MENU:

Marok.org > Cumpa > Archivio | Blog | Chi siamo | Disegni | Foto | Perle | Storie | Voci

LOADING...
Sei in: Home > Cumpa > Blog > #0781


-----Messaggio originale-----
Da: Marok
A: Handicap@wc.net
Data: Giovedì 12 dicembre 2019 01:24
Oggetto: Dieci domande per l'Infinito



Cari diversamente figati,
benvenuti nel 12 dicembre 2019!

Mancano pochi giorni all'ULTIMO CONCERTO dei Farinei dla Brigna:
www.marok.org/Farinei/
...ma è anche il trentennale del loro primo disco, che contiene una canzone chiamata "Vint ani fa"!
Totale = -50.
Tutto chiaro? Bravi!

Sono anche passati pochi giorni dal trentennale del primo album di Elio e le Storie Tese, "Elio Samaga Hukapan Karijana Turu", di cui vi agevoliamo il comunicato stampa:
www.marok.org/Elio/Discog/samaga_comunicato.jpg

Lo stesso giorno (6 dicembre), è uscito il nuovo album di Musicaperbambini, "Alla fiera della fine", con la partecipazione straordinaria di Rocco Tanica ed Elio!
trovarobato.bandcamp.com/album/alla-fiera-della-fine
Yeeeeeeeeeeeeeee!!!

A proposito di crimini rimasti impuniti, oggi sono CINQUANT'ANNI esatti dalla strage di piazza Fontana, a Milano:
it.wikipedia.org/wiki/Strage_di_piazza_Fontana

...di conseguenza, sono passati DIECI ANNI dal DUOMO tirato in FACCIA a Berluskoni:
nonciclopedia.org/wiki/Attentato_a_Silvio_Berlusconi

...e noi quel giorno eravamo tutti là, a Milano, dove si scrive la storia!
Però eravamo alle prese con la #fac0ff, la Quinta Convention delle Fave=Fankulo:
www.marok.org/Elio/Storie/fac0ff.htm
(Ricordate? È la convention che ci ha convinto a non fare MAI PIÙ convention! Poi coerentemente ne abbiamo fatte altre, perché altrimenti non saremmo stati coerenti con l'essere pirla!)

E quindi? In questo 12 dicembre 2019, come fare per affrontare il domani con ottimismo e fiducia nel futuro?
Boh... io consiglio di potenziare la DEMENZA con l'ALZHEIMER, perché è GRATIS.
Oppure, guardando "Gli Stati Generali" tutti i giovedì sera su Rai Tre, però all'incontrario, tipo il filtro antiapriculi su Youtube:
www.youtube.com/watch?v=ax6Ucm8FfY4
www.youtube.com/watch?v=skSnfX3VYE4
(quest'ultimo è bellissimo, è il primo "reverse" con gli autori che ti guardano mentre gli ascolti il disco che gira al contrario, è quasi una droga!)

Se nessuna delle precedenti soluzioni vi soddisfa... provate ALAN MAGNETTI!
Sììììììììììì!!!
Con peculiare emozione, annunciamo che è appena uscito il suo romanzo "Chi è la ragazza?", edito da DrawUp.
www.edizionidrawup.it/narrativa-italiana/457-chi-e-la-ragazza.html

Ne abbiamo approfittato per rivolgere dieci domande all'autore, l'Infinito Alan Magnetti!
In esclusiva per la niusletter di marok.org, va ora in onda...

----------------------------------------------------------------
DIECI DOMANDE PER L'INFINITO
----------------------------------------------------------------

#1
La nostra ultima chiacchierata era andata in onda con la seconda puntata di "Biodegrado esistenziale": Alan aveva annunciato il Suo addio alla scena musicale per dedicarsi completamente alla scrittura.
Chi se la fosse persa, la può riascoltare qua:
www.marok.org/Arte/Voci/biodegrado.htm
(Alan è al minuto 37, come i pompini di Clerks)

Quella volta, caro Alan, lo zoccolo duro dei fan aveva gridato il rimpianto per il tuo disco mai pubblicato... ed invece oggi in tanti apprezzano il tuo stile narrativo al pari delle tue canzoni!
Ma che cosa ne pensano i protagonisti dei tuoi romanzi?
Sono contenti della loro interfaccia testuale o qualche ribelle vorrebbe essere una canzone?

ALAN RISPONDE:
I protagonisti dei miei romanzi appartengono a un mondo che esiste già prima che io inizi a schiacciare il primo tasto con la prima lettera della storia. I miei romanzi si scrivono da soli, mi è capitato di scrivere storie dormendo in piedi, è la storia che comanda, comanda me, comanda i personaggi. I protagonisti dei miei romanzi non sanno che esisto perché apparteniamo a due realtà parallele.

#2
Grazie! Ma, se un incantesimo ti strappasse dal nostro mondo e ti catapultasse nell'universo parallelo della protagonista del tuo prossimo romanzo, che cosa faresti?
Un romanzo su di noi oppure all'amore su di lei?

ALAN RISPONDE:
Quando scrive uno scrittore fa l'amore con la storia tutta Intera, provando emozioni contrastanti, ma penso che se finissi dentro uno dei mondi che trovo scrivendo probabilmente sarei uno scrittore anche lì e scriverei storie dettate dalla realtà che vivo adesso, quindi tutti quelli che esistono nella vita di tutti giorni potenzialmente potrebbero essere risucchiati da una storia scritta nell'universo parallelo.

#3
A questo punto, i nostri lettori si chiedono com'è fatto l'universo del tuo nuovo libro.
Per esempio, Roberto di Malone (TO) chiede se là dietro c'è pace.
Dalla Locanda delle Fate di Asti, invece, desiderano sapere se i sogni di altri mondi sono quadri appesi al vento.
Infine, l'Angolo delle Fenici Romantiche di Piombino (LI) è interessato al colore degli occhi della protagonista.
Possiamo già rivelare qualcosa?

ALAN RISPONDE:
Beh inanzi tutto va sottolineato che il romanzo ha la prefazione scritta da Piero Chiambretti e che non è solo un romanzo, ma anche un cortometraggio con la voce narrante di Alessandro Haber e una serie di video ad episodi che ha già coinvolto Elio e Max Gazzè.
Detto questo nel romanzo ci sono due dimensioni parallele, il sogno e la realtà che non riescono a fare pace fra loro e sul cui confine vive il protagonista, Donald Karman, un addetto al call center che vive col vecchio padre e che ha un sogno ricorrente in cui lui si trasforma in un uomo identico a Woody Allen e dove quasi sempre compare una ragazza, una bellissima e misteriosa ragazza con due occhi di colore diverso, il fenomeno è reale, si chiama eterocromia. Ma questi due occhi diversi rivelano due verità diverse, contrastanti, che travolgeranno la vita del protagonista anche quando non sogna. I Sogni di Donald sono quadri che non si appendono bene sulle pareti della sua vita reale, ma che quando cadono fanno rumore e ogni volta che cadendo battono sulla realtà trasformando qualcosa in lui in maniera irreversibile.

#4
Non è la prima volta che i tuoi romanzi si aggrappano al confine tra due mondi differenti: la realtà e il sogno oppure più sogni differenti.
La memoria dei lettori si tufferà inevitabilmente nel torbido secchio della fantascienza: penso alle novelle di Richard Matheson, a serie famose come "Ai confini della realtà", ma anche ai romanzi di Douglas Adams, in cui i personaggi citano spesso l'irresistibile attrazione che gli umani hanno per la linea di confine tra giorno e notte, tra terra e mare o, in generale, tra universi paralleli.
Come sappiamo, non è una prerogativa degli umani, anzi! Chiunque abbia avuto un gatto l'avrà sentito miagolare dietro ad una porta chiusa, l'avrà aperta ed avrà visto il gatto rimanere dentro, a fissare fuori: il piacere non è varcare il confine, ma sapere di poterlo fare!
Oppure, semplicemente, sporgere il muso e sbirciare al di là.
A chi ti senti più vicino? Alla fantascienza o ai gatti?
Pondera bene la risposta, perché solo uno dei due insiemi piace alla pheega!

ALAN RISPONDE:
Diciamo che non è un romanzo di fantascienza, in genere non seguo mai un genere e non è un gioco di parole, non è come dire il generale in generale è un generale... è proprio che mi piace mischiare elementi diversi anche se tra gli inediti nel mio cassetto ci sono storie che scivolano facilmente dentro un genere preciso, ma "Chi è la ragazza?", fa parte di quei miei romanzi che non seguono un genere in particolare. Si toccano tanti temi nella storia, ma soprattutto c'è un mistero da capire, quelli che fa Donald nel romanzo sono davvero solo dei sogni? Chi è la ragazza, quella con gli occhi di due colori diversi che compare spesso nei sogni? Perché Donald quando sogna si trasforma in un uomo identico a Woody Allen? Sono tutte domande che alle Fenici e i lettori che scopriranno questa storia si faranno e devo dire che chi ha già preso il libro si sta facendo catturare, anche se in questo romanzo non ci sono gatti.

#5
Molto spesso, capita che il pubblico colga in un'opera dei significati che vanno al di là delle intenzioni dell'autore. Avviene un po' con tutte le forme d'arte, compresa la musica: è piuttosto comune che le interpretazioni più divertenti e più profonde di una canzone, date dai fan, siano rinnegate dai compositori.
Oppure, più semplicemente, capita che un'opera venga ricordata per un dettaglio marginale o persino casuale, come l'orologio da polso del legionario in "Scipione l'africano" oppure, per rimanere in tema, il gatto sullo sfondo nel porno di Belen.
A te non è mai successo che il tuo pubblico colga chiavi di lettura a cui non avevi mai minimamente pensato? Oppure che, anziché concentrarsi sulle domande più ovvie, si soffermi su qualcos'altro, che a prima vista non c'entra nulla?

ALAN RISPONDE:
Di solito coi romanzi che ho pubblicato finora mi è sempre capitato che i lettori cercassero nelle mie storie qualcosa di me, credendo magari che fosse autobiografico, lo stesso Chiambretti nella prefazione di "Chi è la ragazza?" ritiene che sia io il protagonista, Donald, ma in realtà, come negli altri 4 che ho pubblicato, io non c'entro niente. Non amo l'autobiografia, preferisco essere rapito da mondi paralleli e raccontare storie di persone che non conosco, questo non significa che la realtà non possa essere nutrimento per l'immaginazione, ma per scrivere un romanzo ci va molto di più che immaginazione, bisogna essere disposti a viaggiare nell'altrove in cui viaggia chi scrive e chi legge e ognuno lo percepisce a modo suo, la cosa bella di un'opera è che non è solo di chi scrive, ma anche di chi legge e quindi ogni interpretazione è legittima. E c'è sempre un senso dietro a ciò ricordiamo, quindi se qualcuno ricorda il gatto di Belen dovrebbe chiedersi perchè, c'è sempre una verità importante dietro a ciò che scegliamo di ricordare.

#6
Hai accennato prima al cortometraggio.
Esiste però un'altra forma di espressione in cui non ti sei ancora cimentato: il gioco.
Gli esempi di successo non mancano: penso al musicista Immanuel Casto, che ha appena terminato la realizzazione di diversi giochi da tavola, apprezzatissimi dai gamer per la cura maniacale dei dettagli e per l'ironia.
Non parliamo poi del digitale: l'incrocio di dimensioni parallele si presterebbe benissimo alla trama di un videogioco, che, per definizione, è un mondo a se stante tra la realtà e il sogno.
È un canale che pensi di esplorare in futuro?

ALAN RISPONDE:
Non credo, anche perché preferisco da sempre le action figures ai video game, e quindi mi tocca svelare una mia passione parallela, che si materializza in un mio canale YouTube in inglese che si chiama Mr Alan In The World of Toys, dove faccio review di Action figures e ce ne sono anche diverse, soprattutto di wrestling, che ho creato con un mio amico. Quindi in realtà nel gioco mi cimento già. Il gioco è una cosa seria che favorisce la mente creativa, se vuoi essere davvero vivo devi tenere in vita il bambino che c'è in te.

#7
In quanto appassionato di Action figures, ricorderai sicuramente l'Alter-Lego di Alan Magnetti, cioè la statua di Lego a te dedicata dagli amici di eCompratelo.it!
web.archive.org/web/20050118101536/www.ecompratelo.it/default.asp?sku=2961&where=0&Categoria=5
È la prova che la strada verso il primo gioco di Alan Magnetti sarebbe promettente!
Invece, che ci racconti dei fumetti? Sei un divoratore di vignette?
Ti piacerebbe che un disegnatore realizzasse una storia basata su qualcuno dei tuoi romanzi?
Nel caso, chi preferiresti tra Milo Manara, Shintaro Kago, Albert Uderzo e Larry Welz?

ALAN RISPONDE:
Ricordo l'alter lego ai tempi del mio tour con gli Elii... Hai citato Uderzo, Asterix era geniale, senza dubbi affiderei a lui la storia di un mio romanzo...
Il fumetto è interessante come forma d'arte, io, quando ero un infinito bambino, prima ancora che cominciassi con la musica, disegnavo fumetti, ma senza testi, sembravano un po' a degli stpryboard di film. Diciamo che all'epoca il disegno era l'arte in cui sembravo più portato...

#8
Che bello! Abbiamo citato la musica, la letteratura, il cinema, i giochi ed il fumetto, espressioni artistiche che però sembrerebbero in crisi.
Almeno, questo è il parere pressoché unanime dei critici.
Naturalmente, gli autori contemporanei ed i loro fan non condividono questa opinione, sono anzi esaltati dai nuovi generi musicali, come la trap, e dalle nuove star: gli influencer.
Io invece mi azzarderei a sognare una terza via: al riparo dai nostri sguardi, potrebbe essersi già sviluppata qualche nuova forma d'arte innovativa di cui la maggioranza delle persone neanche si rende conto... e che un giorno sarà il motivo per cui i nostri anni verranno ricordati! Un po' com'è successo col cinema all'inizio del novecento.
Che cosa ne pensa l'Infinito?
Vedi qualcosa di buono per cui l'epoca attuale sarà ricordata nel futuro?
Qual è il prodotto artistico che hai preferito in questi ultimi vent'anni?

ALAN RISPONDE:
Difficile trovare qualcosa di interessante negli ultimi vent'anni, soprattutto nella musica italiana, sempre più mediocre, ma salverei sicuramente un disco dei primi anni 2000, Up di Peter Gabriel e il suo tour dove il concerto era anche un grande spettacolo scenico. Io trovo YouTube uno spazio interessante per i creativi, il mio canale Wrestling Channel With Alan Magnetti in soli tre anni era arrivato a 43.500 iscritti e a oltre 14000000 di visualizzazioni, il problema è che YouTube è una piattaforma gestita male che non protegge i creators. Ma resta un affascinante mondo dove si può essere molto creativi. Nel cinema salverei Big Fish di Tim Burton e Inland Empire di David Lynch, Scorsese, Woody Allen e i fratelli Cohen, ma non sono artisti degli ultimi vent'anni. Se dovessi valutare solo gli artisti degli ultimi vent'anni allora direi che non c'è niente di interessante. Tutto è diventato piatto, conformista. Soprattutto nella musica, non si investe sui talenti , un tempo le case discografiche ti facevano crescere, cercavano artisti con carisma, ora mirano allo scontato, a ciò che tira finché tira. Se sei innovativo ti bloccano sul nascere. Perciò è meglio puntare sui microcosmi, su un canale YouTube o con un romanzo cercando di essere sempre liberi.

#9
Anche tu, quindi, cogli un deficit di creatività!
Per descrivere lo stesso fenomeno nella musica, Elio e le Storie Tese hanno inventato il termine "regressive".
Qual è l'arma giusta per distruggerlo?

ALAN RISPONDE:
Il problema è il sistema, i grandi discografici come i grandi editori non puntano sulla qualità, o si tengono i grandi nomi o scritturano prodotti detersivo. Quindi se ci sono dei nuovi grandi artisti che potrebbero rimanere nella storia, non troveranno spazio. Come scrittore l'unica soluzione è trovare, come è capitato a me con "Chi è la ragazza?", Un editore indipendente che decide di credere in te e non solo al singolo libro. Nella musica non vedo speranze invece per l'Italia, non si vende più, ormai quando un disco esce lo trovi già su YouTube. Io stesso non compro più musica, tanto c'è YouTube e poi ciò che esce adesso mi fa schifo. I grandi ce l'ho su vinile. Credo che il sistema discografico italiano sia il vero responsabile se il mio ormai ammuffito disco, con 11 ospiti noti, rimarrà per sempre inedito, fatta eccezione per "Verso di Te" con Manlio Sgalambro disponibile su iTunes e quello compratelo non scaricatelo!

#10
Siamo arrivati al momento dei saluti!
Parecchi dei nostri lettori si saranno incuriositi e di sicuro vorranno buttarsi a capofitto nelle pagine del libro!
Hai qualcosa da consigliare per iniziare al meglio questo lungo viaggio?

ALAN RISPONDE:
Abbandonatevi alle emozioni e non abbiate paura di perdervi dentro il libro!

***

Capito?
Correte a leggere il libro di Alan: "Chi è la ragazza?"

Ma adesso... cazzeggio!

Buttate una giornata nel cesso preparando i cappuccini COL CAZZO!
www.instagram.com/dicklatte/

Videogames: sta per uscire su Steam "I Am Jesus Christ".
Ecco il trailer su youtube:
www.youtube.com/watch?v=N3XY1R7ydTA
(sì, il gioco è discutibile, ma... i commenti sono genio puro!)

Fantascienza: sta per uscire un nuovo episodio di Star Wars.
Sarà bello? Sarà brutto?
Nel dubbio, guardiamoci SWT: Star Whores TETTE!!!
vimeo.com/227759307

Sesso: fatelo nelle ASCELLE, perché ai giovani piace tantissimo... almeno secondo la sessuologa Spina di "Radio Cusano Campus"!
www.affaritaliani.it/roma/sesso-i-giovani-preferiscono-la-castita-o-la-follia-le-ascelle-come-vagina-640688.html
(anche il "frotterismo" non sembra male: ricorda il pinotismo del Mago Gabriel però aggiungerei qualche gnomo, dà un tono all'ambiente!)

Utah: un'anziana signora è stata trovata morta nel proprio letto.
Il marito, intanto, era in cucina: era CHIUSO da UNDICI anni nel CONGELATORE!
www.viagginews.com/2019/11/28/corpo-in-congelatore-moglie-tiene-marito/
(sì, gli americani sono strani, ma è successo il giorno in cui io ho comprato il FREEZER: nulla avviene per caso!)

Afghanistan: vent'anni di storia recente riassunti da Nebo!
www.termometropolitico.it/1471844_gli-usa-vanno-in-afghanistan-ed-e-subito-la-guerra-piu-pazza-del-mondo.html
(c'è solo il primo capitolo, in realtà, perché ha iniziato l'altro ieri e mi sa che andrà avanti un po'... se non lo ammazzano prima, naturalmente!)

Ungheria: nel 2020 la nazione skiferà l'Eurovision perché è TROPPO GHEI!
www.repubblica.it/esteri/2019/11/28/news/eurovision_ungheria_ritira_competizione_gay-242154198/
Bello. È bello che nella decadente Europa sopravviva un vero sentimento nazionale Cristiano, ma... approfittiamone per rivedere ancora una volta il mitico Renato Pavesi al Grande Fratello Ungherese!!!
Versione ORIGINALE INTEGRALE e NON censurata dalla Gialappa's:
www.youtube.com/watch?v=pKT0jcr6MJY
(resta una delle cose migliori che ho visto negli ultimi anni in tv...)

Trieste: anche il consigliere Fabio Tuiach trova il coraggio di difendere la religione dagli attacchi di "quelli là", ma viene deriso ed umiliato in aula... ed è un fatto gravissimo.
Pensate, un indifeso pugile di estrema destra deriso ed umiliato in un'aula pubblica.
Che vergogna!
Per fortuna, ci siamo noi che diamo la parola a tutti e trascriviamo il suo intervento per intero: "Sono un po' confuso, mi ha un po' confuso il fatto che io, da profondamente cattolico, mi sono sentito un po' offeso perché Liliana Segre ha detto che sghll che Gesù era... EBREO!"
Testuali parole.
Il seguito nel video integrale, sottotitolato:
www.youtube.com/watch?v=pUzK0g9cJt0
(ma, soprattutto, che fine han fatto quei tre che portavano l'orzo, l'assenzio e la birra?)

Roma: i rifiuti della città vanno a Civitavecchia, arriva anche Salvini!
www.romatoday.it/politica/salvini-civitavecchia-rifiuti-roma.html

Pisa: Bello Figo rischia una denuncia perché il suo nuovo video è girato in un'aula del Dipartimento di Economia e Management ed i prof si sono incazzati tantissimo!!!
www.youtube.com/watch?v=drnMaD0aMTI
(Fate caso alla data di pubblicazione: 6 dicembre! Come il primo album di Elio e le Storie Tese e l'ultimo di MusicaperBambini! Tutto ha un senso!)

Stadio di Monza, a pochi anni dalla spedizione a casa degli italiani dell'autobiografia con la moglie devota e la zia suora, Berlusconi rivolge ai tifosi testuali parole: "Vi devo salutare perché devo andare a PUTTANE!"
Ecco il video:
www.ilfattoquotidiano.it/2019/12/02/lex-presidente-del-consiglio-berlusconi-ai-tifosi-del-monza-scusatemi-vi-devo-salutare-perche-devo-andare-a-puttane/5589421/
(poter dire il CAZZO che ti pare senza la minima conseguenza perché ormai non te ne fotte più una BEATA MINCHIA, restare in tribuna a guardare l'Italia che sprofonda nella MERDA sapendo che in buona parte è stata COLPA TUA ma verrai ricordato come un eroe perché tanto quelli dopo saranno PEGGIO DI TE, guardare in faccia tutta quella massa di pirla e ricambiare il sorriso, se è una bella serata magari sborrare in faccia a un tris di modelle che hanno meno anni di te, sommate e... ora ditemi perché l'Italiano medio negli ultimi trent'anni ha sempre voluto essere Berlusconi! Qualche idea?)

In allegato, un'immagine a tema... direttamente da Stoccolma!
Alla prossima!
MaRoK
(tnx Alan Magnetti/Duccio/Frash/Furio Terzapi/M__nuel/Pierluigi)
www.marok.org


Immagini allegate:





Fika Italiana


< Precedente Torna all'indice Successiva >

Per commentare, usate pure il Buko!
(indicando a quale pagina fate riferimento)