MENU:

Marok.org > Farinei dla brigna | Elio e le Storie Tese | Cumpa | Inutility | Links | Faq | Ghestbuk

Elio > Biografia | Recensioni | Midi | Video ed mp3 | Disegni | Foto | Links | Discografia | Dizionario | Ghiotti scambi

LOADING...
  Sei in: Marok.org > Elio > Discografia > Inediti > Uomini sessuali


GLI UOMINI SESSUALI

Sarebbe dovuto uscire come singolo nel 1992, ma è poi stato abortito perché TROPPO avanti. Peccato.

L'unico frammento che sia mai stato inciso su disco si trova al fondo del maxi single "Pipppero®": "gli uomini sessuali ingoiano il moplen" (ovvia citazione dalla famosa réclame di Gino Bramieri) e poi il nulla... finché una sera non l'hanno mandata in onda a Cordialmente, così, a tradimento, senza un perché.
E io ero là che registravo! Yeeeeeee!!!

La base è ispirata a "Gli altri siamo noi", un'indimenticabile produzione firmata Umberto Tozzi e Giancarlo Bigazzi, mentre il testo è un medley del PEGGIO di chiunque, ma soprattutto di Marco Masini!

Tra le tante perle, ricordiamo:
  • "sperduti in questo Bronx" ("Malinconoia" di Marco Masini)
  • "io non ti lascio in questo nostro Vietnàm" ("Perché lo fai" di Marco Masini)
  • "perché TI SDAI come un angelo in agonia" ("Perché lo fai" di Marco Masini)
  • "e tu non hai idea di quanto amaro sia mangiarsi l'orchidea della malinconoia" ("Malinconoia" di Marco Masini)
  • "saremo ancora una canoa che affonda nel sublime" ("Un fiume dentro il mare" di Umberto Tozzi)
  • "e il domani diventa mai" ("Perché lo fai" di Marco Masini)
Verso la fine e senza alcuna ragione, compare qualcosa che non c'entra un CAZZO con tutto il resto: "Hotel California" degli Eagles (tnx Kraus/VideoQuerz).


Il buio è come un Bronx
coperto di Vietnam
e l'anima è un juke box
di un figlio triste che si sda...
fuggiaschi di sex shop
braccati dai falò,
smaniosi d'automobili
come un glicine di fango e noia.

Si colorano, ci sorridono,
si propongono e subito muoiono,
ci arrovellano, frutti di marea,
come secchi pioppi coi volti
di una macchia senza eroi.

Uouou
Uouou
Uououohoh


Gli uomini sessuali
ingoiano il moplén
fra gli Indios e gli Indù
che ormai non ce la fanno più.
Si sdanno nel viavai
chiedendosi perché,
mangiamo un'orchidea
pregando in chiesa
il suo Gesù di asfalto.

Mentre oscillano minimizzano,
poi d'un tratto l'ulivo getzemano,
si aggrediscono come (?)
nudi vibrano un'aspra litanìa.
Siamo tutti vittime,
stratosferici,
ma se tu lo vuoi
mangio un'orchidea.

Gli uomini sessuali, gli uomini sessuali,
gli uomini sessuali, gli uomini sessuali,
gli uomini sessuali, gli uomini sessuali,
gli uomini sessuali, gli uomini sessuali.

Gli uomini che affondan nel sublime
la disallegria di una canoa
in questa Amazzonia,
tanto prima o poi
ti copri di avvoltoi.

Gli uomini sessuali, gli uomini sessuali,
gli uomini sessuali, gli uomini sessuali,

in questo mondo pieno di operai...

Gli uomini sessuali, gli uomini sessuali,
pieno di operai...
gli uomini sessuali, gli uomini sessuali.

Famiglie di operai
nel gelo di Shangai
inseguono gli Indù
gridando Allah come Gesù,
quand'ecco che sessuale
giunge un uomo, afferma: "Tu
non devi più inseguirli
o il domani diventa mai!"

Welcome to the hotel California...

Sembrano legittime
le perplessità,
ma la verità

...such a lovely place

è che ultimamente
ci sono più ricchioni
che puttane!


Grazie a Duccio per i cenni storici, a Mavros Kavalaris per le puntualizzazioni lessicali e a zio Linus per averla trasmessa a Cordialmente! :)