovedì mi alzai come sempre all'alba, mezzogiorno, sfrattai Nerina dallo zaino e scesi a ritirare le foto.
Non erano male... a parte i soggetti, naturalmente.

Una volta a scuola, Joco disse: "LE VOGLIO! Scannami le foto del PAZZO, che devo provare il Morpher!"
"Eh??? E che cazzo è?"
"È un nuovo programma per l'Amiga... gli dai due facce, lui riconosce i lineamenti e ti fa l'animazione!"
"Tipo la vecchia sigla di ?"
"Sì, esatto! Magari hanno usato proprio quello..."
"Minchia, Joco, probaaaaabile! Sicuramente a Mediaset usano l'AMIIIIGA!"
"Ma vaffanbagno, sai come è fatta la sigla di Studio Aperto? Con l'AMIGA!!!"
"Si spiegano molte cose..."
"Dai, scannami le foto del Pazzo e poi vedi quello che ti tiro fuori!!!"


Avrei comunque preso allo scanner l'intero rullino da 36: stavo raccogliendo le immagini della Cumpa per creare il nostro livello di Doom! L'editor me l'aveva procurato un amico di Joco, chiamato KILLER... e l'avrei fatto sul serio! Tanto non avevo un cazzo da fare.

"Boh, fangù! - disse Joco - Mi vado a prenotare per l'orale!"
"Ah... quando lo dai?"
"Prima possibile. Comunque a dicembre..."
"Ma sei SCEMO??? Aspetta GENNAIO, almeno ti vale come AntiNaja per il '96!"
"Vaffanbagno, voglio uscire da questo INCUBO!!!"


Joco convinse anche Mandingo a dare l'orale a dicembre... poteva essere la scelta peggiore della loro vita!
Boh, cazzi loro e meglio per noi: sarebbero stati le nostre CAVIE UMANE.
Giovedì 14 dicembre 1995: L'ORALE DI JOCO
Quel giovedì mi alzai come sempre all'alba, mezzogiorno... e le previsioni davano neve: le premesse ideali per uscire.

Gli orali, in compenso, facevano CAGARE: Svìscovich interrogava nel "gabbiotto", l'aula più piccola e sfigata di tutto il Parco dei Diversamente Figati.
In più, mischiava le materie: la maggior parte della gente aveva dieci anni in più di noi e dava CE, Comunicazioni Elettriche... ed erano gli orali più LUNGHI e NOIOSI del MONDO! Ma poi toccò a JocoJoco.

Prima domanda: "Come è stato simulato il BUS di SISTEMA?"
Joco rispose in modo banale... comunque presi nota: "Abbiamo simulato il bus di sistema attraverso una funzione in C, da richiamare ad ogni fase 4 del clock. La funzione ne chiama altre tre: la DevRead, che legge dai registri, la DevWrite, che ci scrive dentro, e la DevIp, che controlla le interruzioni pendenti!".
"Oh, bene, mi dica... il vostro bus è veloce?"
"Eh??? In che senso?"
"Che ne so... riesce ad andare veloce come la CPU?"
"No, abbiamo simulato la lentezza del bus leggendo e scrivendo solo la seconda volta consecutiva in cui il bit RD o WR è a 1! Inoltre, la funzione che simula i controller tiene in memoria quante volte viene richiamata... e i dispositivi aspettano di essere richiamati un tot di volte prima di fare qualcosa..."


Quindi Joco aveva realizzato un "simulatore di PIGRIZIA"... figata!

"Ok... - continuò Svìscovich - Ma a questo punto chi setta il registro F?"

Il CAZZO, quando SBORRA nella FIGA!!!

"Lo setta la devIP!"
"E come fa a sapere quale dispositivo contiene il registro che vi interessa?"
"Non lo sappiamo! Interroghiamo tutti i controller..."
"E se ne risponde più di uno?"
"Eh... sentiamo solo il primo..."
"Ah... e le sembra una buona soluzione?"


Joco ci pensò un po' su... poi diede una risposta che stupì chiunque: "No, in effetti no... abbiamo sbagliato. Un bus fatto bene dovrebbe controllare tutte le risposte, verificare se ce n'è più di una ed eliminare il rischio di perdita di dati. Insomma, avremmo dovuto generare una TRAP..."

Ci guardammo tutti negli occhi.
Per noi la TRAP era una cosa sola: la pheega con il CAZZO!
Svìscovich, invece, si illuminò, sorrise e scrisse 29.
Joco partiva da 26... quindi aveva preso +3, il massimo!
Grazie alla PHEEGA con il CAZZO!!!
L'ORALE DI MANDINGO
A questo punto, finalmente, il popolo ebbe quello che voleva: era il turno di MandingoMandingo!!!
E ci preparammo allo spettacolo.

Prima domanda: "Mi parli dei REGISTRI!"
"Eh, sì... i registri! I registri, cioè, sono tutti... in un modulo... e quindi..."
"Va bene! Mi parli di questo modulo!"
"Cioè?"
"Di che tipo è? Cos'è? Un array?"


Nell'enorme cavità di una testa deforme e capellata, si udì il tintinnio di una monetina.
Testa o croce?

"Sì..." azzardò Mandingo, privo della minima convinzione.
"Oh, bene! Ed invece i registri di che tipo sono?"

Mandingo ci pensò un po' su e poi si ricordò: "Short-int..."
"Tutti? Ci pensi bene... che intervallo di valori può assumere il tipo short-int?"
"2 alla 16... 65536! Cioè... da -32768 a... 32767, perché c'è lo zero e..."
"Sì, sì, va bene, ok... ma quindi ci pensi bene: è opportuno che dei registri come il MAR siano espressi in short-int?"


Mandingo non aveva la più PALLIDA idea di che cazzo fosse il MAR... come nessuno dei presenti, a dire il vero. E quindi rispose come avrebbe risposto chiunque: "NO!!! Certo che no!!!"
"Oh, volevo ben dire! Avrete usato l'unsigned short-int, no?"
"Ma certamente!!! Che sbadato... scusi!"
"Vede che le cose le sa? Deve solo essere un po' meno impulsivo... Adesso mi dica un po', con calma, che funzioni accedono ai registri!"
"Eh?"
"DevRead, DevWrite... non si ricorda?"


Cazzo, le aveva appena dette JOCO, ormai le sapevo persino io!
Comunque, seppure combinando un casino pazzesco che avrebbe sfinito chiunque, Mandingo riuscì a dare la risposta completa.

"Senta... - continuò Svìscovich, visibilmente provato - Adesso mi dica: dato un array reg(I), come viene tradotto da compilatore?"
"Eh???"
"Che tipo di indirizzamento avete utilizzato? Il registro ha un indice no? Quindi sarà un indirizzamento..."
"...indicizzato?"
rispose Mandingo, che palesemente non aveva mai sentito quell'espressione prima d'ora.
"Ooooh! Bene! Lei è proprio un po' timido eh? Adesso, mi dica ancora una cosa: se io chiamo un numero di registro sbagliato, che cosa succede?"
"Eh... dà errore..."
"Sì, va bene, grazie... Che tipo di errore?"
"Eh..."
"Guardi, se non le viene in mente non è grave! Prenda pure il suo codice sorgente! Ha con sé il listato, no? Mi faccia vedere da codice!"


Nel gabbiotto scese il GELO.
Di fianco a Mandingo giaceva il ROTOLO stampato ad aghi con qualche migliaio di righe scritte da Joco in linguaggio C. NESSUNO di noi aveva MAI letto quel codice neanche UNA volta... e Mandingo al limite l'aveva CANCELLATO, per liberare spazio per i giochi!

Sentendosi perso, Mandingo si ricordò del finale dell'interrogazione di Joco... e rispose con la stessa frase: "Avremmo dovuto generare una TRAP, vero?"

"OH, BENE!!! -
esclamò Svìscovich - Queste sono le cose importanti!!!"

Sì, la pheega con il CAZZO!

Poi Svìscovich aprì il libretto di Mandingo e scrisse 30 e lode.

30 e LODE di SISTEMI1 a MANDINGO!
Aveva preso PIÙ DI JOCO!!!

Fu uno degli scandali più immensi dell'intera storia del Parco dei Diversamente Figati!
E fuori, come logica conseguenza, iniziò a nevicare.
Mercoledì 3 gennaio 1996: ANNO NUOVO, VITA NUOVA!
Per la seconda volta dall'inizio del '96 mi alzai all'alba, mezzogiorno!
Ed il telefono squillò.

"Handicappato! - disse Nichel - Oggi io e Budo andiamo a scuola a farci spiegare il laboratorio da Joco. Vieni anche tu?"
"Ma col CAZZO! Me lo farò spiegare a febbraio..."
"Ahahahahah e ti pare che quel ciuccio a febbraio si ricorda ancora qualcosa? E guarda che poi ti devi studiare TUTTO da SOLO! Capito, handicappato? Dai, vieni a scuola... e ricordati i dischetti!"


E fu così che passammo il giorno a fare un cazzo... però di fronte alla faccia del PAZZO, che sorrideva in LOOP, animata da JOCO con L'AMIGA!
Noi sì che ci sappiamo divertire.

Segue una simpatica conversione in formato audiovideo compatibile con un computer moderno (l'originale era in .FLI)! La voce recitante, modestamente, è la mia.
Mercoledì 10 gennaio 1996: I MASSIMI SISTEMI
Quel mercoledì mi alzai come sempre all'alba, mezzogiorno, ed il livello d'inchiostro nella stampante era tra min e max! Quindi ero a posto.
Poi squillò il cifotono: erano Nichel e Budo, pronti ad un intenso e serissimo pomeriggio di studio... in perfetto stile.

A quanto pare, il potere di Budo si era esaurito con la fine del '95: quest'anno stava vivendo nel normale spaziotempo... si doveva annoiare parecchio.
Comunque, in dieci minuti stampammo il "Bignami Definitivo del Laboratorio di Sistemi"... e, per resto della giornata, giocammo con il 486.
Trovate il riassunto fotografico nelle seguenti diapositive.
Nichel vichingo Budo vichingo Budo vichingo - reprise

Nichel 3d Cross soka
Mercoledì 17 gennaio 1996: L'INCUBO DI ZOOL
Sette giorni più tardi, il mondo era pronto per il più grande spettacolo del '96: l'orale di Sistemi1 di Nichel e Budo!
Nessuno avrebbe mai pensato che la loro scena sarebbe stata oscurata da un dramma che vedeva protagonista lo studente modello per eccellenza: ZoolZOOL.

Prima degli orali, Zool fermò Svìscovich: "Le posso rubare solo un attimo? Avrei un problema..."

Il "problema" non era da poco: Zool era stato UNO DEI PRIMI a passare lo scritto di Sistemi1, perché aveva superato l'esonero a febbraio del '95... quindi adesso GLI SCADEVA!!!
Però NON poteva dare l'ORALE, perché non poteva consegnare il laboratorio: nel suo "supergruppo" (con GM e Mister Bean!) a NESSUNO fotteva un CAZZO!

"Lei sa che nel frattempo l'Ordinamento è cambiato?" rispose Svìscovich.
"Sì... e quindi?"
"E quindi l'ultimo scritto di Sistemi1 è stato a settembre del '95. Siamo a gennaio del '96. Quindi, lei dovrà, sì, RIFARE lo scritto... ma col Nuovo Ordinamento. Quindi, dovrà dare i nuovi moduli: Architetture 1 e 2! E le consiglio di seguire il corso, perché il programma è diverso... e non vorrei essere nei suoi panni, siamo quasi alla fine..."
"..."
"Naturalmente, dovrà rifare anche il laboratorio, che non ha niente più a che fare col vecchio progetto... ma tanto, da quel che ho capito, non l'avete neanche iniziato..."


Il colore della faccia di Zool cambiò diverse volte in luminosità, tonalità e saturazione.
Tipo i giochi con la Tseng!
Riuscì a dire solo tre parole: "Non... ho... afferrato..."

Svìscovich sorrise: "Va bene! Le concedo una piccola proroga, ma... si dia da fare!"

Felice e contento, Zool corse via, pronto a spaccarsi il culo, da solo, per l'intero "supergruppo"!
Ci piace ricordarlo così.
BUDO ALLA RISCOSSA
Liquidato Zool, Svìscovich interrogò due tizi che davano Comunicazioni Elettriche. Non sembravano così diversi da noi: sapevano una minchia e l'ultima figa l'avranno vista quand'erano nati... ma era l'interrogazione più lunga del mondo, a differenza dei vostri cazzi.

Nichel e Budo osservarono il primo fino alla fine, con un misto di ansia e di decomposizione.
Al secondo, Nichel esplose: "Usciamo, va'! Ho voglia di caffé!"

Solo una sottilissima parete divideva le macchinette del caffé dai cessi ed il sapore fu la conferma definitiva: furono le 500 lire peggio investite della nostra vita.
E, soprattutto, a Nichel sarebbe servita una camomilla o una canna, non un caffé: era la prima volta che lo vedevo così agitato! E dire che non rischiava nulla: di scritto superava il 20 ed il minimo che poteva prendere all'orale era -3. Di che cazzo si preoccupava?

Comunque, alle ore 17:17 (del giorno 17!), fu Budo ad iniziare lo show.

"Come avete fatto i registri?" chiese Svìscovich.
Che culo, era la STESSA domanda che aveva fatto a Mandingo! E Budo rispose esattamente come Mandingo.

"Ma perché avete usato il tipo SHORT-INT?"

Cazzo, alla faccia del dejavu... sembrava "Ricomincio da capo"!

"Ma è così per tutti i registri?"
"Va bene... Adesso mi sa dire che funzioni accedono ai registri?"
"Ok, ma dato un array reg(I), come viene tradotto da compilatore?"
"Va bene ma... se io do un numero di registro sbagliato, che cosa succede?"


Chi siete? Cosa portate? Sì, ma quanti siete? Un FIORINO!

Comunque, Budo terminò con il colpo di teatro: "Eh... nel nostro caso compare un semplice messaggio di errore, ma è stata una scelta un po'... come dire... sofferta! Sarebbe stato meglio generare una TRAP!"

Svìscovich si illuminò... l'ORALE ERA GIÀ FINITO!
Budo (ripeto, Budo!) aveva preso +3 di Sistemi1... e stava per registrare il voto prima di GM, di Mister Bean e di Zool!

Per festeggiare, Budo concluse in bellezza, con la CAZZATA del MILLENNIO: "Ah, ma il voto lo scrive sempre nella prima pagina? Anche se è un esame del secondo anno? Pensavo che ogni pagina del libretto corrispondesse ad un anno di corso... visto che sono quattro!!!"

Una sola persona non rise: Nichel.

Adesso toccava a lui.
L'ORALE DI NICHEL
"Mi dica un po'... - disse Svìscovich - Come avete simulato il Bus di Sistema?"

E questa era la domanda fatta a Joco!

"Ma il vostro bus è veloce?"
"Ma quali funzioni gestiscono il bus?"
"E come funziona la DevIp?"
"Sì, ma chi setta il registro F?"
"Oh, molto bene, ma... se risponde più di un controller?"


Nichel sospirò e, fingendo sincero rammarico, disse: "Eh... il NOSTRO bus, purtroppo, sente solo la prima risposta. Non ABBIAMO avuto tempo di fare di meglio, mi spiace. Però, mi rendo conto che non è stato un buon lavoro. Un bus fatto bene dovrebbe controllare tutte le risposte, verificare se ce n'è più d'una ed eliminare il rischio di perdita di dati... generando una TRAP!"

CASUALMENTE erano esattamente le parole che Svìscovich voleva sentire... ed anche Nichel prese +3!
Uno SCANDALO, cazzo... quell'orale era una FIGATA!!!
Mercoledì 14 febbraio 1996: IL GRAN GIORNO!
Quel mercoledì mi alzai come sempre all'alba, mezzogiorno.
Per una grama volta, non avevo ansia per l'esame... e ci mancherebbe il contrario, era una cazzata!
Avevo sentito anche altri diversamente figati, naturalmente, ed a TUTTI aveva chiesto le stesse DUE cose: i registri ed il bus di sistema.
Quindi, me ne sbattevo talmente il cazzo che lunedì stavo persino per andare al cinema con Joco, che voleva vedere "I laureati"... e non sarebbe stato male, come spregio. Poi lo paccai all'ultimo, per ripassare... e andò a finire che mi guardai in diretta : avevano inventato un personaggio che prendeva per il culo NOI, il Nonno Multimediale!

Di cose assurde, comunque, continuavano a capitarne in continuazione: il 31 gennaio avevo passato Analisi2, prima di Sistemi!!!
Contemporaneamente, ero entrato a far parte di un gruppo rock, i QUARANTENA! Facevamo cover dei Metallica e facevamo CAGARE: io suonavo il basso con la tastiera, il chitarrista andava fuori tempo, il batterista era un nano che non arrivava alla batteria e l'unico quasi normale era il cantante, che adesso era partito per Naja.

E poi, cosa più importante di tutte, avevo completato la beta del livello di Doom!!!
Avevo personalizzato tutto: le texture, i mostri, le musiche e gli effetti sonori.
I bidoni esplosivi erano la testa di Mandingo, i pulsanti erano la faccia del Pazzo (con l'animazione di Joco!) e tutti i mostri dicevano parolacce: alcuni avevano la mia voce e quella di Killer, ma c'erano anche gli Ifix Tcen Tcen, Mangoni e Claudio Bisio, da "Alfonso 2000"!

Nella versione definitiva, avrei ridisegnato anche le mappe: volevo creare la copia sputata del Parco dei Diversamente Figati, con l'atrio, le aule ed i cessi. Prima però dovevo cambiare computer: mi sarei preso un bel PENTIUM!
Mio padre me l'aveva promesso, come regalo per il secondo esame dell'anno: non poteva certo immaginare che stavo per darlo già adesso... e, soprattutto, che era una cazzata!
Insomma, oggi avrei completato il trionfo: avrei dato l'orale di Sistemi1.
Che splendida giornata.

Sul 2, in compenso, c'era terra bruciata: ero arrivato tardi per il casino e per la pheega. Peccato... avrei voluto presentarmi da Svìscovich con il cazzo duro!
Intanto, dai discorsi di due signore sulla trentina, mi accorsi che era San Valentino... e non era una bella notizia: tutti i maschi imparano a temere San Valentino, dalla prima media fino al giorno in cui si ritrovano sposati!

E va be', mi diressi verso il "gabbiotto" ed incontrai MANDINGO, che puntò il dito ed urlò: "TI SEEEEEEEEEEEEEEEGA!!!"
E poi saltò su un teleport, un attimo prima che gli sparassi col BFG9000.
Tutto normale, insomma.

Nel "gabbiotto", però, c'erano altri esami... e non di Svìscovich: un foglio avvisava che tutti i suoi orali erano spostati nel suo ufficio.
E va be', salii le scale... e beccai di nuovo Mandingo.

"Ci hanno spostati al piano di sopra..." dissi.
"Ma è VEEEEERO..." rispose.
"Che cosa?"
"CHE TI SEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEGA!!!"


Caricai la motosega e lo rincorsi per il corridoio, ma l'Essere scrisse IDSPISPOPD e fuggì attraverso i muri! E così, senza accorgermene, ero già arrivato da Svìscovich, ma la porta era chiusa.
Potevo attivare anch'io l'immaterialità, ma non sembrava carino.

"Deve ancora arrivare! - mi disse un tizio - Anche tu sei qua per Sistemi?"
"Già... tu cosa preferisci? I registri o il bus di sistema?"
"Ma sempre quelle due domande fa? Ho sentito un po' di orali e..."
"Sempre!"
"Figata..."


Poi Svìscovich fece il suo ingresso trionfale e l'orale ebbe inizio.

"Mi racconta come avete fatto il Bus di Sistema?"

Peccato l'avesse chiesto all'altro sfigato, era la mia domanda preferita.
E va be', mi sarebbe toccata la numero due: i registri... iniziai mentalmente a ripassare la parte.

Alle nostre spalle, intanto, apparve un fantasma: SPRANGA.
Compagno delle superiori di GM, di MiOpìO e di Zool, Spranga aveva fatto il primo anno con il corso A, per via del cognome... ma poi era sparito: non lo vedevo da UN ANNO!

"Ciao! - sussurrai - Tutto ok?"
"Adesso sì! -
rispose - Sono tornato da Naja!"
"NAJA??? ECCO DOV'ERI FINITO!!! MA CAZZO! COME MAI? COS'È CHE..."
"SHHHHHH!"


Svìscovich fece segno di fare silenzio... e seguimmo il consiglio.

"Senta... - domandò al nostro amico - Che succede se più di un controller risponde?"

Dai, dai, la pheega con il CAZZO, dai!

"Ah, si pianta tutto..."
"CHE COSA???"
"Eh... sì, almeno credo! Cioè, non ci abbiamo pensato..."
"NON CI AVETE PENSATO??? Scusi ma... si rende conto che è grave? Si possono perdere dei dati!"
"Oh, è una scelta..."


Di fronte a questa frase, Svìscovich disse BASTA e gli diede -3.
Era la prima volta che lo vedevo incazzato!

"Chiedo scusa... - disse Spranga - Posso farle una domanda?"
"Prego... vuole prenotare un orale?"
"Ecco, no. Io sarei iscritto al Vecchio Ordinamento, ma dovrei fare ancora lo scritto di Sistemi1..."


Grande Spranga, cazzo!
Non so in quanti avrebbero avuto le palle di ricominciare, dopo Naja.

"Sistemi1? Mi dispiace, ma l'ultimo appello era a settembre dell'anno scorso!"
"Eh, lo so... quindi come posso fare?"
"Deve dare i moduli equivalenti del Nuovo Ordinamento: Architetture 1 e 2. E guardi che il programma è cambiato! E poi, naturalmente, c'è da preparare il laboratorio... mi auguro che lei non l'abbia iniziato pensando di fare quello vecchio, perché il progetto è completamente differente..."
"Ah..."


Mi aspettavo il colpo di scena finale stile Zool, invece non era uno scherzo!
E Spranga andò via, con una mazza chiodata nel culo.

E va be', adesso toccava a me! Aléééééééééé!!!
E FINALMENTE... IL TRIONFO! L'ORALE DI SISTEMI 1!
Mi accomodai di fronte a Svìscovich, sforzandomi di non sorridere troppo.
Però cazzo, stavo vivendo un momento epico.
Quel giorno stavo per completare l'AntiNaja... a FEBBRAIO! E non avrei più dovuto fare un CAZZO tutto l'anno: il '96 sarebbe stato l'anno migliore della mia vita!

Oh, dai, non distraiamoci troppo! I registri. Ripassiamo la parte: "Abbiamo definito il tipo registro come SHORT-INT, cioè come un tipo di dato formato da due byte. Poi abbiamo definito un vettore di tipo registro e dimensione 25. Dentro al vettore, abbiamo associato ad ogni numero un..."

"MI DICA COME AVETE FATTO IL MIR!"


Una pioggia di MATTONI mi sconquassò il cervello.

"Il MIR è un registro... - risposi, cercando di mantenere la calma - ...e noi abbiamo definito il tipo registro come SHORT-INT, cioè..."
"Guardi che le ho chiesto il MIR. Quello che lei mi sta dicendo vale sicuramente per molti registri, ma per il MIR le cose sono un po' diverse... no?"


In quel momento, squillò il telefono.
Non so chi fosse... forse era Dio!
Comunque, Svìscovich rispose, si guardò intorno e si allontanò dallo studio.

Sfogliai avidamente la relazione: "Il MIR è stato realizzato come un BIT FIELD a 32 bit."
Non diceva altro... fine.

"Rieccomi! - disse Svìscovich - Allora, dov'eravamo rimasti? Al MIR, vero? Mi racconti un po'..."
"Certo! -
risposi - Prima le parlavo degli altri registri, che sono SHORT-INT... ma il MIR naturalmente no! Ci mancherebbe! L'abbiamo realizzato come un BIT FIELD a 32 bit!"

Svìscovich mi guardò impassibile.

"Bene... - commentò - CHE COS'È UN BIT FIELD?"

Perfetto.

"Eh..."
"Guardi... se non si ricorda, prenda pure il vostro listato, mi faccia vedere direttamente la funzione..."


Stava.
Capitando.
Davvero.

Non sapendo che fare, srotolai il papiro stampato ad aghi.
Non sapevo NULLA di quello che c'era scritto: il codice non aveva un ordine, non esisteva un indice... e persino fare FINTA di cercare era impossibile.

"Ascolti... - disse Svìscovich - Facciamo una bella cosa. Adesso lei STUDIA il suo progetto e torna un'altra volta. Magari tra un mesetto. Ok?"
"..."
"Vede, se lei avesse avuto almeno 21 di scritto, io le avrei dato 18 e lei sarebbe uscito di qua col sorriso. Ma così..."


Era l'umiliazione finale: salutai e scappai via.
ERO IL PRIMO NELLA STORIA DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA AD ESSERE STATO SEGATO ALL'ORALE DI SISTEMI1.
ERO IL PIÙ SFIGATO DI TUTTI i DIVERSAMENTE FIGATI DEL NOSTRO UNIVERSO!!!
E pure di quelli paralleli.

Le implicazioni mi vennero in mente, una ad una, mentre il 2 mi riportava a casa.
  • Se avessi passato gli esoneri, terminando a febbraio, ed oggi mi avesse segato, mi sarebbe scaduto lo scritto... e, di conseguenza, a causa del cambio dell'Ordinamento, avrei perso anche il LABORATORIO di JOCO! Quindi, mi ero salvato solo perché mi ero DIMENTICATO di iscrivermi al primo esonero, nell'ottobre del '94.
  • Punto secondo: io adesso come cazzo lo passavo quell'orale?
    Dovevo studiare DAVVERO il codice di Joco!!!
    Altrimenti, Naja.
  • Punto terzo, il più grave: col CAZZO che adesso mio padre mi cagava i soldi... ADDIO PENTIUM!
Vaffankuloooooooooo!!!
Mercoledì 20 marzo 1996: L'UNIVERSO CONTRO MANDINGO
Quel mercoledì mi alzai come sempre all'alba, mezzogiorno, carico di allegria e di buon umore: a , al Nonno Multimediale avevano regalato il PENTIUM!
Sulle prime l'avevo mandato affankulo, ma in realtà mi aveva suggerito la soluzione: hackerare il sito dell'università, alla voce "elenco esami".

Porca troia, avrei fatto qualunque cosa per passare Sistemi1... va be', tranne studiare.
Però nel frattempo avevo scritto altri TRE racconti: la Seratina a Truc 'd Miola, l'Epopea del Gufo e la Gita al cinema Porno, in cui raccontavo di gente che cantava lo Jodel mentre sborrava nel culo!
Insomma... ero innamorato della cultura.

Naturalmente, ero anche andato a prenotare il nuovo orale di Sistemi per marzo: era stato Svìscovich a darmi appuntamento per il 2 Aprile... perché prima non aveva tempo!
E quindi, se mi avesse segato di nuovo?
Semplice: tempo scaduto... quindi avrei perso lo scritto, il laboratorio e la verginità anale.

Fankulo, meglio pensare alle cose importanti: sul 2 stava fiorendo la pheega!
Bagnata, perché pioveva.
Ancora un giorno ed era primavera... e poi estate! YEEEEEEEEEEEEE!!!
Ed a scuola c'era Joco che parlava di ALIENI.

"Hanno avvistato un altro UFO... - diceva - E, vaffanbagno, che cazzo ridete? Ci sono prove filmate! A parte Roswell ci sono anche..."
"Roswell?"
"Sì, Roswell, quando sono arrivati gli ALIENI in America... Ma vaffanbagno, non sapete proprio niente? Negli anni 40, è precipitato un UFO in un posto che si chiama Roswell, nel Nuovo Messico. Allora sono arrivati i servizi segreti, hanno rapito gli alieni ed hanno costruito lì vicino una base militare, per nascondere tutto, così possono usare la tecnologia aliena per..."
"Ma naviga di PORNO, cazzo!!!"


La passione di Joco per gli UFO aveva solo un lato positivo: mi aveva fatto conoscere i telefilm di X-Files, prima che sparissero dalla TV.
In pratica, era fantascienza ambientata nel presente, ovviamente in America, ed il protagonista era Fox Mulder, investigatore del paranormale.
Per distinguersi da Dylan Dog, Mulder veniva skifato dalla pheega... e la sua spalla, Dana Scully, era l'opposto di Groucho: era la donna più SERIA del mondo; ovviamente non credeva agli alieni, ma anche lei faceva da badante a Mulder quando si ficcava nei guai... cioè sempre.

Il vero pregio di quei telefilm erano i cattivi: c'era l'uomo allungabile... a differenza dei vostri cazzi; c'era il gemello nano che fingeva di essere siamese per staccarsi ed ammazzare la gente di nascosto; e poi lo scienziato con l'ombra che uccide, che era una citazione involontaria di una storia di Topolino.
Del resto, diverse puntate strizzavano l'occhio a classici della fantascienza: ad esempio c'era l'equipaggio di una nave militare che iniziava di colpo ad invecchiare... come in un episodio di Star Trek; anche in questo caso, prima di risolvere l'enigma, Mulder passava in rassegna tutte le soluzioni più improbabili, dai wormhole alle macchine del tempo... e CHIUNQUE di noi aveva trovato la soluzione prima di lui: la sostanza infetta che provocava l'invecchiamento... era il LAVORO!

La migliore di tutte, però, l'avevo vista a gennaio, un attimo prima che la serie sparisse.
Si chiamava La nostra città e si apriva con la scomparsa di un ispettore alimentare in un paesino dell'Arkansas.
Durante le indagini, alcuni abitanti impazzivano come indemoniati... o come Mandingo quando avevo passato Analisi2.
Presenze oscure?
No, morbo di "Creutzfeldt-Jakob", una malattia che spappola il cervello e si contrae solo mangiando carne infetta.
Casualmente, nel centro del paese sorgeva un enorme impianto di lavorazione del pollame!
Elementare, Watson? Indagine risolta?
No: i polli non c'entravano nulla, perché non potevano contrarre quella malattia.
Quindi? Qual era la carne infetta?
Durante l'intera puntata, veniva ripetutamente inquadrato il cartello di benvenuto col motto del paese: "GOOD PEOPLE, GOOD FOOD!"
Avete capito?
Ebbene sì: la carne infetta era quella dell'ispettore alimentare, perché Dudley era un paese di cannibali!
Quindi, la brava gente del posto si era mangiata l'ispettore alimentare, senza sapere che era malato... e adesso diventavano pazzi e crepavano! Tutti.
Era semplicemente meraviglioso.

Al Parco dei Diversamente Figati, invece, qualcun altro aveva ricominciato a viaggiare nel tempo: BUDO aveva provato a fare l'orale di Analisi1... e, mentre aspettava il suo turno, era SPARITO.

"Non è colpa mia! Stava per toccare a me... ma son dovuto andare via, perché avevo un appuntamento. Peccato, però: sapevo tutto! E adesso devo rifare lo scritto di Analisi1..."

Risposta di Mandingo, testuali parole: "Mi sto andando ad informare per ANALISI DUUUUE! Ihihihihihiiiiiii!"
Era stato un bel momento.

In quanto demone, anche l'Essere poteva viaggiare nel tempo, ma se ne fotteva: l'unica cosa che avrebbe fatto nella sola epoca che reputava interessante, cioè gli anni '80, sarebbe stata giocare ai videogames.
Così, restava nel presente e scaricava la roba anni '80 direttamente da Internet, tanto poi MAME e vaffankulo.

"Marok! L'hai visto questo? È Donkey Kong, ho scaricato l'emulatore del COLECOVISION!"
"Ah beh..."
"E tu che fai? Ridai Sisteeeemi? Sono CONTENTO che ti ha SEGAAAATO!"
"E tu, Mandingo? Ancora ZERO ESAMI quest'anno, eh? Quand'è che dai un bell'orale? Tipo Analisi 2! Dai che vengo a vederti... quando parti per NAAAJA! Ma è VEEEEEERO che parti per NAAAAAAJA!"
"Gennaio è ancora lontaaaano! E di noi due vedreeeemo chi sarà a partire per NAAAAAJA! Ihihihihihihiiiiii!"
"DI SICURO NON SARÒ IO!!!"
esclamò una voce alle nostre spalle.

Ci voltammo... era Nichel.

"Ohu, Nichel! Che succede? Ti sei fatto riformare?"
"Ahahaha! No, ciucci! Guardate qua!"


Nichel ci mostrò il libretto: aveva preso 26 di Calcolo Numerico!

"Partivo da 20 di scritto e mi ha dato 26! Me l'ha alzato di SEI PUNTI! Ed è il SECONDO ESAME DELL'ANNO... capito ciucci? DUE ESAMI FATTI nel '96! A MARZO! Meeemé! Iataffangù!!!"

E
        M A N D I N G O
                            E S P L O o O o Ö o O o O S E
.

"NON È GIUUUUUUSTO! HAI RUBAAAATO!"
"Ma dai... Senti come suona bene: Nichel DUE MandingoMandingo ZEEEEEERO!"


Mentre l'Essere friggeva, arrivò Grip, insolitamente vivace: sembrava quasi sveglio!

"Ohu Grip! Che succede?"
"Ho appena passato Calcolo..."
"Oè, anche tu?"
"Sì! E quest'anno, con Sistemi, fa due!"


Per Mandingo fu la FATALITY!

"VAFFANKULOOOO!!! - urlò l'Essere, premendosi le mani sulle enormi tempie capellate - VAFFANKULO! VAFFANKULO! VAFFANKULOOOOO!!!"

Poi abbandonò il computer e (udite udite!) si mise... a... STUDIARE!
Fu una splendida giornata.

Ah, non ditelo a nessuno... ma da quel piovoso pomeriggio di marzo iniziai anch'io a studiare Sistemi1.
Non mettetelo su Internet!
Venerdì 22 marzo 1996: LA MUCCA PAZZA
Quel venerdì mi alzai come sempre a mezzogiorno... e avevo di nuovo la febbre.
Come quando studiavo Analisi2!
Porca troia, allora era ufficiale: avevo l'ALLERGIA ALLO STUDIO!

E così, per una volta, anche la vecchia La gatta dietro al nastro che scottaNerina era contenta: nessuno l'avrebbe sfrattata dallo zaino!
Poi la Voce della mia Coscienza rincasò dal lavoro, azionò il radar... e mi trovò nascosto sotto le coperte.

"Mangia qualcosa! Mangia qualcosa! E smettila di uscire la sera, perché è così che ti ammali! E ricorda che cosa diceva Padre Dante degli Ignavi! Ricorda che cosa diceva Caron Dimonio ai dannati: guai a voi, anime prave! Non isperate mai veder lo cielo: i' vegno per menarvi a l'altra riva ne le tenebre etterne, in caldo e 'n gelo e..."

Chiusi la porta e accesi pigramente la tv su VideoMusic.
Grazie al cielo, non c'era il basket... ma c'era il video di un tizio chiamato "Mao e la rivoluzione", che nel ritornello cantava "È bello sentire febbre" e "sono felice di aver provato cosa vuol dire avere FEBBRE!"

Ma vaffankulo.
Cambiai canale... e finii sul TG.

"Allarme nel mondo: diverse persone sono morte a causa del morbo di Creutzfeldt-Jakob, una malattia che si contrae mangiando carne animale infetta! E si parla già di morbo della MUCCA PAZZA!"

Scrollai la testa... avevo così tanta febbre?
No, non era X-Files... era DAVVERO il telegiornale. Cazzo!!!
Telefonai subito a Joco... e per fortuna lo beccai in casa.

"OHU... - dissi - HAI SENTITO IL TG?"
"No... cazzo succede?"
"C'È X-FILES NELLA REALTÀ!!!"
"Che cosa?"
"Ti ricordi il morbo di Creutzfeldt-Jakob? Ecco, gira sul telegiornale ORA!!! Sta capitando sul serio... ma in scala MONDIALE!"


Joco scoppiò a ridere ed accese la tv.

"Ma che cazzo sta succedendo?"
"A quanto pare c'è in giro della carne infetta da Creutzfeldt-Jakob, come in X-Files!"
"Ahahah! Ma... non si pigliava soltanto con la carne umana?"
"E chi ti dice che non lo sia?"
"Figata! E, senti un po'... chi era che diceva che non bisognava più mangiare carne?"
"BEAT!!! Cazzo... sono due mesi che Beat ha smesso di mangiare carne, perché è in Quaresima! E sono DUE MESI che noi ci abboffiamo di carne per prenderlo per il culo!"
"A te diceva che era in Quaresima... in realtà Beat SAPEVA!"


Ok, era tutto chiaro... tranne una cosa.

"Joco, ma... sono quasi le DUE! Che cazzo ci fai a casa?"
"Eh, ho appena fatto lo scritto di Fisica! E son venuto via..."
"E com'è andata?"
"Mah, non lo so... mi sono venuti risultati SIMILI a quelli giusti..."
"Ah, bene. Farai un anno SIMILE alla Naja!"
"Ma vaffanbagno! Ohu, domani esci? C'è la HYAKUTAKE!!!"
"Cazzo è, una malattia?"
"Ma sei picio? La COMETA!!! La cometa più luminosa degli ultimi 200 anni!!!"
"Ma vaffankulo!"


Subito dopo, squillò il telefono... era Spud! Ci mancava solo lui.

"Ohu! - disse - Ho un piede e tre quarti nella fossa e l'altro nella merda!"
"E il cazzo?"
"Nel cuuulo! Ho la feeeeebbre!"
"Pure io..."
"E io di più! È venuto il dottore e mi ha detto che devo prendere una pastiglia al giorno per tutta la vita! E mi ha scritto una confezione da 15..."
"Cazzo fai in 15 giorni? Sono troppi... almeno drogati!"
"Eh, il fatto è che stasera fanno cover dei Led Zeppelin al Rock House!"
"Bravo! Vai!"
"Io no! Non posso... ho la febbre! Quindi ci vai TU e me lo registri... capito?"


Misi giù il telefono e mi barricai in casa.
E, soprattutto, vaffankulo.
Sanscemo1996
Sabato 30 marzo 1996: SANSCEMO 7
Percorsi in silenzio il corridoio ed era lungo, freddo e buio.
Bussai alla porta... ed una voce disse: "Avanti!"
Era una voce strana... aprii la porta, ma nell'ufficio non c'era Svìscovich.
C'era LA PROF DI ANALISI 1!

"Benedetto ragazzo... ci rivediamo eh?"
"Ma come? Adesso... interroga lei di..."
"MI DIMOSTRI I REGISTRI!"
"Prego?"
"  M I    D I M O S T R  I     I    R E G I S T R I   !  "


Davanti a me, un foglio a quadretti ed una penna.
Alle mie spalle, risate agghiaccianti.
Poi BIANCO, solo il bianco del foglio... ed all'improvviso l'ufficio sbiadì ed apparve il 486.
Poi le videocassette, le cassette, i floppy e le foto appese alle pareti e, sullo zaino, Nerina... che però non voleva che le dimostrassi nulla.

Poi il telefono squillò... era GM.

"Ohu! - disse - Già sveglio a mezzogiorno?"
"Quasi... stavo sognando che la profia di Analisi1 mi interrogava di Sistemi!"
"Che culo! Noi dobbiamo ancora consegnare il laboratorio..."
"Ahahahahah! Veramente? E Zool?"
"Non è conteeeeento. Ohu, che fai stasera? Vieni a SanScemo? Dai, è al Parco Ruffini, sotto casa nostra! Ci siamo tutti... e costa un cazzo!"


Avevo ancora un po' di febbre, ma decisi di sbattermene i coglioni... e feci bene: il Palaruffini era il Paradiso.
C'era gente che distribuiva VERDURE da tirare contro quelli che cantavano sul palco e la poca pheega (ma veramente poca!) veniva insozzata dalla testa ai piedi.
E poi c'era il Mago Gabriel in giuria! Cazzo, era ancora vivo... l'ultima volta che l'avevo visto, il Mago Gabriel vendeva lavatrici, sempre su TF9... ma ormai erano passati due anni!
Il mondo dimentica troppo in fretta.
Volevo andare a stringergli la mano, ma avvicinarsi era impossibile, si rischiava la vita!

Poi iniziò il concerto.
Alcuni gruppi in realtà erano merda a spruzzo ed era uno spreco persino lanciargli la verdura: meglio lordare Natalia Estrada, di bianco vestita.
Altri però erano eccezionali! Questa la mia classifica personale:
  1. Graziella e le Mountain Bike, "La Mountain Bike"
  2. H2SO4, "Villaggio Calipso"
  3. Marco Carena, "Quanta nel mondo"
  4. Teste Sciroppate, "Organizziamoci"
  5. Godoloni, "Va' Gina va'"
Naturalmente, NESSUNO DI LORO vinse un cazzo: giuria di merda, fankulo Mago Gabriel!
E, dei miei preferiti, DUE su CINQUE furono persino CENSURATI dalla RAI, durante la messa in onda dell'8 aprile. Peccato.










Martedì 2 aprile 1996: IL DUELLO FINALE
Quel martedì avevo dormito poco o nulla: la sera della vigilia ero andato al cinema con Joco a vedere "Toy story" (perché l'altra volta che gli avevo fatto pacco mi aveva segato!), poi ero tornato a casa prestissimo, pensando di ripassare... e invece mi ero visto in diretta .
Gran bella puntata, tra l'altro: al Nonno Multimediale era sparito Guendaline, il computer femmina... che in realtà stava TROMBANDO con il conte Uguccione!!!
E nel frattempo Nico vinceva la notte degli Oscar sardi.

Avevo iniziato a studiare solo a mezzanotte e mezza... poi avevo tirato l'alba e mi ero risvegliato a mezzogiorno, quando Nerina si era illusa di avere conquistato lo zaino.

"Mangia qualcosa! - urlò la Voce della mia Coscienza - Che non ti fa bene uscire così! E comportati bene! Ascolta la Voce della tua Coscienza! E ricordati cosa dice Padre Dante! Ma quell'anime, ch'eran lasse e nude, cangiar colore e dibattero i denti, ratto che 'nteser le parole crude. Bestemmiavano Dio e lor parenti, l'umana spezie e 'l loco e 'l tempo e 'l seme di lor semenza e di lor nascimenti. Poi si ritrasser tutte quante insieme, forte piangendo, a la riva malvagia ch'attende ciascun uom che Dio non teme..."

Non mi servivano neanche le cuffie: avevo l'Ansia a palla, che cantava, ballava, pogava... tirava anche le verdure!!!
Per il resto, pioveva.

Arrivato a scuola, passai tre ore a rileggere il codice di Joco, che ormai sapevo a memoria! Ed alle 17:30 in punto bussai all'ufficio di Svìscovich.

Stavolta, ero da solo.
Non sarebbe neanche regolare l'esame senza testimoni.
Ma che cazzo mi avrebbe chiesto?
Chi ha inventato il bit?
Svìscovich mi guardò.
Avevo in testa tutto il codice del microprogramma, tipo Johnny Mnemonic!
In effetti, facevo anch'io abbastanza cagare.
Silenzio, solo silenzio... sono istanti che durano tutta la vita.

"Ok... - esclamò - mi dica come avete fatto i REGISTRI!"

VAFFANKULO!!!!!!!!!!!!!
Non me lo poteva chiedere a FEBBRAIO??? Avrei risparmiato DUE MESI!!!
VAFFANKULOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!

Recitai la parte che avevo sempre saputo: "Abbiamo definito il tipo registro come SHORT-INT, cioè come un tipo di dato formato da due byte. Poi abbiamo definito un vettore, di tipo registro e di dimensione 25. Poi abbiamo associato ad ogni indice del vettore un registro e un nome!"
"Ma perché avete usato il tipo SHORT-INT?"
"Perché possono assumere valori positivi e negativi... con l'eccezione del MAR, naturalmente: il Memory Address Register! Per il MAR abbiamo usato UNSIGNED SHORT-INT, in quanto la memoria indirizza da zero fino a 65535!"
"Bene... che funzioni accedono ai registri?"
"Ai registri hanno accesso solo due funzioni: la RegRead e la RegWrite. La RegRead ha un parametro solo: il numero del registro. La RegWrite invece ne ha due: il numero del registro ed il contenuto da scrivere!"
"Ok... ma, se io chiamo un numero di registro sbagliato, che cosa succede?"


Volevo rispondere: "UN FIORINO, CAZZO!"

Poi sospirai... e terminai la recita: "Eh... da noi, purtroppo, compare solo un messaggio di errore... nonostante il nostro immenso entusiasmo, la nostra totale dedizione e la nostra enorme buona volontà, non abbiamo avuto tempo di fare di meglio! Chiaramente, se avessimo potuto fare le cose per bene, avremmo generato una TRAP!"

Come da copione, alla parola "TRAP", Svìscovich si illuminò, sorrise e scrisse il voto.

Già fatto???

CINQUE MINUTI scarsi... e mi aveva dato 21!

+3!

VITTORIAAAAAAAAAAAAAAAA!!!

La sesta riga: Sistemi1!

AFTER
Nei giorni successivi, andai al Distretto Militare a consegnare il rinvio... probabilmente ero uno dei primi, a Torino!!! E mi preparai a fare un cazzo per il resto dell'anno.

Quindi, passai da Obelix ad affittarmi un po' di musica, perché ero a digiuno!
Così, feci la scoperta di "Eat the Phikis", il nuovo disco di Elio e le Storie Tese... ed era un album SPETTACOLARE!!!
Avevano ampiamente lavato l'onta di Sanremo: due brani in particolare, "Tapparella" ed "El Pube", erano tra le cose più belle che avessi sentito mai nella vita.

Infine, per ricordare l'avventura, stampai a Joco La maglietta di JOCOla MAGLIETTA commemorativa del laboratorio di Sistemi1!
Notare le finestre di Windows 3.11... perché Windows95 vaffankulo!

Per la festa AntiNaja, invece, aspettammo un paio di settimane, così il gruppo di GM fece in tempo a consegnare il laboratorio di Sistemi1 e dare l'orale!
Ed anche Zool, finalmente, era contento.

Alla fine, fu record: entro maggio, tutti quelli che rischiavano Naja si erano messi in salvo, dando il secondo esame.
Tutti tranne DUE: Joco e Mandingo, gli unici due PIRLA che avevano voluto dare Sistemi1 a dicembre!!!

Comunque, anche loro vennero con noi a festeggiare: prima andammo a sfasciare casa Joco a Pragelato e poi, come sempre, facemmo la pizzata AntiNaja alla Petite di Corso Unione, di fronte al Distretto Militare.

E finalmente la Voce della mia Coscienza fu felice... e padre Dante poté dormire sonni tranquilli: per un bel po', a casa Marok non lo invocò nessuno!
Ed anche babbo Marok, naturalmente, mantenne la promessa e staccò l'assegno: potevo comprare il PENTIUM!!!

Non per questo, portai a termine la versione definitiva del livello di Doom dei Diversamente Figati: ormai sentivo il richiamo del casino e tutto il resto vaffankulo! Quindi, sarebbe rimasto in versione beta, per sempre.

Cazzo, per la prima volta mi preparavo a vivere l'estate senza l'ansia di Naja... e volevo che fosse la più bella Estate di tutta la mia vita!
Non avrei mai immaginato quanti altri enormi casini stavano per capitare... ma l'avrei scoperto solo vivendo!!!
Per il momento, andate alienamente, bovinamente, pazzamente e sistematicamente affankulo.


Joco fotomodello Joco assiso Quattro handicappati
Joco siesta Marok soka
Nichel offline Nichel drunk Uno dei due bicchieri è di Joco. Ma quale?
Nichel handicap Grip drunk