MENU:

Marok.org > Cumpa > Archivio | Blog | Chi siamo | Disegni | Foto | Perle | Storie | Voci

LOADING...
Sei in: Marok.org > Cumpa > Storie > LFC


Come ho passato LFC - Venerdì 18/7/1997
Sabato 8 giugno 1996: IL PERCHÉ
Un biodegrado denso e vorticante scuoteva il sifone infernale della La Sacra BirraSacra Birra, facce di feccia urlante si inseguivano sui tavoli e, in sella ai sogni, schizzavan sui tunnel di sotto, ma anche di lato, come un Descent Deluxe.

Le fasi della serata si misuravano a metri, dove ogni "metro" era un tronco d'albero bucato, che portava 16 medie armoniche, di potenza o integrali... ed era un vero peccato che la pheega tendesse all'estinzione. Però le poche presenti riconciliavano con la vita, ballavano, urlettavano e, se eravamo fortunati, facevano la doccia nella birra!
Anche asciutte, comunque, andavano bene lo stesso.

Il primo contatto con la pheega toccò ad Attila, nel senso che rischiò mazzate: una tipa biascicava roba incomprensibile e, d'istinto, lo sventurato rispose: "SOOKA!".
Come fossimo noi!

Per fortuna, Jena il Rollatore lo sottrasse alle unghie della giovane, mentre Begbie il Porko trascinò il branco a pisciare nel parcheggio, sulla portiera della macchina di Andy, che intanto fissava il nulla e fumava.

C'era sempre un ultimo arrivato e, in questo caso, fu Spud: si lasciò collassare sulla portiera pluripisciata con una sfiga tale che, persino dall'auto a fianco, qualcuno scoppiò a ridere!
Mi voltai e vidi l'ultima persona che mai avrei pensato di trovare in un posto del genere: GMGM.

"TU? Cazzo ci fai QUA???" gridammo entrambi, in coro.

"Ohu! - continuò GM - Lunedì 17 provo LFC! Vieni a copiare? Dai! Se no mi rompo il cazzo!".

In quale universo poteva avere un senso tutto ciò?

Iniziava l'avventura.
Domenica 9 giugno 1996: RAPPORTI UMANI
Al PalaBorghezio era appena mezzogiorno, l'alba, e l'ignoranza regnava.
La Voce della mia Coscienza era in giro con le amiche del circolo delle Antichità a mendicare conforto per il figlio handicappato.
Nella stanza, sonnecchiava il nuovo Pentium, mentre Gatta NerdNerina, fuori dalla porta, faceva la guardia al sacchetto dei manuali. Per andare dal letto al cesso, mi toccò vincere la sua massa grassopelosa con un viaggio a curvatura e solo allora, lentamente, riavvolsi il nastro dei ricordi.

Avevo davvero incontrato GM alla Sacra Birra?
Era stato GM ad invitare ME a copiare LFC?
E poi, soprattutto, che cazzo voleva dire LFC?
Stavo per realizzare il mio sogno: copiare senza nemmeno capire il NOME dell'esame!

Controllai le propedeuticità: LFC richiedeva solo Analisi2 e Sistemi1, entrambi già rubati! Era tutto perfetto!

Propedeuticita'

Ok, era tempo di chiamare i rinforzi, cioè le persone sbagliate, nel momento peggiore.
Joco e Grip risposero che, piuttosto, preferivano studiare CN (cioè "Calcolo Numerico") oppure andare in bici fino a Stupinigi; così, perché era bello. Nichel in piazza BengasiNichel fu più espressivo: "Ma che cazzo vuoi??? Ma io sono con la mia tipa in casa, da solo, e tu che CAZZO chiami? Schifoso! Ma pensa te! Handicappaaato!"
"Ohu! - replicai - Tra 8 giorni copio da GM!"
"Che cosa??? E minchia se ci sono! Figata, cazzo! Racconta un po'!?"

Adesso, saluterei con affetto la meteora di questa storia: la tipa di Nichel.
La giovane rimase UN'ORA in stand by, mentre Nichel indagava su ogni minimo dettaglio dell'impresa, assicurazioni, rassicurazioni, ché cioè, minchia, il suo sogno era rifare la recensione di Analisi2, tutto uguale, cazzo, solo che il protagonista sarebbe dovuto essere lui, capito?
E, di fianco, lei, ad invocare il teletrasporto.
Ciao, ex tipa di Nichel, è stato bello NON conoscerti!
E anche per oggi, Terra Bruciata!
Mercoledì 12 giugno 1996: A LUCI INFRAROSSE
Era l'alba, mezzogiorno, quando mi alzai, andai al cesso e accesi la tv, non necessariamente in quest'ordine.

"Sono calcolatrici comunicanti! - diceva una pubblicità - Quello che voi scrivete su una compare sull'altra! È merito del sensore a raggi infrarossi, come quello dei telecomandi! Potete inviare numeri e lettere..."

Ma cazzo, era l'invenzione del secolo!!!
No, dai, se fosse vero ne parlerebbero tutti, era una presa per il culo, tipo gli occhiali a raggi X.
Però la réclame sembrava seria! Nel dubbio, presi nota del nome ("Calcolatrici comunicantiElectronic Beam Diary") e schizzai fuori, destinazione affankulo.

Il 42 mi skaricò alla "Gamma Elettronica" di via Pollenzo, sorgente della Resistenza che trasformava l'ingresso "Phono" dello stereo in "Line", per registrare dalla tv!
Emozionante, vero?
Di calcolatrici comunicanti, però, un CAZZO.

E va be', già che ero in zona, provai al "CHL", in piazza Sabotino. Risultato: soka.
Un altro 42 mi portò da "Antea" in via Piazzi, indovinate! Esatto, soka.
Da lì, puntai all'"Aginform" di via Nizza, dove c'era una coda maiala puttana troia bastarda zoccola mignotta e, comunque, soka.
Lo stesso 42 dell'andata mi vide, mi prese per il culo e mi ricondusse verso casa, avaro di successi ma anche di pheega; quindi, per disperazione, provai "Computer Union" di via Oulx!
Risultato: soka elevato soka, si eran fatte le sette e avevo finito Torino!
Oddio, in realtà erano ancora accese le luci di un'ultima vetrina: "Milly e LallaMilly e Lalla", il negozio di giocattoli qua sotto casa, ma, va be', lo so, non ha senso e son solo le cazzate che si fanno per disperazione e... CE LE AVEVA!!!

"ESISTONO DAVVERO? CAZZO! FIGATA!!!" sussurrai, con classe.

La pheega al bancone sospirò, di fronte al bambino grande e ritardato, e posò due esemplari sul tavolo: sembravano normali calcolatrici, nessuno si sarebbe accorto di nulla, erano perfette! Quindi, inserì le pile, lanciammo una prova e: "BIP BIP BIP!".
No, minchia, avevano l'AUDIO! Era Benvenuti nel primo sito porno con il sonoro!come se un sito porno avesse il sonoro! A quel punto, tanto valeva che gridassero: "TI SEEEEEEEGA!".

Esalando un doppio sospiro, la pheega tirò fuori il manuale, che era una fotocopia su un unico foglio A3 (per i fotografi: "30 x 45") e disse: "Boh, fai te, che intanto chiudo il negozio!".

Dopo esperimenti di alto livello, cioè tasti a cazzo stile Mortal Kombat, l'audio si zittì e i messaggi andavano da DIO, si potevano mandare 64 caratteri tra lettere, numeri e persino codici ascii, senza errori di trasmissione!
Mollai ventimila lire cadauna, per un totale di 40 carte (!), arrivai a casa felice e sorridente, provai con calma ed era tutto perfetto... finché, per caso, non mi accorsi del "problema": la portata era di DUE METRI. SCARSI!
Quindi, erano un PACCO TOTALE: se all'esame fossimo riusciti a restare attaccati, ci saremmo potuti passare i fogli! 40000 buttate nel cesso!!!
Ma vaffankulo.
La mappa dei negozi nerd di Torino
Mercoledì 17 giugno 1996: LO SCRITTO DI LFC
E così, quel mercoledì, mi toccò il risveglio alle otto del mattino.

"SVEGLIATI, che è ora! SVEGLIA! Sei senza pudore! SVEGLIA! Lo studio è importante! Ascolta la Voce della tua Coscienza! Vai a scuola! Non crescere ignorante come i tuoi amici, lavora sodo! Ripensa a ciò che dice Padre Dante degli IGNAVI! Questo misero modo tegnon l'anime triste di coloro che visser sanza 'nfamia e sanza lodo. Mischiate sono a quel cattivo coro..."

E tutto questo non servì a una minchia: l'aula era già PIENA!!!
Eravamo in Aula A, la più GROSSA, eppure sbokkava di Diversamente Figati! Tranqui, non c'è più nessuno agli esami del terzo anno, dicevano.
Però, alla fine, la formazione si formò:
  • In sesta fila, GM e la sua inseparabile metà, Mister Bean.
  • In settima, all'ombra del metro e novanta di GM, c'est moi!
  • In ottava, con la pelle marrone e le lenti a contatto azzurre, il mio collega ladrone, Nichel: "Minchia, se lo passiamo FESTA allo Scienùùù! Capito? Con le cavalle che ti galoppano sul cazzo! Capito, handicappato? Minchia lo Scienùùùùùùù!!!"
  • Nelle prime file, c'era pure il codino pessimista di McLaud: diceva che non ci capiva una sega, era disperato, quindi sapevamo che il suo voto sarebbe andato dal 29 in su.
Al nono rintocco, una strana coppia okkupò la cattedra e calò il silenzio.

"Sono i profi dei due corsi! - sussurrò GM - Corso A e Corso B. Li hanno uniti, perché pensavano che non c'era nessuno..."

Erano perfetti: la giusta dose di saggezza, ma anche di bellezza!
Il maaaaaskio, a sinistra, era il Tenente DrebinTenente Drebin della "Pallottola Spuntata", quel grigio signore di mezza età che ispira fiducia, fino alla prima esplosione.
Per la collega a destra, invece, avevano assemblato la feroce Mamma Fratelli dei Goonies con l'ottica di MiOpìO, solo che i due occhi NON combaciavano; mi ricordava il mitico leone dei Pitura Freska, ma la gente preferiva chiamarla Capitan Findus. Minchia, avremmo copiato da DIO!

"LEI! SI ALZI E MI SEGUA!"

Era la voce di una giovane assistente, a cui nessuno aveva fatto caso; era di fronte a me e... stava indicando... NICHEL!

Bianco sotto la pelle marrone, Nichel s'alzò e scese le scale, avanti, avanti, avanti... Terza fila? Seconda? Prima?
No, avanti... OLTRE la porta! Lo BUTTÒ FUORI!!!

Non riuscivo a crederci, invece era tutto vero: eravamo troppi, bisognava okkupare anche l'aula di fianco, iniziando da uno a caso, NICHEL!
Non era mai successo a NESSUNO prima d'ora, era un trionfo.

Adesso, nella vostra recensione preferita, GM e McLaud finirebbero ai due lati di Nichel e io fermo lì, da solo, a sucare.
Invece, mi spostò TRE volte e, per TRE volte, capitai vicino a Mister Bean, che non era male!
Alla quarta, al contrario, capitai in SECONDA fila, centrale, da solo.
"Va be' - pensai - Tanto mi sposterà di nuovo!".
Era la posizione definitiva, l'esame poteva iniziare.

Memore di Analisi2, rimasi fermo, in attesa del miracolo!
Dai, vedo che fremete, non mi dilungo oltre: ecco il testo dell'esame, provatelo tutti! Buon divertimento.
Esame di LFC del 17/6/1992
Martedì 25 giugno 1996: I RISULTATI
Quel martedì mi alzai come sempre all'alba, mezzogiorno, andai a scuola e vidi che Mandingo drunkMandingo RIDEVA!
In effetti, erano usciti i risultati.

Ero pronto al peggio, invece la realtà superò ogni VOSTRA possibile previsione: anche GM era stato SEGATO!
Se anche le calcolatrici comunicanti avessero funzionato, se anche GM fosse riuscito a trascrivere le risposte là sopra (ed erano tutti SCHEMI, era praticamente impossibile!), se anche non mi avessero spostato tre volte con umiliazione finale, se anche fossi riuscito a copiare TUTTO dal foglio di GM... COMUNQUE, me la sarei presa nel CULO!

"Sì, ma cazzo... - sbottò GM - Era il compito più bastardo della storia, non ha mai fatto uno scritto così! Guarda, ha segato TUTTI!"

Poche righe sopra, c'era il voto di McLaud: 31! Era in overflow! Non volli infierire.

Nel frattempo, Joco e Grip avevano paccato per studiare Calcolo... bene! Grip era passato, ma Joco NØ e, per il secondo anno di fila, stava di nuovo rischiando la Naja! Ormai era un'abitudine.

"Minchia, a Joco lo ficcano nella caserma punitiva! - ripeteva Nichel - Tutti nonni tranne lui! Spaccati il culo, spaccati il culo, fammi la branda, fammi la branda, bastone, carota, bastone, bastone, bastone, bastone! Ma pensa quanta roba trovano in giro per la caserma da infilargli nel CULO! Mentre lui rifà TUTTE le brande... e, alla fine, gli fanno pure le domande per vedere se è contento, se no gli AGGIUNGONO altri giorni di Naja, all'INFINITO!"

Si preannunciava un bel 1997.
Casa Marok ´96
Lunedì 24 febbraio 1997: RICOMINCIA L'AVVENTURA!
Ma benvenuti nel '97, sempre meno e sempre peggio!
  • Spud, Andy e Begbie il Porko erano usciti dalle nostre vite, perché i genitori di Spud avevano beccato i racconti della Cumpa!
  • Jena il rollatore, dopo aver fatto la varicella ed essersi spaccato entrambe le braccia, era stato SEGATO e stava per partire per NAJA.
  • Era arrivato Fra, l'uomo che cercava di convincermi a pubblicare i nostri racconti su Internet. Ma vi sembro così coglione?
  • La prima frase dell'anno, quando Attila aveva acceso la radio a Capodanno, era stata: "Buon anno da Marco Masini!".
A scuola, invece, tutto benissimo! Per esempio:
  • Il Pazzo e Budo erano spariti e Budo si era dissolto nell'aula di Fisica 1, durante l'esame! Peccato.
  • A Nichel era arrivato il Pentium e non era in grado di usarlo: "Ma col Pentium la stampante in bianco e nero stampa a colori?"
  • GM era riuscito a passare LFC, ma non a mettere a posto il pc, quindi faceva testare i suoi giochi a ME! Era alla disperazione.
  • Mandingo era l'unico ad aver passato un esame chiamato TAC, perché era l'unico a doverlo dare; così, ripeteva: "Io ho fatto TAC e tu NO!"
  • Grip aveva smesso di sclerare senza motivo ogni volta che sentiva dire "MAURO? ROGA!", perché aveva provato ROGA... ed era stato SEGATO! Adesso, finalmente, c'era un motivo.
  • McLaud, che diceva di capire un cazzo, era riuscito a passare tutti gli esami dei primi tre anni e stava studiando quelli del quarto, quindi rischiava di finire a Naja perché aveva finito l'università!
  • Joco, infine, si era salvato da Naja solo a fine novembre, grazie all'orale di Calcolo! E l'ultima frase alla prof, che teneva ancora penna e libretto in mano, era stata: "Sa, tutto sommato, la sua materia mi è piaciuta!".
    Io avrei aperto la botola per le segrete, caserma punitiva a vita.
Dimenticavo: c'era il "Nuovo Ordinamento"!
I vecchi 18 corsi eran divisi in "moduli", per un totale di 44! Ai fini della Naja, però, li riconvertivano a 18: bisognava darne MILLE e valevano UNO!

Però, col Nuovo Ordinamento, eran nate le SANATORIE!
Pur di smaltire i rottami del Vecchio (cioè noi), vigeva la Sacra Legge: "Promoveatur ut amoveatur". Tradotto: "Mettiamo un ultimo appello facilitato, per handicappati, di tutte le materie, ché li leviamo dai koglioni!"
A gennaio eravamo riusciti a rubare CPS, ma sabato 15 marzo avremmo fatto il bis e completato l'AntiNaja, con l'ultimo appello di LFC!!!
Forse.
Young Marok style Joco vs La Sdraio Grip La tragica fine di Nichel
IL GRUPPO DI STUDIO
Ci ricordammo troppo tardi che la nostra punta di diamante, la coppia GM+MrBean, aveva già superato LFC ad un appello precedente, pertanto ci salutò con un cordiale vaffankulo.
Risposta simile la diedero anche Spranga e MiOpìO ("Fantozzi e Filini"), con la differente motivazione che quell'esame nel loro piano di studi era in previsione per .
Mandingo si teletrasportava su Dune assieme ai vermi delle sabbie ogni volta che l'argomento veniva affrontato e i Fremen non erano contenti.
Fu allora che Joco, Nichel, Grip ed il sottoscritto si guardarono intorno e s'accorsero d'esser rimasti quattro Diversamente Figati abbandonati al proprio destino dal resto della facoltà, senza una vaga idea di dove cazzo studiare, cosa cazzo studiare, come cazzo studiare e, soprattutto, che cazzo voleva dire LFC?
IL MATERIALE
Arrivati a questo punto, i solutori più abili avranno già scoperto che LFC stava per "Linguaggi Formali e Compilatori" e non era una bella notizia: nessuno di noi sapeva che cazzo fossero i linguaggi formali e, francamente, c'era qualche lacuna anche sui compilatori!

Per stimolare l'apprendimento rapido, Grip e Joco si fotocopiarono il libro di testo, un mattone da 800 pagine in inglese.
GM mi passò la raccolta delle soluzioni degli esami degli ultimi 5 anni, originariamente fottuta a McLaud.
E Nichel? Come da copione, avrebbe scroccato e basta, perché l'unica spesa utile era il biglietto per l'avvistamento della pheega allo Chez Nous: "Minchia lo Scienùùùùù!"
Compilers principles techniques and tools
LO STUDIO, QUESTO SCONOSCIUTO!
Passate quattro ore a caricare senza mai staccare il muso dal libro, il ciuccio disturbò il torneo di Tetris per esclamare testuali parole: "Siamo a posto, LFC è una cazzata!".
Be', perfetto! Prendemmo un testo casuale (che era il Esame di LFC del 24/10/1992compito di LFC del 24/10/92), prendemmo Joco e li mettemmo uno di fronte all'altro.

Il testo era divertente, c'era un errore di battitura già nella prima riga e poi sigle in codice alieno: LALR, EΔE+, come cinguettavano gli uccellini a Chernobyl.

Joco rimase mezz'ora in coma, cercando le coincidenze tra soluzione e testo, spremendosi fisicamente le meningi e isolando i cinque sensi dal resto del mondo: potevamo tranquillamente cagargli in faccia o dargli fuoco e non si sarebbe accorto di un cazzo.

Quando, finalmente, il ciuccio pensò di aver capito tutto, emise un suono disarticolato e codificò una spiegazione in supercazzolese stretto, di cui però capimmo solo il finale: "Dai, andiamo a casa!".
Come ai vecchi tempi, gli mettemmo davanti una penna arancione a mo' di carota e gli ripetemmo: "Vai avanti, ciuccio, vai avanti, vai avanti, stampa la soluzione, stampa la soluzione, spaccati il culo, vai avanti!". E funzionava: Joco sboccava ragionamenti convincenti! Quantomeno, suonavano bene.
Passammo meravigliosi giorni così.

Gli unici bachi, in tale e tanta perfezione, erano l'Amigo RiccioAmigo Riccio e l'Amigo Schizzo; assieme a Joco, formavano la banda degli Amighi, gli unici in tutto il Parco dei Diversamente Figati ad avere l'Amiga al posto di un computer!
Non appena apparivano in Aula Studio, Joco smetteva di spiegarci LFC e dava inizio alla condivisione delle disgrazie, che non funzionava un cazzo, che ogni tanto gli si spegneva il monitor e per riaccenderlo dovevano volare mazzate, che del miliardo di giochi ereditati dall'Amiga 500 ne funzionavano due e facevano cagare e così via! L'unica soluzione era impostare un timeout, scaduto il quale lo si prendeva di peso e lo si riconduceva recalcitrante alla dura realtà.

A parte questo, filava tutto liscio: eravamo pronti a NON guardare la soluzione.
Joco in tre secondi faceva, noi andavamo a controllare e poi... era sempre tutto cannato.
Allora, passavamo il resto della giornata a guardare il ciuccio ibernato che cercava tutte le coincidenze tra il nuovo esercizio e la soluzione. A tarda sera, Joco si svegliava dal letargo e ci spiegava le sue teorie, quindi gli mollavamo un terzo esemplare della stessa specie, si accorgeva che tutto quello che aveva capito fino allora era merda e, sconsolato, con la coda tra le zampe, se ne tornava a casa.

Dopo una settimana passata in questo modo, Joco, pensieroso, sentenziò: "Uhm... stavo pensando che, comunque, di LFC voglio un voto alto. Sicuramente, se prendo un 24 lo rifiuto!".

Provammo a fargli notare che non solo sapevamo un cazzo, come a qualunque altro esame, ma non eravamo in grado di CAPIRE le SOLUZIONI!
Joco ribadì che lui, comunque, rifiutava 24. Ci piace ricordarlo così.
Martedì 11 marzo 1997: IL METODO ALTERNATIVO
Quel martedì, Joco era felice, perché s'era accorto che alcune domande erano puramente teoriche, quindi bastava copiare dal libro.
Noi gli facemmo notare che quel mastodonte da 800 pagine (in inglese) non potevamo tenerlo durante il compito, ma il ciuccio rispose che, tranqui, bastava farsi dei bigliettini! Quindi, ci portò a casa sua, perché Amiga Planet 97l'Amiga li fa meglio.

Fu uno spettacolo irripetibile: prima il ciuccio si spaccava il culo a scriverli, uno per uno, tutti; poi, con fare sicuro, lanciava la stampa, il fedele Amiga si piantava e tutto ciò che non era salvato andava perso.
Anzi, ogni tanto corrompeva anche i file salvati (lo faceva anche Word, infatti bisognava sempre salvare in più copie, ma non ditelo a Joco!)

Ogni volta che tutto il lavoro di Joco veniva distrutto e bisognava rifarlo, il ciuccio rispondeva che era solo un piccolo difetto momentaneo e, ogni volta che pronunciava quella frase, il monitor si spegneva e, per riaccenderlo, doveva prenderlo a sberle!
Passammo la serata a goderci l'incontro di boxe tra Joco e l'Amiga, finché non riuscimmo a stampare sti cazzo di tre foglietti di merda e ci demmo gancio l'indomani a scuola, per il collaudo pratico.
Amiga Lost in Space
Mercoledì 12 marzo (-3): GLI AUGURI
Quel mercoledì mi alzai felicemente all'alba, mezzogiorno, ed era l'ora di gridarlo al mondo: quei bigliettini facevano CAGARE!
Tuttavia, ci diedero modo di osservare lo strano incontro tra Nichel e la prestidigitazione: "Ohu, i bigliettini non so dove cazzo mettermeli! Che cazzo ridete? Dai, andate alla cattedra, fate il profio e dite se mi beccate!".

Nichel provò a leggere i bigliettini dalla manica e gli volavano da tutte le parti! Joco sboccava dalle risate, mentre Grip, impietosito, gli suggerì di tenerli sotto il banco: "Bene, mo' provo a scrivere, ditemi che cazzo si vede!".
Nichel dimostrava la disinvoltura di un ippopotamo mentre affoga nelle sabbie mobili, ci mancava solo una barra con scritto "COPIA IN CORSO".
"Ohu, ma si può sapere che minchia ridete? Ditemi come cazzo devo tenerli!".
Ritornammo in Aula Studio.

Dopo due settimane, riuscivamo a capire quasi la metà degli esercizi: erano innocui giochi di logica, non graffiavano, non mordevano, bastava non accarezzarli contropelo. Insomma, tutto sembrava andare per il meglio... finché i radar segnalarono una testa che si avvicinava! Non c'erano dubbi, era MandingoMandingo.

Ci aspettavamo l'intro tradizionale, tipo: "Io ho fatto TAC e tu NO! Voi dovete dare TIT? Ihihihihiiiii!".
Invece, era la scaletta breve e saltò subito al dunque: "Ma voi volete provare DAVVERO l'ultimo appello di LFC?"
"Boh...
- risposi - Sarebbe da coglioni non approfittare della sanatoria..."

Le vene deturparono la fronte immonda dell'Essere, quindi scoppiò a ridere, fortissimo: "Ihihiiiiiiiii!!! "SANATORIA??? Cioè, voi DAVVERO siete convinti che sarà una sanatoria??? Ihihihihiiiiiiiiiii!!!"

Per quanti proeittili infuocati gli sparassimo addosso, l'Essere non accennava a smettere di ridere. Tutto questo, in aula studio, in mezzo ai normali che volevano studiare: "VI SEEEEEEGA! Ihihihihihihihihiiiiiiiiiiii!!!"

Quindi, come se nulla fosse successo, piedi a papera, si avviò verso il centro della parete, aprì la porta segreta, si voltò, puntò il dito e urlò: "Ma è VEEEEEERO che vi SEEEEEEEGA!"
Dopodiché, soddisfatto, chiuse la porta e se ne andò.
Venerdì 14 marzo (-1): L'INSULTO FINALE
Quel venerdì mi alzai all'alba, mezzogiorno, tanto era la vigilia dell'esame, che fretta c'era?
A scuola, tra l'altro, non c'era neanche modo di studiare, per via delle elezioni universitarie! Cose che capitano, niente di allarmante, tranne quando sono vinte da... Vota MandingoMANDINGO!!!

Ebbene, sì.

Il voto popolare premiò una lista chiamata "Zanzara", che esibiva come portavoce nonno Giuseppe Franchini, classe 1920, tornato a scuola a 77 anni e diventato Matricola '96, perché si annoiava a stare a casa a fare un cazzo. Faceva simpatia!

Risultato, i suoi kompagni di lista divennero rappresentanti degli studenti, tra cui (rullo di tamburi): Mandingo.
Persino il TG3 Piemonte ci prese per il CULO in diretta regionale: ecco la diapositiva animata, per le zone raggiunte da questo servizio. Boona visione!

TG3 ad INFORMATICA (feat. Mandingo) 14/3/1997




Download MP4 (27.5 Mega)
Sabato 15 marzo 1997: LO SCRITTO DI LFC (a volte ritornano!)
Quell'esame del cazzo era alle 9 e l'esperienza portava consiglio: stavolta, la Voce della mia Coscienza mi frantumò i sogni alle 7 e mezza.

"Oh, me reietta, se solo tu fossi normale! Sveglia! Creatura funesta, monda i tuoi peccati, almeno i più grossi! Ruppemi l'alto sonno ne la testa un greve truono, sì ch'io mi riscossi come persona ch'è per forza desta..."

A quell'ora folle, tutto era inferno, persino cercare pheega sul 2 o schivare merde in via delle Merde, perché al mattino apparivano random come i frammenti dello Stygian Tetris.
Intanto, Drebin e Capitan Findus s'erano MOLTO allargati in TRE aule: per ognuna, era appesa una pagina dei fogli d'iscrizione ed i segnati nello stesso foglio sarebbero finiti insieme.
Bello, però... il nome di Grip... NON C'ERA!

Infatti, era al fondo del nostro foglio ed era stato ritagliato e schiaffato in un'altra aula, così, da solo!
Era un record di SFIGA mai raggiunto da umani!
Sarà colpa di Mandingo?
Comunque, Grip tacque, emigrò e sparì.

Al contrario, Nichel avremmo dovuto tenercelo e, come volevasi dimostrare, iniziò a rompere il cazzo che i posti che avevo preso erano troppo indietro, che se fossimo rimasti lì ci avrebbe spostati e ci fece avanzare di una fila! Così, Joco finì in terza, il mio culo in quarta e Nichel in quinta, tutti e tre centrali: secondo Nichel, quelli in mezzo non li spostano mai!

Alle nove, Capitan Findus e Drebin entrarono, accompagnati da una persona a caso: l'assistente che eiettava Nichel dall'aula!
E va be', però stavolta eravamo in una botte di ferro: c'era molta gente in fondo e pochi davanti, la nostra zona era quasi deserta, le probabilità che ci spostasse erano nulle.
Quindi, l'assistente indicò Nichel, che era DA SOLO al centro della quinta fila, e gli disse: "TU, vai IN FONDO!".
Zitto e muto, Nichel finì in ultima fila, dove c'erano già quattro persone.

L'assistente, vista la situazione, mormorò: "Ops, ho lasciato una fila vuota! Va bé, pazienza!". E se ne andò.
Se Nichel non avesse rotto il cazzo per farci avanzare di una fila, forse avrebbe spostato me al posto suo: i casi della vita!

Alle ore 9:10, Joco era ancora di fronte a me, Capitan Findus ci consegnò il testo del compito e poi tornò alla cattedra: VITTORIA!!!

Nella sanatoria, c'erano sei esercizi:
  1. Una domanda di teoria che sui bigliettini non c'era.
  2. Una "grammatica ambigua", la prima in un testo d'esame, almeno dal 1992.
  3. "Illustrare con un esempio l'ambiguità della grammatica dell'esercizio 2!". Prematurata, come se fosse Antani.
  4. Una "Pila Val", all'apparenza una cosa normale, in realtà senza senso.
  5. Un "Backpatching": sapevo farli, ma questo era allucinante.
  6. Un "Direct Acyclic Graph" (per gli amici, DAG), il più stronzo di tutti i DAG del pianeta, roba che al confronto noi eravamo normali!
Minchia! Alla faccia della sanatoria, aveva ragione Mandingo, era un'inculata gigantesca!
Oppure, semplicemente, ero io che facevo cagare... va be', meno male che c'era Joco! Guardai il ciuccio per cercare conferma e vidi che si spremeva le meningi ed entrava in coma. Buon segno... no?

Alle 9:20, il foglio di Joco era ancora bianco, mentre quello dei suoi due vicini, uno a destra e l'altro a sinistra, non c'era! Esatto, si erano ritirati: eravamo al centro dell'ignoranza, nella TERRA BRUCIATA!
Perfetto.

Mentre Joco, piantato, caricava, mi folgorò la prima idea geniale: se la terza domanda era illustrare con un esempio l'ambiguità della grammatica del secondo esercizio, se la grammatica del secondo era lei stessa un'ambiguità, bastava ricopiare il testo del secondo per intero, come risposta al 3! No?

Sussurrai l'idea al ciuccio, che si scosse e, piuttosto di quella mega stronzata, avrebbe lasciato il terzo in bianco. Soka.
In compenso, riuscì a far tutti gli altri, controllai per scrupolo ogni passaggio e, cazzo, avevano senso! ERA FATTA!!!
Lunedì 17 marzo 1997: IL DISCORSO DI INSEDIAMENTO
Alle prime ore di quel lunedì, nella minuscola Aula E, stava per andare in scena la penultima lezione di un cazzo d'esame chiamato IARP.

Non si respirava una bella atmosfera: quasi tutti avevano provato lo scritto di LFC e Capitan Findus, terminato l'esame, si era messa a scrivere alla lavagna le soluzioni.
Avete già capito.
La cosa divertente era che la mia idea di ricopiare il testo del secondo esercizio come risposta per il terzo era l'UNICA cosa giusta!
E valeva ben 3 punti!
Quindi, voto complessivo 3. Era un bel punteggio, no? Come a briscola!

E così, ci sarebbero toccati i moduli, che per fortuna erano solo due:
  • LPAS (Linguaggi di Programmazione: Analisi Sintattica)
  • LPT (Linguaggi di Programmazione: Traduttori... o Porta Parallela)
In alternativa, esisteva un orale sostitutivo con Capitan Findus, ma LEI STESSA lo sconsigliava: l'avevano obbligata a mettere quella cosa e quindi si diceva che lei, per reazione, segasse tutti, a prescindere!
Non poteva andare peggio di così.

In quel momento, la porta dell'Aula E si aprì e fece il suo ingresso trionfante... MANDINGO!
Stava per fare il discorso di insediamento da Rappresentante degli Studenti!
Pendevamo dalle sue labbra!!!
Piedi a papera e ghigno malefico, l'Essere puntò il dito e chiese: "Allora, com'è andata LFC? Mi hanno detto che era difficile! Ihihihiiiiii!!! MI DISPIAAACE! Ma lo sapete che era l'ultimo appello? E adesso cosa fate? Provate tutti i nuovi moduli, ricominciando TUTTO DA CAPO? Oppure provate a fare l'ORALE, che così poi vi SEEEEGA? Ihihihiiiiiiiiiiiiiii!!!"

Tirammo un sospiro di sollievo: Mandingo era ancora Mandingo.
Se il potere l'avesse corrotto, ci saremmo preoccupati! Era giusto così.
L'orale di Mandingo
Martedì 18 marzo 1997: L'INTERCESSIONE
Terminata l'ultima lezione di IARP, beccammo Nichel in atrio, da solo.

"Minchia che palle! - si lagnava il truzzo - Ieri mi sono perso l'Essere! No, ma davvero vi ha detto così? Cazzo e io non c'ero! Mo' sai che cazzo gli dovete dire? Adesso che è rappresentante, gli dovete dire, cioè, a parte gli scherzi, tu, che puoi, fai mettere un altro appello di LFC!"
"In effetti... - osservò Mister Bean - Non è così male come idea! Tra l'altro, noi abbiamo lo stesso problema con DA, Documentazione Automatica! Sono finiti gli appelli e..."

Sentendosi evocato, l'Essere sbucò dal teleport al fondo dell'atrio.

"Mandingo! - esclamò GM, senza perder tempo - Ci fai mettere un appello di DA?"
"NO! - rispose il rappresentante Mandingo, secco - Perché dovrei?".
"Mandingo mica deve dare DA! - tradussi - Cazzo gliene fotte? Lui ha fatto TAC!"

Mandingo accese gli occhi di fuoco.

"Dai, dai, Marok, adesso! - suggerì Nichel - È il momento giusto!"
"E di LFC? - azzardai - Puoi chiedere se mette un altro appello? Dai, devi darla anche tu!"

L'Essere emise fiamme dalle orecchie, lapilli dal naso ed urlò: "STAI ZITTO, DEFICIENTE! Non capisci un cazzo! SAI DIRE SOLO STRONZATE!!!"
Poi, come sempre, si girò, piedi a papera, e se ne andò.

Il secondo trimestre era ufficialmente finito.
Venerdì 28 marzo 1997: TASSE o LPAS?
I risultati di LFC non si fecero attendere e NON erano sorprendenti: eravamo stati tutti, rigorosamente, SEGATI!
E Mandingo, per l'occasione, stappò un litro di Sprite.

Venerdì 28, però, a sorpresa, c'era LPAS e, contro ogni logica, Nichel e Grip lo provarono a dare. Così. A cazzo. Studiando cinque giorni!
Ebbene, la sanatoria era quella: correzione immediata, 30 e lode!!!

Nichel trascorse il giorno al telefono a prenderci per il culo, fino alle sei, quando si ricordò un lieve dettaglio: doveva ancora pagare le tasse.

Sì, scadevano la fine di marzo ed oggi, ahimé, era venerdì 28.
Sabato e domenica la segreteria era chiusa e... lunedì 31 marzo?
Era PASQUETTA!
Quindi, Nichel rischiava di PERDERE il mitico 30 e lode di LPAS!

Cedo la parola al nostro Rappresentante degli Studenti Mandingo: "Ma lo sai che, se non hai pagato le tasse, TI ANNULLANO LPAS? E non solo! Ti annullano TUTTI gli esami! Li devi rifare tutti, a cominciare da Algebra! Sai quanti sono? QUARANTAQUATTRO! Ihihihiiiiiii! Ma è VEEEERO! BUONA PAAASQUA!!!"

Nichel non era più contento, peccato.
Lunedì 14 aprile 1997: IL GRUPPO 61
Quel lunedì all'alba, mezzogiorno, il mondo appariva placido e tranquillo.
Nichel era riuscito a far passare in segreteria il suo ritardo mentale, il 30 e lode di LPAS era in salvo. Dunque, tutto a posto! Forse.
Il telefono squillò.

"Ohu, handicappato! - esclamò Nichel - Mandingo vuole fare il gruppo di laboratorio di LFC, lui e Joco, SENZA di noi! E il ciuccio mo' a scuola non c'è! Il ricevimento del profio è tra MEZZ'ORA, muovi il culo!"

Mi precipitai a scuola.
Mezz'ora più tardi, arrivò anche Joco, tutto era pronto per il gruppo da SEI... e che gruppo: oltre a Nichel, Joco e Grip, c'erano anche Spranga e MiOpìO, che non aveva mai VISTO mezza pagina di LFC!

Il responsabile era un tipo alto, magro, glabro, capelli neri vagamente ricci e uno sguardo infantile, sembrava Olaf Berserker di Clerks. Comunque sia, formazione approvata, eravamo i numeri 61! Se fate un giro nel '97, ecco i dati di accesso:

               login: LFC61
            password: 930131

Ci copiate del porno dal futuro? Niente formati strani, solo JPEG. Grazie!

Una volta scesi di sotto, in atrio, davanti alle macchinette del caffé, Joco ci ammonì, scuro e serissimo: "Ohu! A TAMC è andata a finire che ho fatto tutto io, da solo. E pure a Sistemi1, in mezzo ai due ladroni: uno e due. Questo di LFC, però, è grosso, non ce la faccio da solo! Sul serio! Stavolta, me la date una mano?"

MiOpìO guardò nella sua direzione con aria basita, allargò le braccia e solennemente gridò: "GESÙ CRISTO!!!".

L'atrio, nella sua squallida immensità, esplose in un'unica e sconcia risata! Quindi, Nichel aggiunse: "Ma che cazzo vuoi? Mi fai perdere solo tempo con 'sto cazzo di laboratorio!!!"

E Joco si rassegnò al suo destino. Ci piace ricordarlo così.
Lunedì 21 aprile 1997: TANTI AUGURI KILLER!
Quel lunedì mi alzai con gioia all'alba, mezzogiorno, e avevo un CAZZO da fare: venerdì avevo passato IARP! Soka! Ora, bastava il secondo modulo (IAMR), che di sicuro era una cazzata come il primo, e l'AntiNaja era a posto.
E col CAZZO che studiavo LFC! Yeeeeeeeee!!!

Cazzeggio più completo, mentre Joco si spaccava il culo a farci laboratorio, sull'Amiga, con lo schermo da prendere a mazzate se no si spegne: screen saver analogico. Aléééééé!!!

Non eravamo noi gli unici a lottare per il peggioramento della vita di Joco: c'era anche il suo inseparabile amico KillerKiller, il diversamente figato che due anni fa mi aveva ispirato il livello di Doom.
Killer faceva gli anni e quindi Joco gli voleva stampare una maglietta, ma non era in grado!
E, puntualmente, il telefono squillò.

"Senti qua! - stridulò Joco - La facciamo una maglietta per Killer? Dai, ho le immagini da scannare! La foto di Killer ce l'ho, perché eravamo in vacanza a Parigi! Poi facciamo una bella immagine: l'albero evolutivo. Eh? La de-evoluzione dell'uomo. Da quelli primitivi all'Homo Pentium. Anzi, possiamo fare ancora meglio: il corpo è quello di un dinosauro, in cima c'è un computer e, dal monitor, esce la sua testa, come il libro di LFC. Con scritto: Sestium Fessus Pro, the Next Generation! Eh? Vabbuo', tra mezz'ora sono lì!"

La parola "Sestium" era ORRIBILE, la faccia di Killer nella foto era ORRIPILANTE e anche la composizione, modestamente, faceva cagare.

Commento di Joco: "Vaffanbagno, non porto il floppy in copisteria, poi mi sballano i colori. Stampo da casa e gli porto il foglio! Però salva in jpeg, perché non leggo i PNG!"

Terminata la stampa da JPEG su carta semplice con Opera per Amiga, Joco sentenziò: "l'arancione si vede giallo, il giallo è piscio, il marrone è merda!".
Perfetto.

Quindi, il ciuccio si fiondò a Le Gru da Airone, di corsa, perché se no scadeva il compleanno! Poi, con la maglietta già in macchina, chiamò Killer per farlo uscire e organizzare la consegna a sorpresa... e Killer fece PACCO, perché aveva un esame al Poli!

Ripeto: Joco era stato SKIFATO da KILLER mentre voleva portargli il regalo!!!
Sì. Era lo spregio definitivo.
Maglietta per Killer
Domenica 27 aprile 1997: LA PIOGGIA E LA TROIA
Il '97 sarebbe potuto passare alla storia come l'anno più secco dalla fondazione di Torino, non aveva fatto una goccia d'acqua da Capodanno fino al 18 aprile; poi, niente, avevo passato IARP e, da allora, non aveva mai smesso di piovere.

Una scena simile l'avevamo già vissuta nel '95: dopo il voto di Analisi1, le Madonne si erano messe a lacrimare sangue. Più modestamente, la giornata di oggi ci regalava un temporale improvviso, violentissimo, devastante, ma perché vi racconto tutto ciò? È semplicemente lo sfondo del quadro più bello che sia stato mai dipinto, nella storia, davanti alle finestre del PalaBorghezio.

Alla ricerca di un vago riparo, alcuni viandanti erano fuggiti sotto il bovindo all'angolo di fronte, che era il nido della troia dell'angolo, che era lì tutto il giorno come tutte le domeniche e tutte le Sacre Feste Comandate; gli altri erano anziani e benpensanti borghesi che, probabilmente, andavano o tornavano dalla Santa Messa. Senza ombrello.
Quei disperati si stringevano tra loro senza guardarsi, di fronte alla vetrina di un concessionario chiuso, cercando invano di proteggersi dalle raffiche di vento che gli lanciava in faccia secchiate; così, facevano amicizia, mentre lei cercava di coprire le proprie nudità con un improbabile scialle fucsia e gli altri tre, affiancati, guardavano il bagnato.
Quante cose si saranno detti? Quali? E soprattutto perché?

Ancora non sapevo che nella foto non si sarebbe visto un cazzo, perché c'era la pioggia e non avevo lo zoom.
Soprattutto, non sapevo la cosa più importante: sarebbe stata la penultima foto di quella gloriosa macchina fotografica.
Tre vecchi e una diversamente moralista cercano riparo insieme. Sono belli!
Lunedì 28 aprile 1997: LO JEDI CONTRO KILLER!
Killer si degnò di ricomparire solo lunedì 28 aprile: "Vengo solo se si va al cinema. E va bene qualunque cazzo di minchia di film, tranne 'Il ritorno dello JediIl Ritorno dello Jedi!'. No, non è che l'ho già visto, è che mi fa CAGARE! Anzi, porta la pagina della Stampa con l'elenco dei film e RITAGLIA VIA tutti i cinema in cui compare lo Jedi. Ok?"

Quella sera finimmo a vedere un film a caso: la riedizione speciale di "Il ritorno dello Jedi" (bello, anche se dire "Lo Jedi" mi suonava come "Lo Re", in "Attila flagello di Dio").

Comunque, finalmente riuscimmo a mollare la cazzo di maglietta a KILLER, ero pronto per immortalare l'evento... e alla mia macchina foto, la fedele Halina, si RUPPE il FLASH! Così, cimito. Puff!

Che avesse preso troppa pioggia per via della troia?

E va be', ficcai Killer sotto a un lampione, gli intimai di stare fermo come una statua di stronzio ed ecco l'ultima foto della Halina, orba di flash (e "lievemente" ripulita con PhotoStyler). Fankulo!
Killer meets KillerTShirt
Mercoledì 30 aprile 1997: NICHEL CONTRO MANDINGO
Era un bel mercoledì, il giorno ideale per spaccarsi il culo a fare laboratorio!
Se voi siete Joco, naturalmente.

Modestamente, passai il giorno in cerca di qualcuno che mi riparasse il Flash dell'Halina e invece fottiti soka. Però potevo far foto di giorno! Oppure di notte, comprando pellicole da 1000 asa, impostando il tempo a +∞ ed avvisando la gente che doveva stare ferma perché io dovevo fargli la foto (magari, gentilmente, tenendo una luce in mano).
Cara Halina, ti voglio bene, ma non abbastanza! Addio e grazie per le foto perfettamente a fuoco dall'auto in corsa, alle troie ma soprattutto a BanfiBANFI.

Nichel, invece, aveva deciso di seguire LPPO: una materia facile, non c'era matematica, però per dare l'esame bisognava avere passato un altro modulo, chiamato LPPP.
Sfortunatamente, il corso di LPPO era già iniziato, senza aspettare l'esito dell'appello di aprile di LPPP: almeno mezza classe stava stava seguendo un corso, senza sapere se poteva darlo! Tra cui, ovviamente, Nichel.

Mandingo glielo ricordava TUTTI I GIORNI: "Tu non puoi dare LPPO se prima non hai passato LPPP! Ihihihiiiiiii!".
Tutti i giorni, ogni volta che lo vedeva, sempre.
"Ma È VEEEEEEERO!".

Quel mercoledì, Nichel come sempre salì sul 35 a Nichelino, si sparò un'ora di viaggio fino a scuola, si avviò con fare sicuro verso l'Aula B e, sulla porta, c'era MANDINGO.
L'Essere sorrise, alzò la mano come a tenere un poster e gridò: "INSUFF!"
"Eh?"
"INSUFF! INSUFF! Ma è VEEEEEERO! INSUFF!!! Ihihihihihiiiiiiiiiiii!!!"

Eh sì, era veeeeero: Nichel era stato SEGATO!
L'atrio intero scoppiò a ridere, MiOpìO dovette appoggiarsi a una colonna, Grip finì subito col culo per terra, mentre Nichel sparava col cannone al plasma inseguendo Mandingo, che aveva scritto IDSPISPOPD e passava attraverso ai muri. Nel frattempo, la lezione di LPPO iniziava, ma "Tanto non c'è fretta, mica devi seguire, non puoi dare LPPO se prima non hai passato LPPP! Ihihihihihiiiiiiiiiiii!!!"

Fu una splendida giornata.
Mercoledì 14 maggio 1997: L'IMPORTANZA DEI PRESAGI
Una delle tante cazzate a cui i deficienti danno peso sono i presagi: come si fa ad essere così coglioni da credere a cazzate del genere? Bah.
Comunque, l'ultimo film che avevo visto al cinema si chiamava "Tutti giù per terraTutti giù per terra" ed era la storia di un diversamente figato che falliva l'università e finiva a Naja. A Torino, tra l'altro.
Per fortuna, la realtà era differente! E il telefono squillò.

"Ohu! - disse Nichel - Sai cos'ho pensato? Quel ciuccio di Joco, dopo che si sarà spaccato il culo per un anno a farci il laboratorio, compreso Ferragosto, sotto il sole, 40 gradi, e l'avrà finito, consegnato, approvato, non potrà comunque registrare LFC!"
"Eh? E perché?"
"Perché non ha fatto Analisi2!"


Cazzo, era vero, Joco era FOTTUTO! Figata!

"Quindi, io te e Grip abbiamo fatto Analisi2! - continuò Nichel - E pure Fantozzi e Filini la stanno studiando, solo Joco non può, perché non ha tempo: deve spaccarsi il culo col laboratorio! E quindi, alla fine, l'unico a non poter segnare il voto di LFC sarà lui, finché non avrà passato Analisi2. Cioè mai! Quindi, partirà per Naja!"

Era tutto perfetto! Il '97 era un anno meraviglioso! Cosa poteva andare storto?
Venti minuti più tardi, Nichel richiamò.

"Ohu! JOCO PISCIA SANGUE!"
"Che cosa???"
"Sì, è in ospedale ché gli esce il sangue dal CAZZO! Come fosse la figa. Oh, cazzo ridi? Se crepa, chi cazzo ce lo fa il laboratorio? Non è che l'Essere gli ha fatto il maleficio che non ci fa più nessun laboratorio? E mo'? Cazzo facciamo?"

Eravamo, semplicemente, fottuti.
Martedì 20 maggio 1997: LA RECENSIONE DEL SECOLO?
Quel martedì mi alzai all'alba, mezzogiorno, e tutto era in ordine.
  • Il giovane Attila, che faceva Psicologia, mi chiamò perché gli facessi scansioni di facce disagiate: "Marok, io ti avverto, se tu non riesco a scannare le foto, io ti scanno a te! E mo' ti rimando a fare in culo!"
  • Joco aveva TRE calcoli ai reni! Non mi chiedete cazzo sia, roba da anziani, ma NON riusciva più a stare SEDUTO! E addio laboratorio.
  • Mandingo e Grip erano stati di nuovo segati di ROGA, però Mandingo si era alzato urlando: "Questo non si può fare in due ore! Chiaro?".
  • MiOpìO, avendo VISTO quei due, aveva provato un modulo di ROGA del Nuovo Ordinamento ("RO1"), perché aveva VISTO che era molto più facile! Quindi, era stato SEGATO!
Per rifarsi, Mandingo aveva creato l'unico corso in cui non l'avrebbero SEGATO: quello in cui il docente era LUI!
La materia era HTML e alla cattedra, con Mandingo, c'era il Re, un diversamente magro che digitava le sue perle sul proiettore, tipo Mai dire Gol: "Questa tripla w sta per uòuàué, c'è una scarampola di dati!" e così via.

Tornai a casa che avevo quasi voglia di creare un sito Internet, per la gioia di Fra! Poi, per fortuna, il telefono squillò.

"Ohu Marok! - disse Jena il Rollatore - Quest'estate cazzo fai? Ci vieni con noi in Spagna? Dai, un'agenzia organizza viaggi a BenidormBenidorm, Costa Blanca, costa un CAZZO!"

Cioè, a Jena stava per arrivare la cartolina di Naja, se ne fotteva e andava in Spagna?
Perfetto!

"No, Marok, vedrai che non mi chiamano a Naja quest'anno, perché è dispari. Gli anni sfigati son quelli pari!"

In quell'istante, il citofono squillò: Attila era giunto al PalaBorghezio.

"Boh, Marok... - suggerì pigramente Attila - Io ci andrei anche, in Spagna. Se no, cazzo hai da fare a Torino, lo sgualdrino? Oh, guarda qua, le foto son queste, vanno bene?"
"Ma chi CAZZO te le ha fatte? Son tutte sfocate, minchia!"
"Va be', ma non sei capace a metterle a fuoco te, col computer? Dai, sei mago! Ti ricordi a casa di Mingo? T'ho messo a fuoco!"
"Ma soooooka!"
"Ma senti, ne ho altre su questi dischi grandi, cioè, come minchia faccio a leggerli?"
"I dischi da 5¼ degli anni '80, terzo mondo! Mo' te li converto io!"
"Minchia, Marok, cazzo sei, un prete?"
"Il tuo cazzo è prete! Dai, che le foto le abbiamo scannate!"
"Minchia, sembra il porco, Marok!"
"Porco è già meglio che prete! Allora, 'sta Spagna! Seriamente! Se viene la Guardia Civil a prendere Jena perché deve partire per Naja, cazzo inventiamo?"
"Minchia, Marok! Ma speriamo! Sarebbe la nostra recensione del secolo!"
Giovedì 19 giugno 1997: LO SHOW DI GRIP
Quel giovedì mi alzai tragicamente alle otto, perché vaffankulo, c'era l'ultima lezione di IAMR, che era il seguito di IARP, nonché la nostra AntiNaja.

Imperativo evitare Mandingo, perché due giorni prima era finalmente riuscito a passare ROGA... e Grip! Quindi era ingestibile, non si spegneva nemmeno fulminandolo col Thunderbolt.

Quel mattino, l'Essere non si vedeva... ed era l'unica nota positiva, perché pioveva, ma tantissimo: era la prima volta nella storia di Torino che, a giugno, faceva un temporale al mattino.
Infatti, ero arrivato appena in tempo per la lezione di IAMR, mi ero scrollato, avevo tirato fuori il quaderno e la penna, il prof aveva già iniziato a spiegare, quando all'improvviso vidi apparire Mandingo alla porta dell'aula... e qualcuno lanciò un grido.

"AAAAAAAAAAAAAAAAAAAH!"

Subito dopo, Grip, scivolando in spaccata e urlando come un indemoniato, atterrò contro i banchi della prima fila!

Il professore rimase un attimo in silenzio, poi allargò le braccia e disse: "Almeno non distruggetevi!"

Tutto l'audio registrato su cassetta, signore e signori!
Fu il primo bootleg della mia vita!
Per chi ha l'audio, ha le orecchie e ha l'apparecchio, buon ascolto!
LO SHOW DI GRIP
(19/6/1997, primo bootleg del giovane Marok)


(Mp3, 2:11, 5.2 Mega)

Fate caso al commento di Mandingo alla fine: "Tu potevi esserti fatto male e io RIDEEEEVO! Ihihihiiii!".
LA DISCUSSIONE DI MANDINGO
Un'ora e mezza più tardi, venne fuori che il gruppo di Mandingo stava per discutere il laboratorio di LFC!
Sì, era una giornata meravigliosa.

Per la precisione, il ruolo di Mandingo all'interno del "gruppo di Mandingo" consisteva nel fare CAGARE: Mandingo non aveva mai nemmeno aperto il listato del programma, né aveva mai eseguito una riga di quel codice.
Se quel giorno fosse passato Mandingo, sarebbe passato CHIUNQUE... persino noi!
Inutile dire che l'aula computer si ritrovò zeppa di Diversamente Figati che, mimetizzandosi con le sedie, i banchi, le finestre e i tappetini del mouse, avrebbero fatto di tutto per non perdersi un solo secondo della scena.

In prima fila, c'era MiOpìO, che passava il tempo a raccontarci la scivolata di Grip VISTA dal suo punto di VISTA: in diagonale lungo l'intero atrio, in volo sulla poltiglia melmosa, con atterraggio DENTRO l'aula, urlando, mentre Mandingo teneva la porta aperta e rideva!
Era il testimone oculare perfetto.

I compagni di Mandingo, intanto, ripassavano nervosamente, di fianco a Mandingo, che se ne sbatteva i koglioni, guardava gli altri e RIDEVA: era sicuro che a lui non avrebbe chiesto un cazzo, perché tanto era superuser!
Tra i fancazzisti del gruppo, riconobbi il mitico Frontman, che aveva rubato con noi TAMC e Sistemi1: a volte ritornano!

Alle ore 11:30, l'assistente Olaf posò il culo al terminale ed il ciuccio di pertinenza diede inizio alla visita guidata.

"Bene - commentò Olaf - Vedo che il progetto funziona! Adesso, facciamo una domandina a testa!"

Le prime domande erano così facili che avremmo saputo rispondere persino noi, poi Olaf aprì il listato e si girò verso Mandingo: "Lei, invece, mi commenti queste due righe di codice. A che cosa serve questa procedura?"

Gelo.

Il volto trapezoidale di Mandingo assunse un aspetto demoniaco, le vene gli deturparono la fronte, la cornea dei suoi occhi s'iniettò di un rosso sangue, quindi rispose, testuali parole: "Beh... ecco... allora... qua c'è un if, qua c'è un then, qua c'è un else, qua..."
"Scusi, non ho capito, vedo una procedura emit1, a cosa serve?"
"Allora... - replicò Mandingo, con sicurezza - Qua c'è l'emit1, e qua c'è l'emit2. L'emit1 fa... l'emit1 e l'emit2 fa... l'emit2 e... abbiamo messo sia una sia l'altra così o l'una o l'altra funzionano!"

Nell'aula di laboratorio, tutto si fermò, download compresi.

Poi, l'esplosione: scoppiarono a ridere TUTTI, in faccia ad Olaf, che si pietrificò!
Quindi, noncurante che ci fosse ancora il Frontman da interrogare, sentenziò: "Bene, vi do +3, il massimo possibile!".

Fantastico.

Quando di Olaf non rimase che un puntino all'orizzonte, MiOpìO andò per primo da Mandingo e gli disse: "Sei veramente uno SCANDALO!".
Mandingo si illuminò, piedi a papera, puntò il dito e gridò: "Ma tu devi ancora fare ROOOOOOOOGA! Ihihihihihihiiiiiiiiiiiiii!".
E Grip, di fianco: "BASTAAAAAAAAAAAAAA!".

Fu la degna conclusione di una giornata meravigliosa.
Lunedì 23 giugno 1997: IL GRUPPO BUFFONE
Sopportando dolori lancinanti, Joco aveva ripreso a andare avanti col laboratorio. Quindi bastone, carota, bastone, spaccati il culo, rispaccati il culo...

"Ma vaffanbagno! Mi funziona a casa, sull'Amiga, vado a scuola e si pianta! MiOpìO doveva fare una funzione sola... e NON funziona! E invece tutto quello che doveva fare Nichel è poco, ma, se l'ha fatto, è tutto da rifare e, se invece non l'ha fatto, l'ammazzo!"

Quel lunedì, finalmente, l'annuncio: Joco proclamò con voce solenne che, sì, il laboratorio era finito (cazzo, era ora, finalmente, minchia!). Quindi, ci fiondammo tutti assieme da Olaf, per mostrare il listato del codice e fissare il giorno della discussione!

Dopo le nostre gran facce da culo, la cosa più imbarazzante del mondo era il modo in cui il ciuccio aveva scritto la relazione, due pagine scarse di cui si capiva un cazzo. L'avremmo saputa fare tutti molto meglio!

Per sollevare la reputazione, Grip sussurrò, all'ingresso dell'ufficio: "Ecco, ora sono arrivati i buffoni!"
Scoppiammo a ridere ed Olaf ci guardò con un sospiro compassionevole che al laboratorio, ahimé, NON riservò: "Ma ragazzi, cos'è 'sta robaMa ragazzi, cos'è 'sta roba? E il resto?"

Joco stridulò disarticolato.

"Sì, dove sono i livelli intermedi?"

Qualunque spiegazione vi inventiate, per fare finta di avere capito, sarà meno inquietante della realtà: il progetto si evolveva a livelli (da 0 a 5) e Joco cancellava di volta in volta i risultati parziali, pensandoli inutili.
Ed invece... serviva, drammaticamente, TUTTO!

"Vi ricordo... - aggiunse Olaf - che il tempo della consegna scade il 30 giugno!"

Joco diventò bianco, poi marrone e poi di tutti i colori dell'Amiga, finché Olaf ci concesse il 2 luglio, due giorni dopo il termine, per pietà, pena, carità e, soprattutto, schifo.
E si raccomandò: "La relazione va fatta bene. Non così. Intesi?".

Ringraziammo e facemmo per uscire, quando Grip inciampò e investì l'armadio!

Oramai eravamo stati schedati: gruppo 61, il gruppo buffone.
Venerdì 27 giugno 1997: L'ORALE DI IAMR
Quel venerdì iniziò alle otto, minchia, ma il giorno prometteva spettacoli: gli orali di IAMR, la nostra AntiNaja!

Dal mio tono felice e spensierato, i più acuti avran già intuito che NON sarebbe toccata a me: era soltanto il primo giorno, col cazzo che saremmo passati, minchia, soka, vaffankulo!
L'imprevisto fu che la provarono soltanto in DUE, sconosciuti e SEGATI.

Prestammo al loro orale ogni attenzione e, modestamente, nessuno fu in grado di CAPIRE una cazzo di domanda, figuriamoci inventare risposte!
Sulla carta, era facile come IARP, nella realtà era l'inculata totale.

E l'AntiNaja tornava LFC, da studiare in full immersion a luglio.
Ripeto: LUGLIO, che è il mese più figo, quello in cui c'è vita e musica gratis, in cui Torino si riempie di pheega, diventando finalmente un bel posto! LUGLIO!!! Nel cesso. Minchia. Vaffankulo!

E la giornata non era finita: quella sera, appuntamento all'Eagle HouseEagle House, solo per gente di un certo livello! Quindi, Attila, Lyde, Zio Fa, Fra e Niger; e, soprattutto, Jena il rollatore.

Il primo a prender parola fu Lyde: "Mia mamma dice che, se rutto, mi incula!"

Fu poi il turno di Jena il Rollatore: "Giovani! Vi ricordate Benidorm, in Spagna, ad Agosto? Bene, fankulo! Son passato in agenzia, non c'è posto. Ci tocca anticipare a luglio, mi sa. No, non fine luglio. Cioè, vaffankulo, l'idea è partire sabato 12! Mica è sabato prossimo, è tra due, avete tutto il tempo di finire le vostre cazzo di stronzate! Allora?"

Attila e Lyde, placidi, dissero sì.
Gli altri risposero soka e fankulo: li reclamavano le loro tipe.
Ah, poi c'era Niger, che non rispose, perché è muto, ma comunque partiva per meta ignota, coi suoi veri amici.

Riassumendo: ero ampiamente fottuto!
Se paccavo, me ne restavo solo, per tutto luglio, come uno sfigato.
Se anch'io fossi partito per la Spagna, mi sarei trovato con Jena... a Naja!

"Ah, Marok! - disse Fra - Prima di andare, ti ho portato un paio di cassette, mi prendi le copertine allo scanner?".

Minchia, ma soka, vaffankulo, cazzo.
Lunedì 30 giugno 1997: MAI DIRE ESPAÑA!
Quel lunedì mi alzai di nuovo all'alba, mezzogiorno, spensierato, felice e con le idee ben chiare sul mio destino: da oggi, sarebbero andate in onda, ogni giorno alle 14:30, udite udite, le vecchie puntate di Mai dire TVMai dire TV del '91!
Pazienza LFC, pazienza Naja, ma perdere Mai dire TV... MAI!

Se chiederanno se il giovane Marok avesse mai fatto cose utili nella sua grassa, pigra e sozza vita, quella registrazione con audio hi-fi potrà minare le vostre certezze!
Ma, in fondo, vi confesso, anche le mie.

E quindi, ecco la puntata 1! Mi raccomando, le arance in galera.


Martedì 1 luglio 1997: LA RELAZIONE DEL LABORATORIO DI LFC
Sul 2 regnava la pace, purtroppo: scuole chiuse, zero pheega, fankulo.
Per fortuna, c'era la Pellerina. Quella sera, iniziava tutto, cazzo! Non sarei mancato per niente al mondo!!!

A scuola, trovai Joco nel panico, si era accorto che funzionava un cazzo.
Mancava solo un giorno alla consegna, la relazione era a pagina ZERO, Joco stava digitando in alieno, Grip propose un torneo a Stygian Tetris.
Be', in effetti era un'ottima idea.

Alle sette della sera, in precoma, Joco cantò finalmente vittoria (ad LFC, non a Tetris!). Boh, dai, era quasi ora di Le stampanti del PDFandare in stampa!

"Oh, mi raccomando! - stridulò Joco - In cima alle pagine, il nome dei file!"

Nessun driver di nessuna stampante faceva una cosa così banale: era il Parco dei Diversamente Figati!
Va be', fankulo, li aggiungemmo a mano, stampammo il listato e un altro coglione ebbe casualmente la stessa idea! Quindi, siccome eran file separati, tutti i fogli si mischiarono a cazzo!!!

Un applauso alla stampa fronte-retro.

Niente panico, collocammo MiOpìO alla stampante a fare la vedetta.
Contemporaneamente, Grip inciampò, buttando giù le due pile di carta che custodivamo sul terminale. Quindi, lanciai la stampa e Joco squittì: "C'è un altro errore! Va rifatto tutto!".

Erano le sette e mezza e la scuola chiudeva alle otto. Non avevamo nemmeno INIZIATO a scrivere la CAZZO di relazione, da consegnare l'indomani alle tre.

"Ascoltate! - sospirai - A casa mia ho una stampante a colori, uno scanner, Word, PhotoStyler e Windows Commander! Ci metteremo la metà del tempo e verrà meglio di 'sta merda anni '80. Quindi, vi va di far serata da me?"

Joco stimò le alternative a ZERO e non provò neanche a proporre il suo Amiga, perché gli avremmo dato fuoco a rutti! Gli altri attivarono il teletrasporto e skizzarono celermente affankulo.

Fu così che passai la sera a casa, con Joco, fino a mezzanotte e mezza.
In breve tempo, stampammo il listato, poi toccò alla CAZZO di relazione: il ciuccio dettava nella sua lingua, io convertivo in parole terrestri, disegnavo gli schemi e, nel frattempo, pensavo allo sciame di pheega, laggiù, che stava urlettando, a due passi da noi, di fronte al palco della Pellerina.
Ma sì, Cristina Donà e David Byrne soka, meglio LFC.
Soprattutto, felice primo luglio anche a tutti voi!!!
Mercoledì 2 luglio 1997: La DISCUSSIONE DEL LABORATORIO DI LFC
Quel mercoledì mi svegliai all'alba, mezzogiorno, presi dischetti e relazione e giunsi al Parco dei Diversamente Figati in tempo per vedere Joco sclerare: aveva trovato un baco letale e, se Olaf se ne fosse accorto, soka fottiti vaffankulo e tutti a NAJA!
Per fortuna, non controllava un cazzo.

Nichel, invece, era al settimo cielo: aveva superato LPPP! Quindi, poteva dare LPPO e, soprattutto, Mandingo fankulo!!!

L'Essere sbucò fuori dal teleport, vide Nichel, lo salutò e sorrise: "Ciao! Sai la novità? Per noi del Vecchio, hanno tolto le propedeuticità! Quindi, adesso, per dare LPPO, non dovevi più dare LPPP! Ihihihihihihihihihihiiiiiiiii!".

Mandingo che prendeva per il culo Nichel persino quando superava gli esami era la figata totale!
La nota negativa era che Joco, così, poteva segnare LFC, anche senza dare Analisi2. Quindi, non andava a Naja! Peccato.

In ogni caso, l'arrivo di Olaf pose fine a tutte le discussioni: con fare sicuro, Joco lanciò il test.

"No, grazie! - rispose Olaf - Gentili, ma adesso proviamo i miei test!"

Tutto ciò con l'Essere sullo sfondo, che recitava le maledizioni.

Olaf scrisse una riga, diede invio e il programma sputò scritte in gotico.
Guardammo tutti Joco, per capire se il fatto fosse positivo o neutro (Burzum, per esempio, avrebbe approvato!), ma l'espressione di Olaf dissipò tutti i dubbi: era molto negativo.
Se per caso sentite un'interferenza, tranquilli, è solo Mandingo che RIDE!

Olaf sospirò, brontolò qualcosa, chiese a Joco un po' di altre cazzate, bofonchiò minchiate incomprensibili, scrollò le spalle, aprì la relazione, sfogliò velocemente e scrisse "+3".

Non potevamo crederci: era fatta!
Funzionava un cazzo, domande un cazzo, massimo dei voti, culo infinito!!!

E adesso il PEGGIO poteva iniziare.
Giovedì 3 luglio 1997: LA DONNA DEL GIAPPONE
Quel giovedì mi alzai all'alba, mezzogiorno, e tutt'intorno era luglio: musica e pheega, ovunque! GRATIS!!! E il telefono squillò.

"Ohu! - disse Joco - Ti ricordi l'orale di LFC? Quello che evita i moduli..."
"Eh..."
"Capitan Findus parte per il GIAPPONE! Anzi, forse è già partita..."
"E quindi?"
"E quindi gli orali li fa Drebin, che fa passare tutti, perché è fesso!"

Stavo per rispondere seriamente, per fortuna mi fermai in tempo: Joco era la CAVIA UMANA perfetta!
O cavia ciuccia, se preferite...

"Ma che bella idea! - esclamai - Dai, facciamo l'orale con Drebin, andiamo a scuola a prenotare!"

In aula studio, beccammo due intellettuali a caso: Nichel e Grip.
Erano alla vigilia del secondo modulo di LFC ("Traduttori") e Grip era completamente sclerato.

"Dai, dì un po' perché non riesci a studiare! - sogghignò Nichel - Diglielo un po'! Com'è il libro? In che lingua?"
"Ma... quel libro lì? - chiese Joco - Perché? Non è sempre in inglese?"
"Eh... io non so l'inglese! - rispose Grip, con un candore invidiabile - Io... ho fatto francese e..."

E questa cosa veniva fuori solo ADESSO? Al QUARTO anno? Tra l'altro, Grip teneva di fianco un dizionario di inglese e stava traducendo a mano, frase per frase! Se Mandingo l'avesse saputo, sarebbe venuto a scuola travestito da Mister Flanagan, tanto l'altezza era uguale!

Comunque, Joco si prenotò per martedì 15.
Non prendete impegni: sarà uno spettacolo meraviglioso.
Venerdì 4 luglio 1997: IL MIO LIBRO PER UN CAVALLO
All'alba di quel venerdì, mezzogiorno, Nichel e Grip avevano già passato Traduttori, avevano completato LFC e quindi l'AntiNaja del '97!

"Minchia, che FIGATA! - ripeteva Nichel, trionfante - Sommando Traduttori e LPAS col +3 di laboratorio, fatto da Joco, come voto finale ci ha messo 30! E abbiamo fatto un CAZZO!!! Oh, ma pensa se Joco alla fine è il PEGGIORE del gruppo! Minchia ma sai, dopo, quanto lo pigliamo per il CULO?"

L'idea era lodevole, ma non abbastanza per farmi venire voglia di studiare: il libro di LFC era una palla solenne; l'ultimo dei problemi era l'inglese (ciao Grip!), al confronto la letteratura Vogon era porno.

Quella sera, in compenso, c'era un cazzo (o, se preferite, alla Pellerina c'erano "Khaled e Booya Tribe" e in piazza San Carlo c'era Beethoven!) e nessuno aveva cazzi di uscire.
Così, rispolverai un vecchio ed eroico progetto: riempire di cazzate l'audio di "The Day Of The Tentacle" (che dal nome può sembrare un porno giapponese, invece è il gioco in cui si viaggia nel tempo a bordo di un cesso e intanto la gente parla! In inglese...).

L'intero parlato era salvato in raw dentro a un file da 250 mega ("monster.sou") e avevo una cartuccia Jaz da 1 giga, vuota, quindi editarlo sarebbe dovuto essere una cazzata, senonché... accadde l'imponderabile.

Nel gioco, il giovane Hoagie deve fare addormentare un cavallo per Ahem fottergli la dentiera (fin qua, tutto normale), quindi gli legge il libro più palloso del mondo... e funziona, il cavallo dorme.

"The LALR compiler is constructed by the following method... First develop a rigorous elective grammar. If the elements have NP-completeness, the Krungie factor can be ignored!"

In italiano: "Il compilatore LALR si costruisce secondo i seguenti metodi... prima bisogna sviluppare una rigorosa grammatica elettiva. Se gli elementi presentano una completezza NP, il fattore Krungie può essere ignorato."

Anche voi, di recente, avete letto qualcosa che parlava di LALR, ne sono certo. Controllate a pagina 5, se leggete su carta, altrimenti scrollate verso l'alto!
Ebbene sì: dentro "The Day of the Tentacle" c'era il libro di LFC e serviva per fare addormentare un cavallo!!!
Oltre l'assurdo e lo spregio, eravamo alla follia.
When DeRemer devised the SLR and LALR methods, which are simpler than Korenjak's, the LR technique became the method of choice for automatic parser generators. Today, LR parser generators are common in compiler-construction environments
(pag 278, capitolo 4)

Aho, Johnson and Ullman showed that even with an unlimited number of registers the problem remains NP-complete.
(pag 566, sec9.10)


Fonte:
"Compilers, Principles, Techniques and Tools".
Autori del libro: Aho, Sethi, Ullman.
Edizione: Addison-Wesley, 1986.
Acquirente delle fotocopie: GM.
Skannatore: il giovane Marok!
Domenica 6 luglio 1997: POWER TO HANDICAP (the original!)
Quella domenica mi alzai all'alba, mezzogiorno, con uno strano presentimento: l'altra sera alla Pellerina mi ero visto i "Blu Vertigo" e cantavano "Fuori dal tempo", una canzone sul questionario dei tre giorni di NAJA.
Tutto ciò di fianco a Jena il Rollatore, che stava per partire per la Spagna, ma anche per Naja.
Tutti questi presagi forse volevano suggerire qualcosa?
Comunque, il telefono squillò.

"Ohu! - disse Joco - Si laurea mio fratello!!!"
"Ah be'... -
risposi - Complimenti!"
"Eh, pensavo di fare la maglietta. Hai voglia?"
"ANCORA???"
"Dai, cazzo hai da fare oggi? Si laurea in Economia e Commercio, possiamo scrivere 'È nato il nuovo Pravettoni'! Gli ho fatto una foto con la giacca e la cravatta, così sembra serio! Boh, tra mezz'ora sono lì!"


Minchia, che palle, era domenica mattina, ma non poteva studiare LFC?
Però, alla fine, la foto del fratello era una merda: era messa ancora peggio di quelle di Attila e Killer e la cosa peggiore di una foto sfocata era che andava scontornata a MANO. Fankulo!

"È la migliore che ho. L'ho fatta io! Perché, non va bene?"

Comunque, siccome il fratello andava affankulo in America, Joco si era scaricato da Internet uno Skyline di New York su PhotoStyler 2.0skyline di New York, coi grattacieli, e sopra ci voleva mettere il fratello a cavalcioni di un aereo della TWA, quelli che esplodono da soli mentre volano.
Bella idea, no?

Sì, ma poteva essere ancora peggiorata: rubai un cappello da laureato a Civilization 2!

Se pensate che le premesse siano pessime, aspettate di vedere quanto fa CAGARE il risultato: la prospettiva era talmente sbagliata che sembrava che l'aereo si dovesse schiantare contro quei grattacieli di merda (tipo "Flight Simulator 95"). Et voilà!

La maglietta del fratello di Joco

Era un vero affronto alla grafica e, come tale, andava punito! Severamente.

Salvato il file su un dischetto, accompagnai Joco giù in strada e... sorpresa: sul parabrezza della Jocomobile c'era un foglio!
Una multa?
No, PEGGIO! Una dedica!

Brutto bastardo, hai approfittato di un posto per disabili. La prossima volta, se ci SARÀ, la vai a ritirare in corso Brescia. Mi auguro che ti capiti quello che è successo a me!

"Brutto bastardo, hai approfittato di un posto per disabili. La prossima volta, se ci SARÀ, la vai a ritirare in corso Brescia. Mi auguro che ti capiti quello che è successo a me!"

Quindi, dopo avere pisciato sangue, dopo avere avuto le coliche, dopo avere scoperto tre calcoli ai reni ed essere quotidianamente preso per il culo da tutto il Parco dei Diversamente Figati, adesso Joco aveva la MALEDIZIONE!!!

Nei suoi panni, l'avrei stampata su una maglietta, tipo quella di Elio con le parole della vecchia che lo maledice nella segreteria!
Invece, non ne volle sapere, peccato.
Sabato 12 luglio 1997: I FICHISSIMI
Appesa nella stanza, la maledizione contro Joco faceva la sua porca figura: quando la Voce della mia Coscienza la vide, le partì il rosario in latino!
Roba da registrare, ma purtroppo era mattina.

Comunque, ci aspettava l'ultima serata prima che Jena, Attila e Lyde partissero per la Spagna. Yeeeee!!!

Paccato Jovanotti alla Pellerina, ci imbucammo ad una festa all'aperto in piazza d'Armi, perché era pieno di pheega.
Purtroppo, Attila era in crisi culturale: venerdì mattina avevano mandato "I fichissimiI Fichissimi" in TV, ma non ce n'eravamo accorti e nessuno aveva registrato!
Vedo che capite il dramma, bravi.
Per fortuna, si era accorto di "Eccezzziunale veramente" stasera ed aveva programmato, altrimenti sarebbe stato infarto.

Quella sera, a sorpresa, erano anche tornati Garruso e Diste: ad evocarli era stato Jena il rollatore e l'unico a non sopportarli era lui.
Sarà un caso, ma passarono la serata a prendere per il culo un amico assente, chiamato Disa: per lui, niente Spagna, perché gli era arrivata la cartolina di Naja. Capito? Era divertente! Ridevamo tutti... tranne Jena! Strana persona.

Quello che non sapevamo era che Diste e Disa stavano con due tipe che mi facevano concorrenza: si tramandavano le recensioni delle serate, rigorosamente al femminile. La tipa di questo Disa era uscita con noi una sola volta, ma le era bastata: aveva già creato le nostre schede!
  • Lyde era "il ragazzo che mettono nel bagagliaio".
    Sottotitolo: "Ma perché esce ancora con loro?".
  • Attila e Jena erano "i Debosciati".
  • Più modestamente, io ero "il Ripugnante".
  • Niger invece era "il Disgustoso" e, insieme, formavamo la coppia degli "Inanimati".
Quindi, Diste ci seppe raccontare per filo e per segno ogni singola mossa di quella serata, in cui lui NON c'era. E, soprattutto: "Peccato che lei in Spagna non c'è! Sarebbe venuta, se solo Disa non fosse partito per Naja. Ahahahah!".

Su Jena il Rollatore si generò un fungo atomico: ci piace ricordarlo così.
Domenica 13 Luglio - I PRIMI EFFETTI DELLE MALEDIZIONI
Quella domenica mi alzai come sempre all'alba, mezzogiorno, e assomigliava davvero a una bella giornata: GM era finalmente riuscito a far masterizzare da una cartuccia Jaz il mio Cd numero 3, OldStuff!

Avevo finalmente su un unico CD tutti i vecchi giochi che mi occupavano millemila floppy! Escluse avventure grafiche e simulazioni di guida (già allocate nei primi due volumi), il cd era diviso in 8 directory:
  • ARCADE: i platform bidimensionali, tra cui Arkanoid, Bubble Bobble, Golden Axe, Pharaoh's Tomb, Prince of Persia, Skyshark, Tunnels, Xenon2!
  • COOL: i porno, come StripPoker o Sextris!
  • FLIPPER: Epic Pinball, Pinball Dreams, Pinball Fantasies, anche se il mio preferito restava il più vecchio, Tristan.
  • LAB3D: i mitici labirinti 3d, tra cui Doom, Duke Nukem 3d, Heretic, Hexen, Quake, Spear of Destiny e l'antenato di tutti, Wolfenstein 3d.
  • LOGICA: Atomix, Humans, Lemmings, Push Over, Sokoban e il Vga Mastermind
  • TAVOLA: Dama, Forza4, Mahjongg e un po' di simulatori di scacchi, tra cui ChessMaster!
  • TETRIS: tutti belli, ma lo Stygian resterà il capolavoro assoluto.
  • WINGAMES: un po' di innocenti passatempi per quando siete in Windows e non volete uscire al Dos
Ogni gioco era corredato da istruzioni, cheat e parolacce, tutto su cd, al sicuro per sempre! Un sogno che diventava realtà.

Sooooka!
~ CD #3: oLdStUfF ~
  • ARCADE
    • AIRBALL
    • ALADDIN
    • ALIENBRD
    • AMAZE
    • ANCIENT
    • ANOTHER
    • AQUANOID
    • ARKANOID.2
    • ASTERIX
    • A_BURNER
    • B2FUTURE
    • BADBLOOD
    • BANANOID
    • BANDITS
    • BATMAN
    • BEER
    • BLUES
    • BL_MONEY
    • BOA
    • BUBBLE
    • BUDDA
    • BUMPY
    • B_JUICE
    • CDMAN
    • COLORADO
    • CRYSTAL
    • C_FODDER
    • DEFCROWN
    • DEFENDER
    • DRACULA
    • DR_STRIK
    • DS_STRIK
    • DYNABL
    • D_LAIR
    • FL_BACK
    • GB2
    • GODS
    • GOLDEN
    • GOOSE
    • GORBY
    • HOCUS
    • HOMEALON
    • HUGO2
    • INVADERS
    • JAMPOND2
    • JOE&MAC
    • KEEN
    • LETHAL
    • LIONKING
    • MARIO
    • METAL
    • MOONWALK
    • MYSTIC
    • M_BASHER
    • N&SUD
    • N-RAID
    • NIBBLES
    • NIGHTMER
    • NINJA
    • N_SHIFT
    • OP_WOLF
    • OSCAR
    • PANG
    • PIRAMIDI
    • PREDATOR.2
    • PREHIST
    • PREHIST2
    • PRINCE
    • PRINCE2
    • RAMBO3
    • RAPTOR
    • RIPTIDE
    • ROASTEM3
    • ROCKET
    • R_RABBIT
    • R_RONNIE
    • SIMPSONS
    • SKYSHARK
    • SNARF
    • SPIDER
    • STARFIRE
    • STELLAR7
    • SUPERBAL
    • TANK
    • TITUS
    • TRACY
    • TROLLS
    • TUNNELS
    • UGH!
    • VIKINGS
    • VOLFIED
    • XENON2
    • XIPHOS
    • XQUEST
    • ZONE66
    • ZOOL
    • ZOOL2
    • ZOOM
  • COOL
    • COVER
    • NACKED
    • QUEEN
    • S-POKER3
    • SEXTRIS
  • FLIPPER
    • 8BALLDLX
    • 8BALLDLX.2
    • DREAMS
    • DREAMS2
    • EPIC
    • EPIC_SE
    • FANTASY
    • ILLUSION
    • MACADAM
    • MAGIC
    • SILVER
    • SPIDER
    • TRISTAN
  • LAB 3D
    • ALONE
    • DEPTH
    • DESCENT
    • DESCENT2
    • DIEHARD
    • DOOM
    • DOOM2
    • DOOM_MY
    • DUKE3D
    • EXTREMIS
    • HERETIC
    • HEXEN
    • KEN_LAB
    • LBA
    • QUAKE
    • R_TRIAD
    • SPEAR
    • WOLF3D
  • LOGICA
    • ATOMIX
    • BRAIN
    • CLIKCLAK
    • FELIX
    • HUMANS
    • H_LIGHT
    • LEMMINGS
    • LEMMINGS.2
    • LODERUN
    • MICKEY
    • OH_NO
    • OXYD
    • PUSHOVER
    • PUZZLE
    • ROCKFORD
    • SOKOBAN
    • TIM
    • TOONS
    • VGA_MIND
  • TAVOLA
    • DAMA
    • FORZA4
    • HOYLE
    • MAHJONGG
    • MONOPOLI
    • RISIKO
    • SCACCHI
      • BCHESS.DOS
      • BCHESS.WIN
      • CM2000
      • CM3000
    • SOLIT1
    • SOLIT2
    • STRATEGO
    • VEGAS
    • YAHTZEE
  • TETRIS
    • BLOCKOUT
    • CLASSIC
    • COLUMNS
    • DELUXE
    • MANIA
    • NEWTE
    • NOTRUS
    • OBJETRIS
    • PIT
    • QUADROID
    • SBLOX
    • SBLOX20
    • SITRIS
    • SOVIET
    • SQUARED
    • STRIS
    • STYGIAN
    • TEAMTRIS
    • TETRICS
    • USSR
    • WELLTRIS
    • XROCK
Totale  640 Mega
Video setup  Super-Vga
Audio  port220 DMA1 IRQ7
Collected by  MaRoK

Tornando a casa, però, passai davanti all'Ospedale Martini ed accusai uno strano fastidio alla mano sinistra; era un formicolio sul fianco esterno, simile al prurito da puntura d'insetto, ma NON si vedeva un cazzo.
Una volta a casa, anulare e mignolo erano bloccati: sciopero.
Se non avessi già terminato la carriera con i Quarantena, dove suonavo il basso con la tastiera, sarebbe stato un pessimo colpo per le mie fan!

Boh, nascosi il "problema" alla Voce della mia Coscienza, che mi avrebbe trascinato al Pronto Soccorso a calci in culo, e mi svaccai a controllare tutti i giochi del CD, rigorosamente con l'altra mano.

Solo verso mezzanotte, finalmente, la mano offesa mi regalò la prima soddisfazione: si gonfiò a dismisura e la puntura venne fuori.
Era quasi ora!
Come premio, le spalmai un po' di pomata del cazzo, mentre con l'altra mano giocavo a Sextris!
Tutto questo, con la pheega a due passi a casa, al concerto dei "Massimo Volume".

Buon 13 luglio anche a voi!
Martedì 15 Luglio - L'ORALE DI JOCO
Quel martedì mi alzai come sempre all'alba, mezzogiorno, tanto Joco sarebbe stato SEGATO alle due, maledizioni permettendo.

Faceva un caldo puttana, quel giorno, e le vetrate degli uffici, prive di tapparelle, regalavano picchi di 40 gradi. Forse 41.
Joco, che soffre il caldo già ad aprile, salutò con aria liquefatta il Tenente Drebin, che gli domandò schifato: "Ma lei quando l'ha fatto il laboratorio?"
"Mah, non so! - rispose Joco - Mi sembra a giugno..."
Per fortuna, intervenni io, dissi che era il 2 luglio e, per inciso, +3.

"Va bene. - sospirò Drebin - Mi parli della grammatica ad attributi!".

Joco più o meno seppe rispondere, ma Drebin era affetto da timeout compulsivo: "Sì, va bene, basta. Adesso me la scriva una grammatica ad attributi! Adesso, mi spieghi come l'analizzatore lessicale associa il tipo al lessema! Mi sa dire cos'è un attributo ereditato? Quali sono i modi in cui vengono valutati gli attributi nell'analisi sintattica? Cosa mi sa dire della tecnica bottomup, per attributi sintetizzati ed ereditati? Mi parli della tecnica a display!"

Minchia, non c'era un nesso logico, faceva uscire di testa! Era tipo le cazzo di maratone alcoliche in cui vince chi resta in piedi e, se crolli, ti scrivono in faccia "SEGATO!" con la sborra.

Poi, Drebin tirò fuori i testi d'esame e gli chiese il quarto esercizio di settembre '92, sempre sul display:

Esercizio 4 del 14/9/1992

Lo sapete fare tutti, no?
Il ciuccio, comunque, si spaccava il culo e andava avanti.
Recalcitrò un po' solo alla fine, su visibilità, puntatori e link di controllo, che sarebbe il puntatore all'ambiente precedente dello stack, avete presente? Come se fosse Antani. Drebin lo guardò per un po', pensieroso, poi decise che, dopo 40 minuti, era cotto; quindi, sentenziò: "Senta, visto che lei ha +3 di laboratorio, io le metto 23, così complessivamente fa 26!"

Cazzo, era LO SPREGIO PERFETTO!
Da un lato, Drebin era partito dal voto finale per poi SOTTRARRE i punti di laboratorio.
Soprattutto, però, Joco ribadiva da mesi che avrebbe rifiutato 24 e, alla fine, aveva accettato un 23!
Dai, Drebin l'aveva fatto per la recensione, non si spiegava altrimenti.

Comunque, ero soddisfatto: prenotai l'orale!
Drebin mi rispose che l'ultimo giorno possibile era venerdì 18, poi vacanza e vaffankulo.
Avevo TRE giorni di tempo, che problema c'era? Ce la potevo fare!!!

Prima di levare il culo dalla scuola, però, beccammo Nichel.

"Ohu! Handicappati! Fatto 'sto orale? La facciamo 'sta pizzata AntiNaja?"
"Ce l'ho il 18! -
risposi - Se passo, minchia, pizzata, puttane e vaffankulo!"
"Noooo! -
obiettò Joco - Io il 17 parto per le vacanze! Facciamo stasera?"
"Ma soooka!!! Non faccio la pizzata AntiNaja se prima non ho l'AntiNaja!"
"Ma dai, minchia! Non rompere il cazzo!"
"NØ! Quando dico NØ è NØ! Quando dico FANKULO è FANKULO!!!"
Prima della cura   Joco Vs Alcool: mission impossible   Mandingo

Mandingo Vs GM   Il tavolo di fianco invoca il teletrasporto

Spranga, Mandingo e Grip: lo stupore   Mandingo ridens   Marok says soka

GM & Nichel Drunk   La macchina degli handicappati   Happy Mandingo

Grip vs Joco   Ti sega!!!   Il posto di Mandingo
Mercoledì 16 luglio - IL CONTO ALLA ROVESCIA
Quel mercoledì mi risvegliai cadavere, era stata una delle migliori pizzate della storia: pensate che al tavolo di fianco, per sbaglio, c'era pheega!!!
Sarebbe rimasto l'incontro più ravvicinato di tutto il 1997.

A proposito, anche la mano era praticamente a posto, ma il flash dell'Halina NØ. Grazie per avermelo chiesto! Per questo, mi ero fottuto la macchina foto di GM: poteva quasi traslocare a casa mia, gli fottevo roba dall'81, ancora quattro anni e sarebbe scattata l'usucapione.

Ah, dimenticavo: LFC. Alla fine, non solo sapevo quasi un cazzo, ma quel poco non ero nemmeno in grado di tradurlo in lingua italiana. Perciò, m'imparai a memoria un esempio per ogni domanda possibile, in modo da giocarmi la carta: "Mi spiego con un esempio!".
Poi Drebin mi avrebbe chiesto che minchia avessi scritto (e, soprattutto, perché!), ma sarebbe stato un problema secondario.

In tutto ciò, Fra era tornato dalla breve vacanza con la tipa e mi reclamava per giovedì sera: alla Pellerina c'erano gli Africa Unite e Ziggy Marley e cioè, minchia, avremmo potuto raggiungere il Nirvana col fumo passivo, gratis!
Per spiegarvi la portata di questa notizia, i gusti musicali di Fra spaziavano dal punk al metal, era fan dei Metallica e dei Cure e gli stava sul culo il reggae, tollerava solo i Pitura Freska perché dicevano le parolacce! Se, pur di farmi uscire, gli andavano bene persino gli Africa, era veramente alla disperazione, cantargli le canzoni degli Africa nelle orecchie tutta la sera sarebbe stato bellissimo!!!

E invece un cazzo, mi toccava rimanere a casa. Fankulo.
Venerdì 18 Luglio - IL GIORNO DEL GIUDIZIO
Quel venerdì non servirono sveglie, perché non chiusi occhio tutta la notte! Era un ottimo allenamento per la Naja.
Persino la Voce della mia Coscienza si allarmò nel vedermi sveglio, ma non rinunciò a dedicarmi l'Inferno, mentre Nerina dormiva stecchita sul libro di LFC, neanche fosse un cavallo.

Comunque, arrivai a scuola abbondantemente in tempo per l'esecuzione.
Col passo lento e stanco del condannato, marciai verso la corte marziale del Tenente Drebin, che però stava ancora torchiando il Diversamente Figato precedente! Mi nascosi dietro la porta.
Ad un tratto, fu solo silenzio, il classico silenzio da panico, poi una voce giovane tremulò: "Eppure a casa lo sapevo!".
Intuendo che Drebin fosse al massimo livello d'incazzatura che gli consentissero le sue capacità neuronali, decretai che ero in anticipo e me ne andai a fare un giro affankulo.

In aula di laboratorio, era appena esplosa l'anarchia: avevano agganciato ad Internet i 486, con Windows NT!
Da oggi, TUTTI i computer uscivano su Internet, si poteva scaricare direttamente sull'hard disk locale, sul floppy locale, ma anche su qualunque minchiata avesse una porta parallela o seriale, senza dare nell'occhio né fare alcuna coda! Con un drive Zip, si fottevano 100 mega a botta. Con un po' di abilità, probabilimente, si poteva agganciare pure un computer portatile!
E tutto ciò proprio OGGI, che NON me ne fotteva un cazzo!!! Ma vaffankulo.

Al mio ritorno, trovai Drebin da solo e, sì, dai, sembrava tranquillo!
Non mi resi conto che era un pessimo presagio, la quiete prima della tempesta, il buffering della sfiga prima che cada.
IL DIVERSAMENTE ORALE DEL GIOVANE MAROK
"Lei ha +3 di laboratorio! - esordì il Tenente Drebin - Bene, bene! Adesso mi parli un po'..." - l'energia fornita dal mio battito cardiaco avrebbe alimentato la città di Tokyo per un mesetto - delle grammatiche ad attributi!"

Cazzo, ma era uguale a Joco! Ma che figata!!! Colsi l'occasione al volo, cioè la buttai nel cesso, con la risposta più squallida partorita MAI: "Allora, le grammatiche ad attributi sono delle grammatiche alle quali sono associati degli attributi...".

Per qualche secondo mi bloccai, pensando alla stronzata appena sparata, roba che Mandingo al confronto poteva tenere conferenze al Poli; poi afferrai un foglio di carta e sputai al volo un esempio.
Alla vista del manoscritto, anziché addormentarsi come un normale cavallo, Drebin iniziò a farmi domande alle quali probabilmente non avrei saputo rispondere nemmeno se avessi studiato, ma che prontamente eludevo applicando la famosa legge di Truman: "Se non li puoi convincere, confondili!"

Per fortuna, il 18 Luglio era il 18 Luglio per tutti, anche per lui.

"Va bé - rispose scazzatissimo pensando al mare e all'ombrellone - andiamo avanti! Mi illustri il metodo del backpatching attraverso la traduzione della regola if... then... else!"

Ecco, mi ero imparato a memoria dieci esempi sull'argomento, lui mi aveva chiesto l'undicesimo. Buttai giù righe di codice, seguendo un protocollo che, tecnicamente, si potrebbe definire "a muzzo", mentre Drebin mi studiava con l'aria di un ricercatore che esamina una specie vegetale sconosciuta, potenzialmente tossica.

"Senta - sospirò - qui i casi sono due. Se lei vuole un bel voto, torni a settembre. Se no, le faccio ancora un'altra domandina e vediamo..."

Stavolta, applicai alla lettera la legge di Quelo: "La seconda che hai detto!"
"Bene! Mi parli del display!"

Che culo, era tutto uguale!!! Tra l'altro, era stata la mia ultima lettura della sera precedente, la mia fiaba della buonanotte, come Cauchy per l'orale di Analisi2. Gli sputai lo schema su carta, veloce come un razzo, lui guardò e mi disse: "Bene, ma... quali variabili sono visibili da questa procedura?"

Il lato divertente era che le variabili erano solo tre.
Ne scelsi una... era cannata.
Scelsi la seconda...

"No. - sentenziò Drebin, esasperato - Io per incoraggiamento le posso dare 18, che, tanto, con il +3 di laboratorio, fa 21! Accetta?"

In quei momenti, uno cerca sempre di spacciarsi per l'allievo modello che studia più di tre ore al giorno, supera quattro esami l'anno con la media del 27 e considera 21 un voto di merda, ma era davvero dura.
Per quanto mi sforzassi di fingermi serio e attapirato, alla fine glielo dissi quasi ridendo: "Va bene, accetto!"

E, finalmente, il libretto girò pagina!!! E il primo voto era uguale.
Inizia pagina due: LFC
GATTI, ORSI, CIUCCI E TETTI.
Scappai di corsa dall'ufficio, ridendo come solo i diversamente intelligenti sanno fare!
Quindi, fiero dell'AntiNaja appena conseguita, feci il giro dell'intero parentado per riscuotere i crediti e, subito dopo, mi fiondai da Marvin, in via Lagrange, dove incontrai la nuova macchina foto: Minolta Riva Ex-70!
  • Funzionava il flash! Visti i precedenti, non era poco.
  • Aveva lo zoom! 35-70mm, cioè terzo mondo, ma meglio che un cazzo.
  • C'era la lunga esposizione, con o senza flash. Quindi, di notte, si potevano fare le foto senza che la gente venisse bianca e lo sfondo nero! Però bisognava appoggiarla in un punto fermo e NON stava in piedi da sola in verticale. Peccato.
  • Aveva la macro, cioè la messa a fuoco fissata sulla lunghezza della cordicella con cui si legava al collo: genio puro!
  • Era leggermente più GRASSA dell'Halina, ma comunque nella tasca dei pantaloni ce la facevo entrare lo stesso, perché vaffankulo.
  • Fondamentale: esisteva l'assistenza Minolta a Torino!
Ora, però, vi starete chiedendo che fine avessero fatto i nostri eroi!
  • Grip e MiOpìO avevano riprovato ancora una volta ROGA... ed erano di nuovo stati SEGATI.
  • Spranga sarebbe passato alla storia come il primo essere umano a farsi fare due laboratori in parallelo: LFC da Joco e IAMR da Zool!
  • Joco sarebbe tornato dalle vacanze a Londra, con i calcoli, per andare in campagna in Sicilia coi genitori, nella casa col tetto all'incontrario.
  • Nichel, prima di partire per il mare, sarebbe passato al PalaBorghezio apposta a prendere la sua copia di questa recensione: in questo momento, sta leggendo queste righe davanti a me e ride.
  • Infine, la cartolina di Naja a Jena il rollatore! Sarebbe davvero arrivata mentre era in Spagna, sollevando un caso internazionale? Lo scoprirete nella prossima recensione!
E adesso, prima dei fankuli finali, un bel regalo solo per VOI che siete arrivati fino in fondo e quindi dovete espiare i vostri peccati: ecco le diapositive dell'estate '97, dalla gita in Russia al pellegrinaggio verso la casa in Sicilia di Joco, con il tetto all'incontrario. Guardatele tutte fino in fondo, ci conto!

Io, intanto, vi precedo linguisticamente, fotograficamente e cordialmente affankulooooo!!!
Macro Nerina   Joco ciuccio   Nichel tiene ´e ccuorna

Iniziamo bene... :)   Stabilità   La campagna intorno a Rostov

Volga choo choo   Tramonto sul Volga

Chissà se vengono le foto dal pullman?   La nostra guida   Dietro la chiesa di San Basilio   Il Cremlino

Buongiorno, giovane Marok!   Palazzo d´estate   Incontri ravvicinati

E finalmente... Casa Joco!!!   Come Joco ripara il tetto   Joco Hair Style

In macchina sotto la tempesta   Un felino a casa Joco

Joco taglialegna   Joco taglialegna - Reprise   Saluti dalla Spagna - Lato A   Saluti dalla Spagna - Lato B