MENU:

Marok.org > Farinei dla brigna | Elio e le Storie Tese | Cumpa | Inutility | Links | Faq | Ghestbuk

Elio > Biografia | Recensioni | Midi | Video ed mp3 | Disegni | Foto | Links | Discografia | Dizionario | Ghiotti scambi

LOADING...
  Sei in: Marok.org > Elio > Discografia > Inediti > Casu Martzu


CASU MARTZU

Versione sarda di "fossi figo"
(non ho registrazioni audio, fatevene una ragione!)


Casu martzu,
mi seo imbitzau, mi praghed'a machine,
Casu martzu,
est un'ite papae po gente fine,
Casu martzu,
cando da provas cussa litania
Di pigas uca che una maja
E ch'imbudias sa troia.

Casu martzu,
sos gremigheddos sunti brinchetando
Casu martzu,
su inu est druche calando calando
Casu martzu,
est bell'e pronta una bella coghera
Cando t'acatas ca ses fatu a lera
S'ispuntinu ch'est finiu.

Mancu prantau podes abbarrae
Ses partiu, mengius chi andes a ti che crocae
Ite brulla, sa picantesa ch'indrucat su inu
Ti faet intrae seguru a magasinu
Ses un'omine frigau.
Sos gremes, son gremes
Brinca brinca gai
Non dos immentigas mai
Sunti biancos, due nd'at nieddos
Ma it'ispantu cussos sartios
Est comente chisianta molligheddas
Piga e cala a birumbau.

Casu martzu,
si ti nde tzatzas no est unu machine
Chei su fogu,
de s'istintina t'orrubiat sa fine
E ti olet, e cambi frachinu est a caminae
Sas nadigas a pare a das frigae
No ti cumbenit nono, mengius nono

Picante, allutu
Bellu a du papae
Ma si ti nde tzatzas guai
Sos gremes, son gremes
Sti bellos a dos gremes
Sunti bellos a dos dier
Ma ti faent ischertzu malu
Tando mengius a no d'apretae.



Traduzione:
Formaggio coi vermi

Formaggio coi vermi,
mi sono abituato, mi piace da pazzi,
Formaggio coi vermi,
è una pietanza per gente fine
Formaggio coi vermi,
quando assaggerai quella leccornia
Ci prendi gusto come una magia
E svuoti il recipiente

Formaggio coi vermi,
i vermicelli stanno saltellando
Formaggio coi vermi,
il vino scende giù dolcemente
Formaggio coi vermi,
tra poco arriva la sbornia
Quando ti accorgi di essere ubriaco
Lo spuntino finito
Non puoi restare in piedi
Meglio che vada a dormire

Che scherzo,
il piccante che addolcisce il vino
Ti fa bere molto
Sei un uomo fregato
I vermi, i vermi
Che saltano così
Non li dimentichi mai
Son bianchi, ve ne sono neri
Ma che meraviglia quei salti
Sembra che abbiano delle piccole molle
Salgono e scendono come un'altalena
Formaggio coi vermi,
se esageri non è una bugia
Come il fuoco ti arrossa
la parte terminale dell'intestino
E ti fa male e cammini con le gambe arcuate
Sfregare le natiche
Non conviene, meglio di no
Piccante, acceso
Buono nel mangiarlo
Ma se si esagera guai
I vermi, i vermi
Belli da vedere
Ma fanno brutti scherzi
Allora meglio andarci piano



Trascrizione e traduzione by Afefinafufia