MENU:

Marok.org > Farinei dla brigna | Elio e le Storie Tese | Cumpa | Inutility | Links | Faq | Ghestbuk

Elio > Biografia | Recensioni | Midi | Video ed mp3 | Disegni | Foto | Links | Discografia | Dizionario | Ghiotti scambi

LOADING...
  Sei in: Marok.org > Elio > Discografia > Rarità > Parco...


PARCO SEMPIONE
(CD e vinile 7" - 2008)

Parco Sempione


  1. Parco Sempione versione Piazza del Cannone
  2. Parco Sempione

La prima traccia è una "Radio Edit", differisce in tanti piccolissimi dettagli tra cui il fatto di essere priva della parte finale, quella con le parolacce. La seconda traccia è invece il brano completo. Dal singolo è stato realizzato uno splendido videoclip, che potete ammirare in questa diapositiva grazie a Mr.Youtube:



PARCO SEMPIONE

Parco Sempione, verde e marrone dentro la mia città.
Metto su il vibro, leggo un bel libro, cerco un po' di relax.
All'improvviso, senza preavviso, si sente un pim, pam, pum:
Un fricchettone forse drogato suona e non smette più.
Bonghi: questo fatto mi turba perché suona di merda,
Non ha il senso del ritmo e non leggo più il libro.
Quasi quasi mi alzo, vado a chiedergli perché
Ha deciso che, cazzo,
Proprio oggi niente lo fermerà.
Piantala con 'sti bonghi, non siamo mica in Africa.
Porti i capelli lunghi ma devi fare pratica.
Sei sempre fuori tempo, così mi uccidi l'Africa
Che avrà pure tanti problemi
Ma di sicuro non quello del ritmo.

Dai barbo, cerca de son mej
che son dree a f ball i pee!
Anca se gh'hoo vottant'ann
voo gi in ballera con la mia miee.
Oh, che d ball!
Te me s'ceppet l'oreggia
t, i t sciavatt e i bonghi!

"Caro signore, sa che le dico? Questa è la libertà.
Sono drogato, suono sbagliato anche se a lei non va.
Non vado a tempo, lo so da tempo, non è una novità.
Io me ne fotto; cucco di brutto grazie al mio pim, pum, pam"
Bonghi: questa cosa mi turba e mi sento di merda.
Quasi quasi mi siedo ed ascolto un po' meglio.
Forse forse mi sbaglio, forse ho preso un abbaglio.
Forse? Forse un bel cazzo.
Fai cagare, questa è la verità.
Ora ti sfondo i bonghi per vendicare l'Africa,
Quella che cucinava l'esploratore in pentola
Ti vesti come un rasta ma questo, no, non basta:
Sarai pure senza problemi, ma di sicuro ci hai quello del ritmo.

Oh, te tiri ona pesciada in del cuu!
Va a ciapp i ratt!
Te pdet vend dom el t ciccolatt!

"Ecco spiegato cosa succede in tutte le città:
Io suono i bonghi, tu me li sfondi.
Di questo passo, dove si finirà?"
Ecco perché qualcuno pensa che sia più pratico
Radere al suolo un bosco considerato inutile.
Roba di questo tipo non si è mai vista in Africa,
Che avrà pure tanti problemi ma di sicuro non quello dei boschi.
Vorrei suonare i bonghi come se fossi in Africa,
Sotto la quercia nana in zona Porta Genova.
Sedicimila firme, niente cibo per Rocco Tanica
Ma poi il bosco l'hanno rasato mentre la gente era via per il ponte
Se ne sono battuti il cazzo, ora tirano su un palazzo.
Han distrutto il bosco di Gioia questi grandissimi figli di Troia.



Info e Curiosità

Paola Folli e Lola Feghaly: cori
Demo Morselli: arrangiamento fiati, tromba
Ambrogio Frigerio: trombone
Massimo Zagonari: sassofoni e flauto

Scritto e suonato da EelST
Prodotto e realizzato da EelST e MC Costa

Nella copertina del singolo ed anche nel videoclip, spicca l'accostamento tra formiconi e merda, assieme ad una strana iscrizione: c=g. Formiconi merda c=g. Alcuni maligni vedono in "Formiconi merda c=g" un riferimento affettuoso al presidente della regione Lombardia che ha disposto la distruzione del bosco di Gioia per farci sopra un grattacielo con dentro l'assessorato all'ambiente, ma io proprio non capisco perché.

Per le spigolature, vi rimando alla scheda del relativo album, ovvero Studentessi!

(trascrizione testo by Cops)