MENU:

Marok.org > Farinei dla brigna | Elio e le Storie Tese | Cumpa | Inutility | Links | Faq | Ghestbuk

Cumpa > Archivio | Blog | Chi siamo | Disegni | Foto | Perle | Storie | Voci

LOADING...
Elio e le Storie Tese
Percfest
South A Phoss Cazzate
Sei in: Home > Cumpa > Blog > #0710


-----Messaggio originale-----
Da: MaRoK
A: Handicap@wc.net
Data: Mercoledì 22 luglio 2015 6:09
Oggetto: Sogno o son vecchio?



Cari diversamente figati,
adoro il caldo meraviglioso di quest'estate... però forse ho esagerato: ieri devo aver preso un colpo di sole... boh... forse ho bevuto troppo, non ricordo... fatto sta che ho avuto un incubo TERRIFICANTE, uno di quelli che, con 40 gradi di "temperatura percepita", fanno SUDARE FREDDO!
Ho sognato che avevo, pensate un po'... QUARANT'ANNI.

Porca troia... che roba.

In pratica, aprivo gli occhi in una strana camera con le pareti tappezzate di fotografie... ed il calendario diceva 2015: l'anno di Ritorno al Futuro!
Di fianco al letto, c'era il mio caro, vecchio Nokia 2600... e segnava il mezzogiorno di mercoledì 22 luglio 2015.
Mi vennero i brividi: non solo ero nel futuro... ma era il giorno del mio compleanno: facevo QUARANT'ANNI!!!

Non avevo alcuna memoria di quello che avevo fatto la sera precedente... però mi rimbombava nelle orecchie uno strano motivetto... "Mi piaccion le sbarbine".
Lo riconoscevo... era una canzone degli Skiantos.
Ma perché ce l'avevo in mente?
Boh...

Sul telefono, c'erano un sacco di messaggi non letti e chiamate senza risposta.
Alcuni erano della CAIAZZO... ancora nel 2015!!!
Altri erano associati a nomi che non conoscevo... altri ancora non erano associati a nessuno, si vedeva solo il numero di telefono, a volte con prefissi strani. Boh... l'essenziale era che mi fossi ricordato di togliere la suoneria.

Comunque, mi guardai intorno... nelle foto appese alle pareti, la protagonista era l'alba: dovevo avere cazzeggiato parecchio, negli ultimi anni.
In quella che forse era la foto più assurda, c'erano due bibite, chiamate "UBUNTU" e "fi.GA.", che guardavano l'alba sul mare.
www.marok.org/Arte/Foto/Alassio2009/alassio_x10338.jpg

In un'altra, si vedeva una falena posata sul monitor durante una chat.
www.marok.org/Arte/Foto/Farfalla/farfalla_23501.jpg

Quindi, nel 2015, facevo ancora l'alba in chat?
Dopo tanti anni, ero sempre il solito coglione!

Un miagolio mi distrasse: a quanto pare, non ero solo... Di fianco a me, sul letto, c'era un gattone enorme, nero e peloso. Assurdo che non me ne fossi accorto prima... ma sembrava un enorme cuscino nero.

"Ehi... - dissi - Nel 2015 saranno tutti così grossi i gatti?"

"Gnàc!" rispose.

Doveva avere fame... e c'era solo un posto in cui potevo tenere il mangiare: nel cesso.
Balzai giù dal letto e mi spaventai: le gambe mi facevano MALISSIMO.
Le ginocchia erano come... boh... addormentate. Una non si piegava, l'altra non stava dritta.
E non solo: una chiappa mi formicolava... e anche le caviglie erano RIIIGIDE.
Mi sentivo come Uma Thurman in Kill Bill, quando si risveglia dal coma prima di essere chiavata dal camionista.
Mi voltai di scatto verso il gattone e sentii che anche il collo mi faceva male.

"Che cos'ho, gattone? - chiesi - Sono malato???"

Provocando un tonfo assordante, il gattone scese dal letto e corse, affamato, verso il cesso.

A fatica, lentamente, lo seguii... sorpreso dalla mia immagine allo specchio: facevo CAGARE, ma tantissimo... insomma, ero IDENTICO. Stessa corporatura, stessi vestiti, stessa barba, stessi capelli... nel 2015 ero ancora UGUALE!

Grattandomi in rapida successione il CULO e i capelli, uscii dal CESSO ed entrai in cucina.
Le pareti erano piene di volantini di eventi e di facce felici... cazzo, ma era una figata questo 2015! Quante cose avevamo fatto?
Aprii il frigo e sorrisi: conteneva quasi solo alcool, prevalentemente birra Menabrea e Genepy. Potevo fermarmi a brindare, ma avevo troppa emozione addosso.
Corsi verso l'ultima stanza... e solo in quel momento mi accorsi che le gambe avevano smesso di farmi male: non davano più alcun problema.
Cos'era stato quel dolore che avevo sentito prima?
Un sogno?
Bù... comunque l'ultima stanza era piena di computer... figAaAaAta!
Riconobbi il commodore 16, il 486, il Pentium... poco più in là, le videocassette, le cassette, i cd, gli album di foto... le mie vecchie cose c'erano tutte, era meraviglioso... ma dove tenevo le nuove cassette con la nuova musica? Boh... L'occhio mi cadde su una collezione di VINILI, che non c'era mai stata. Va be', ma mica li potevo portare a spasso per Torino... dove li ascoltavo?

Alcune delle foto appese, comunque, facevano paura.
C'era un continuum con un personaggio mostruoso... chi poteva essere?
www.marok.org/Arte/Foto/Lospaziocherompe/lospaziocherompe_s21796.jpg
www.marok.org/Arte/Foto/M__nuelto2/m__nuelto_19106.jpg
www.marok.org/Arte/Foto/M__nuelto2/m__nuelto_19114.jpg
Mah...

Ok, era tempo di farsi coraggio ed affacciarsi alla finestra.
Dai tempi di Ritorno al Futuro, avevamo passato anni ad immaginare il 2015... adesso un qualche incantesimo, una qualche forza soprannaturale, un qualche Dio protettore dei diversamente figati me lo stava mostrando... e là fuori NON C'ERA NULLA CHE VOLAVA!
Né macchine, né tantomeno skate...
Però, sull'albero di fronte c'era un grande nido di uccelli.
Subito sotto, tenetevi forte... una fermata del metrò.

Sul serio... MI AVEVANO COSTRUITO UNA FERMATA DELLA METROPOLITANA SOTTO CASA!
Sì, a Torino!
Solo in quel momento, capii che stavo, semplicemente, vivendo un sogno: prima di svegliarmi, dovevo a tutti i costi scendere a vedere il metrò!

Corsi a vestirmi, aprii l'armadio e, con stupore, vidi che conteneva gli abiti di sempre: gli stessi jeans, le stesse camicie a scacchi... in tanti anni, la moda non era cambiata? Boh... comunque, non avevo cambiato taglia: la pancia era rimasta!

Stavo per scappare fuori, quando il telefono squillò.
"È normale - dissi - È il giorno del mio compleanno... qualcuno mi vorrà fare gli auguri! Pronto?"
"Salve, telefono da Sky! Sta per ricominciare il campionato! Le proponiamo un abbonamento di..."
"Vaffankulo! - risposi - Almeno nei MIEI sogni non mi dovete rompere il CAZZO! Capito?"
"Come, scusi? Non..."

Buttai il telefono sul letto, presi al volo portafoglio e chiavi, salutai il gattone e scesi di corsa le scale... pensando agli uccelli del 2015 che avevano fatto il nido esattamente sopra alla fermata del metrò, per CAGARE in testa alla gente che scendeva le scale. Quel futuro era una figata!

Non avevo idea di come passare i tornelli, ma vidi che la gente che appoggiava un tesserino su una specie di scanner... e la barriera si apriiiva.
Aprii il portafoglio e ci curiosai un po', aspettandomi di trovare delle monete spaziali con immagini di robot o roba del genere... invece c'erano ancora i soliti euro, un bancomat, un assurdo codice fiscale azzurro con scritto sopra "tessera sanitaria" e, finalmente, un tesserino con scritto "GTT biglietto integrato Piemonte".
Che cazzo voleva dire GTT? Boh... comunque doveva essere il tesserino dell'ATM... feci come facevano gli altri, cioè lo passai su quella specie di scanner, ed il trucco funzionò: in un attimo, ero già al binario.

La prima traccia di design "futurista", degna del 2015, era una serie di monitor "piatti" che indicavano i tempi di attesa. Solo che, nel bel mezzo dello schermo, le informazioni erano COPERTE da un messaggio di errore di windows XP.
www.marok.org/Arte/Foto/Copacabana/copacabana_117016.jpg
No, cazzo... pazienza le macchine volanti, pazienza gli skate volanti... ma CAZZO! NEL 2015! WINDOWS XP!!!

Intanto, sentii il metrò che stava arrivando... e non avevo ancora scelto la mia meta.
Immaginate di poter vedere la vostra città nel 2015... dove andreste?
L'università? Cazzo, sì! Ero curioso di vedere se qualche SFIGAAATO fosse ancora là nel 2015... per non saper né leggere né scrivere, votavo il PAZZO e Matricola88!
Uhm... e i Murazzi?
Dai, cazzo, non mi ero mai fatto una canna in sogno... sarebbe stata una figata!

Diedi un'occhiata alla cartina e mi accorsi che il metrò NON portava in centro, in nessuna direzione.
Cioè, nel 2015, l'ATM aveva costruito una metropolitana che NON portava in centro!
PiombinoKastrox.
Scelsi Porta Nuova... da lì, sarei arrivato ai Murazzi a piedi, ero un buon camminatore.

Salii sulla prima carrozza.
Non c'era il guidatore, era automatica... e girava sotto XP! Che si era appena PIANTATO!!!
Pauuuuuura!!!
Ma sì, cazzo me ne frega, tanto è un sogno.

Piuttosto, il tunnel era una figata, ipnotizzava... sembrava un videogioco.
Soprattutto, il metrò era pieno di pheega... e, ad un tratto, una di loro mi sorrise.
Cazzo, era la prima volta!
Eppure mi ero visto allo specchio prima di uscire: ero sempre lo stesso, facevo ancora CAGARE!!!
Fankulo, era un sogno... ricambiai il sorriso, anche se mi sentivo un po' idiota.

"Scusi, signore! - disse la ragazza - Si vuole sedere?"

Ah, ecco perché sorrideva: non stava guardando me.
C'era sempre una spiegazione per tutto.
Mi voltai, per vedere chi fosse l'interlocutore... ma dietro di me non c'era nessuno.
Un po' imbarazzato, mi girai di nuovo verso di lei... che mi guardava preoccupata.

"Excuse me - continuò - Do you want to..."

"Oh, thank you!" risposi.
Ed okkupai la sedia.

Mi ero salvato in extremis... ma la scena mi aveva lasciato addosso una sensazione di malessere. Perché mi aveva dato del lei?
Intanto, oltre al telefono, avevo lasciato a casa il mio compagno di viaggio abituale: il walkman.
Non l'avevo visto in giro e non ci avevo pensato!
Che palle... ero in un tunnel, che mi aveva già rotto i coglioni, e non avevo niente da ascoltare.
Più per noia che per curiosità, iniziai a guardare la gente.
Oltre alla pheega, c'erano anziani, mamme avvolte in foulard colorati, bambini vivaci dalla carnagione scura, che mettevano allegria, e signore grasse con le borse della spesa.
Quasi tutti avevano in mano un piccolo monitor e ci scorrevano le dita sopra... sembrava un videogioco appassionante, mi incuriosiva tantissimo... ma non feci in tempo a sbirciare, perché il metrò era già arrivato.
Cazzo, MENO DI UN QUARTO D'ORA per arrivare a Porta Nuova!
Era veramente un sogno.
Adesso però dovevo camminare un altro quarto d'ora per arrivare in centro... il totale era lo stesso.

Saltai giù dalla sedia, e le gambe mi facevano di nuovo male.
Ma che cazzo avevo? Si può sapere?
Come se non bastasse, le scale mobili erano SKASSATE e dovevo salire a piedi.
Bella la tecnologia nel 2015... PiombinoKastrox!

Incredibilmente, al terzo scalino le mie gambe ricominciarono a funzionare bene... era una sensazione stranissima, come se il corpo avesse una sorta di "risveglio lento".
Arrivai facilmente in cima alle scale, gli ultimi scalini li feci agilmente a due a due, e mi accorsi che la stazione era avvolta da un'impalcatura. Per il resto, tutto era uguale: le rotaie, i tram, i bus, la folla... e quasi tutti, camminando, smanettavano con le dita sul loro piccolo schermo portatile personale.
Doveva essere un bel gioco... e dire che, se facessi una cosa del genere nel presente, mi darebbero tutti dello SFIGAAATO. Già mi davano dello sfigato perché mandavo tanti sms... figuriamoci vivere in quel modo.
Bù...

A proposito... chissà come staranno gli altri nel 2015? Ero stato un pirla a non prendere il telefono... era già passato mezzogiorno, saranno tutti già svegli, magari qualcuno aveva voglia di farsi una birretta con me. Potevo cercare una cabina... magari qualcuno non aveva cambiato numero... ci pensai un attimo, poi vidi l'insegna di Marvin, il negozio di hifi di via Lagrange. Esisteva ancora! Mi avvicinai alla vetrina, per verificare quello che già pensavo: le macchine foto a pellicola erano sparite.
Alla faccia porca di FotoAldo.

"Marok, tu non capisci un cazzo - diceva FotoAldo - il digitale è una moda passeggera... nel futuro si ritornerà alla pellicola!"

Col cazzo, caro FotoAldo: ci saranno SOLO macchine digitali!
Tra l'altro, queste avevano un numero assurdo di megapixel... qualcuna aveva anche una scritta "FULL HD". Cioè? Montavano addirittura un hard disk? Minchia! Effettivamente, per quella definizione, le normali SD da 256 mega erano un po' poco... probabilmente, montavano su un hard disk da qualche giga. Certo, dovevano pesare parecchio. Se fossi entrato, me ne avrebbero fatto provare qualcuna?
No, fankulo, non dovevo perdere tempo!
Tanto più che quello era un sogno, le foto non me le potevo portare dietro.
È la regola dei sogni: ricordi, solo ricordi.
Non si possono prendere souvenir, solo ricordi.

Via Lagrange, comunque, era diventata bellissima... l'avevano fatta pedonale!
Cazzo volete? È il MIO sogno.
Andate pure sulle vostre macchine... nei miei sogni il mondo è pedonale.
All'incrocio successivo, c'era una strana insegna: "M** BUN"

Mi avvicinai, in vetrina c'erano birre artigianali, all'interno sembrava un fast food, ma con le scritte in piemontese... c'entravano i Farinei? Sembrava divertente, ma non dovevo perdere tempo: dovevo arrivare ai Murazzi prima di svegliarmi.

Era un casino capire quando un sogno stava per finire... ma, quando lo capivi, finiva.
Poteva capitare in qualunque istante.
Camminai più veloce... mi mancava la musica in cuffia, cazzo, non avevo ritmo... ma alla fine avevo vinto: ero arrivato ai Murazzi.
Sul lato destro non c'era NULLA... ma era comprensibile, era pieno giorno.
Sul lato sinistro, invece, il dottor Sax aveva le porte chiuse, ma fuori era pieno di pheega.
Incredibile.

Molte ragazze stavano sedute sul bordo del fiume, con libri e quaderni in mano, altre passeggiavano avanti e indietro, ma nessuna fumava... stavano sempre con quel cazzo di schermo in mano. Era il colmo... proprio LORO che mi avevano sempre dato dello sfigato perché stavo sempre davanti a uno schermo e "sembri un ragazzino!" "cresci!" "staccati dal computer!" adesso vivevano davanti a un piccolo schermo portatile, persino quando erano all'aperto.

Camminai fino alle Arcate... chissà come si chiamavano adesso?
L'insegna non c'era.
Non c'era mai stata, a dire il vero.

La cosa incredibile, però, era che nessuno si era ancora fermato a vendermi del fumo.
Mi fermai a guardare i riflessi di Superga che si specchiava sul piccolo grande fiume.

"Scusi!"

Un ragazzo mi aveva urtato... e ovviamente, di tutta la folla, era l'unico maaaaskio.
Neanche in sogno... PiombinoKastrox.

"Scusa, semmai - risposi - Quanti cazzo di anni pensi che io abbia?"
"Boh... - disse lui, un po' seccato - Quaranta?"

Lo mandai affankulo e lasciai i Murazzi.
Le gambe avevano ricominciato a darmi fastidio.
Le vetrine di piazza Vittorio riflettevano sempre la stessa faccia, gli stessi abiti, la stessa barba, gli stessi capelli... eppure, quella stessa gente che mi aveva sempre detto che facevo cagare perché dimostravo quindici anni, adesso mi dava del vecchio. Perché?
Ne ho fatti di sogni assurdi, ma questo li batteva tutti.
Per fortuna, sapevo che era un sogno... se fosse la vita reale ci sarebbe da spararsi!

E va be', era ora di mangiare qualcosa... mi fermai a prendere delle patatine in un posto chiamato "Amsterdam Chips".
Non erano male, a parte che la ragazza al banco, gli altri clienti e tutti i passanti mi continuavano a dare del lei.
Quando mi rialzai, le ginocchia mi facevano malissimo.
Cazzo, un tempo per molto meno sarei andato al pronto soccorso... ma ormai avevo imparato: feci quattro passi ed il dolore cessò.
Comunque, era decisamente ora di tornare a casa.

Alla fermata di piazza Vittorio, pullman e tram erano ancora gli stessi... così aspettai il 13 e, anche stavolta, una ragazza mi chiese se mi volessi sedere... risposi un secco NO e mi voltai dall'altra parte.
A parte un grattacielo osceno, all'altezza di Porta Susa, la Torino del futuro sembrava identica... era stato un giro abbastanza inutile, forse avrei fatto meglio a stare a casa ed uscire su Internet.

Aperta la porta, salutai il gattone, scelsi a caso uno dei PC e lo accesi... c'era Windows XP.
Ma cazzo, pure a casa... ma possibile che nel 2015 non esistesse di meglio?

Oltretutto, c'era il mouse a sinistra della tastiera... chissà perché poi?
Cos'è, nel futuro sarei diventato mancino?

Lo riportai a destra ed aprii Firefox. Esisteva ancora ed era arrivato ad un'incredibile versione 39... ma la cosa più sconvolgente era che marok.org aveva ancora la stessa grafica.
Lessi avidamente i link della home: nel 2015 avevo pubblicato foto di Elio e le Storie Tese, dei Farinei e del PercFest... cazzo, c'era ancora tutto! Avevo mille domande... e, volendo, tutte le risposte: bastava leggere le recensioni! Chissà quante dovevo averne scritte...

Anche l'icona di Mirc era ancora là... cliccai subito, ma in chat non c'era nessuno.
Beh... era abbastanza normale, vista l'ora. Bastava aspettare!

Per prima cosa, scaricai la posta. Thunderbird era arrivato alla versione 38... e, soprattutto, avevo un macello di email non lette.
"Certe cose non cambiano mai! - pensai - Neanche nel 2015, nel lontano futuro, riuscirò a leggere tutte le email!"

Nelle Bozze, c'era anche un'email con titolo "prossima niusletter"!
In realtà, conteneva solo un elenco di link.

"Che succede se invio un'email in sogno? - pensai - Non l'ho mai fatto, prima... Dai, figata!"

Al terzo o quarto clic, la mano destra mi diede una fitta improvvisa, sotto il mignolo... che cosa poteva essere?
Mi aveva punto qualcosa?
Boh... comunque cambiai mano e continuai.
In quel momento, il gattone saltò sul tavolo ed iniziò a leccarmi la mano destra... fu l'unica cosa positiva: le pagine del futuro erano NOIOSISSIME.
Il contenuto era scarno, il testo era quasi sempre nero su sfondo bianco, i paragrafi erano cortissimi, spesso ordinati in elenchi... però le pagine scorrevano a fatica perché il "contorno" era PESANTISSIMO: c'erano banner che facevano refresh da soli, consumando un fottio di CPU... e, qua e là, messaggi assurdi che parlavano di cookie "tecnici e di profilazione" e ti obbligavano a cliccarli altrimenti rompevano i coglioni... era una follia!

Ma chi cazzo le farà le pagine Internet nel 2015?
Per fortuna, era solo uno dei tanti "futuri" possibili.
Bù... intanto, in chat non stava arrivando nessuno.
Cazzo, ormai erano quasi le cinque del mattino... dov'erano tutti?

Comunque, ci pensiamo dopo.
Ora, copiaincolliamo una decina di link!
Cazzeggio!!!

Una volta guardavamo MTV senz'audio, per vedere la pheega.
Adesso, come sapete, pubblichiamo direttamente i video muti.
Questo è particolarmente notevole:
www.youtube.com/watch?v=u9_ZpHgTH2A

Una bionda fa un giochino con le mani
i.imgur.com/f7RAKDs.gifv
(attenzione: non è porno. però tette)

La lumaca che cavalc? la tartaruga
www.youtube.com/watch?v=bxv6hhIlLBs
(non penserete che io non sappia fare la ò accentata, vero?)

Sapete andare in bici? Sicuri?
www.youtube.com/watch?v=MFzDaBzBlL0

Volete il mio 8 per mille? SOOOOOOOOOOOKA!
www.ilfattoquotidiano.it/2015/06/27/il-soka-gakkai-istituto-buddista-italiano-potra-beneficiare-dell8-per-mille/1822122/

Australia, dopo aver dichiarato illegali le tette piccole nei film porno, continua l'offensiva contro la pheega: UCCIDERANNO I GATTI!
Almeno 20 MILIONI di esemplari... ma forse anche di più
www.ilpost.it/2015/07/18/gatti-selvatici-australia/
Preparatevi a vedere IMPAZZIRE metà dei vostri contatti su Internet (nella speranza che, almeno su Internet, abbiate tra gli "amici" un po' di pheega).
Ma soprattutto... sapranno cucinarli come si deve?

Islanda: primo successo politico del partito dei Pirati, da oggi non ci sono più leggi per punire un blasfemo!
www.ilpost.it/2015/07/04/islanda-legge-blasfemia/
(non ci sono mai stato in Islanda, ma si deve stare da Dio!)

Svizzera: "Compriamo un'isola greca, avremo uno sbocco sul mare!"
www.repubblica.it/economia/2015/07/19/news/grecia_deputato_svizzero-119394156/
(è la proposta SERIA di Pierre Rusconi, un parlamentare di destra del Canton Ticino, appena tornato da una vacanza a Rodi)

Santarcangelo di Romagna: in uno spettacolo in piazza, un ballerino si SPOGLIA e PIIIISCIA. E i consiglieri di destra si incazzano tantissimo!!!
www.romagnanoi.it/news/rimini/1219982/A-Santarcangelo-l-artista-si-fa.html

Courmayeur, nuova moda dell'estate: salire in funivia sul MONTE BIANCO e andare sul GHIACCIAIO in MAGLIETTA, PANTALONCINI e INFRADITO.
torino.repubblica.it/cronaca/2015/07/19/news/sul_ghiacciaio_del_bianco_in_bermuda_e_infradito_ora_e_allarme-119406103/?ref=HREC1-8
(Sarà un Darwin Award di massa... figata!)

Carmagnola: due rapinatori vanno dal tabaccaio... ma lui NON CAPISCE che sono rapinatori VERI, pensa che gli abbiano organizzato uno scherzo... e li BUTTA FUORI a CEFFONI!
www.lastampa.it/2015/07/09/cronaca/scambia-la-rapina-per-uno-scherzo-e-picchia-i-banditi-che-scappano-WEJVjYQtvRFuDZZpjHsvHM/pagina.html

E ora, ultimi appuntamenti analogici prima che mi disattiviate:

Sabato 25 luglio, STUDENTESSI live al caffé del PROGRESSO!
www.youtube.com/watch?v=udEEKGLEins

Da giovedì 23 a martedì 28 luglio, a Pontestura (AL), un seminario su un argomento interessante: come scrivere la BIOGRAFIA di un uomo del passato ANALIZZANDO LE SUE OSSA:
casalenotizie.alessandrianews.it/societa/pontestura-capitale-dello-studio-ossa-settimana-14651.html
Il seminario incrocerà l'analisi scientifica (DNA, morfologia...) a quella antropologica, tenendo conto della cultura del Paese di provenienza, dell'epoca storica in cui il soggetto è vissuto, e di tante altre cose belle. Quindi, pensate intensamente al giorno in cui qualcuno analizzerà le vostre ossa! Ed abbiate cura della vostra MAAAAAANO.

Ok... e ora, cari miei, fankulo.
Però peccato... un po' mi spiace che questa email non arriverà a nessuno: è un sogno.
Mica posso davvero avere QUARANT'ANNI...
Però è bello, non l'avevo mai fatto prima... né avere quarant'anni, né inviare un'email in sogno.
Se mi riesco a ricordare qualcosina, ve la racconterò volentieri, una volta sveglio.

QUARANT'ANNI... che ridere!
Cioè... 2015!
Senza macchine volanti e col metrò sotto casa... ma tu pensa cosa vado a sognare!

"Scusate... potete ridere un po' più piano? Abbiamo bambino che dorme..."
Ecco, nel 2015, pure i vicini cagacazzo...
"Sìsì... scusate... ho la voce grossa!"

Boh... vado a dare da mangiare al gattone, non si sa mai che lo trascuri, anche se è un sogno!

Alla prossima, nella vita reale, però!
Fankulooooooooo!!!

MaRoK
(tnx Forz/Kombatt/Schopenhauer)
www.marok.org


Immagini allegate:





Sogno o son vecchio?





< Precedente Torna all'indice Successiva >



Per commentare, usate pure il Buko!
(indicando a quale pagina fate riferimento)