MENU:

Marok.org > Farinei dla brigna | Elio e le Storie Tese | Cumpa | Inutility | Links | Faq | Ghestbuk

Elio > Biografia | Recensioni | Midi | Video ed mp3 | Disegni | Foto | Links | Discografia | Dizionario | Ghiotti scambi

LOADING...
  Sei in: Marok.org > Elio > Collaborazioni > 0337


Rete 105 presenta:

0337 SCHERZI TELEFONICI
L'ultimo esame dell'ingegner Belisari

(MC 1995)

0337 scherzi telefonici - clicca per ingrandire


Elio è l'involontario protagonista di uno scherzo telefonico ad opera di Ciccio Valenti, dj di Radio 105.

Con la complicità di due compagni d'arte e liceo (Andrea Ussia e Mangoni), Ciccio Valenti viene a sapere che Elio è iscritto al Poli (nota per chi ci dovesse leggere da Marte: "Poli" vuol dire politecnico, ingegneria, università), però non dà esami dal 1991 (!).

Anche se le tasse vengono pagate regolarmente, il regolamento prevede l'annullamento di TUTTI gli esami dopo un tot di anni senza risultati sul libretto... quanti anni? Chissà! E se un esame non fosse stato verbalizzato? Ahia! Così, un bel mattino il "segretario del Poli" (Ciccio Valenti) chiama Elio per avvisarlo che deve rifare TUTTI gli esami. DA CAPO.

Dopo un po' interviene il "responsabile dell'ufficio matricola del politecnico", cioè Ussìa, che NON viene riconosciuto... e lo scherzo sembra andare a gonfie vele. Poi però prende la parola il mitico "assistente", cioè MANGONI... e non riconoscerlo sarebbe stato veramente IMPOSSIBILE!

Elio comunque la prende molto bene: "Maledetto! Non ti farò fare più niente!". Frase pronunciata nel '95, appena prima del "Festival di SanRemo" e di "Eat The Phikis". E Mangoni? SoOoOoOoOoOoOoOoOoOoOka!!!

Morale? Ricordatevi di non fare mai incazzare Elio: è un uomo di parola!

Ecco la trascrizione by MaRoK:
"E il terzo protagonista di 0337 è Elio,
vale a dire Stefano Belisari,
il cantante di Elio e le Storie Tese.
Il quale è iscritto all'università di Milano,
la facoltà di ingegneria,
mancano pochi esami, quindi sarebbe
vicino alla laurea, se non fosse che...
si è perso il verbale dell'ultimo esame
che ha fatto... oh... peccato!
Vai col numero!"


E: "Pronto?"
T: "È il signor belisari?"
E: "Sì, dica!"
T: "Buongiorno, segreteria del
Politecnico che parla!"
E: "Sì!"
T: "Risulta che dal 4 aprile dell'89...
non ha più dato esami!"
E: "No no, a... attenzione! Io ne ho dato
uno meno di due anni fa e esattamente
con il pro... professor Bertolaccini,
però guardi, le dico anche la data..."
T: "Perché io l'ultimo ho calcolato..."
E: "... nella quale è... è registrato
perché io ce l'ho qui su... sul libretto!
Nonono! Il 22/3 del 91!"
T: "22/3 del 91?"
E: "Sì sì!
T: "Questo... a parte che cambierebbe
parecchio perché lei sa che adesso,
con i tre anni..."
E: "Ah! Tre anni adesso?"
T: "Eh sì... adesso c'è la sostituzione,
nuovo decreto Fontana, son tre anni,
e quindi infatti noi stiamo facendo...
abbiamo già mandato una raccomandata
in... lei sta sempre in via Val Di Sole, no?"
E: "No no no..."
T: "Ah..."
E: "Però guardi, le vostre lettere mi
arrivano qui invece al nuovo indirizzo
che è Buccinasco...
T: "Eh, lo so però guardi, mi spiace,
perché proprio non risulta nel...
perché lei aveva firmato il verbale no?
E: "Ah bé, sì certo!"
T: "Sicuro? Perché solitamente, succede
spesso che non... perché noi non risulta
essere verbalizzato! Cioè lei è sicuro...
lei nel libretto ha la firma del professore?"
E: "Eh bé sì eh!"
T: "Anno di iscrizione 80-81?"
E: "Sì sì!"
T: "Insomma è un po'... poi va bé, uno per
carità, queste sono cose assolutamente
sue... eh... calcolatori elettronici,
4 aprile dell'89! No, mi spiace,
non risulta essere regolarizzato!
Quindi i casi sono due: soltanto che il
prof... lei con chi è che l'ha fatto?
Col professore?
E: "Sì sì, Bertolaccini!"
T: "Perdipiù non è più...
non è più a Milano...
è all'università di Bari!"
E: "Ma... chi?"
T: "Bertolaccini. Per cui, niente, i casi
sono due: o cerca di recuperarlo...
no, lei mi sa tanto che mi deve
rifare l'esame!"
E: "A... a... a m... c... cioè quello che mi i...
interessa è che non mi... che non mi
annullate tutti gli altri esami, insomma!"
T: "Eh... questo non lo so..."
E: "Io sono andato un... un mese fa
all'istituto di fisica, perché io devo dare
l'ultimo esame con il pro... professor
Bertolaccini..."
T: "Lei lavora come dipendente immagino?"
E: "Sì sì, io sono assunto in una ditta,
ma comunque lei chi è scusi?"
T: "Se noi abbiamo i dati della ditta,
possiamo fare una certificazione
che è uno studente lavoratore regolare,
e potere andare su una proroga"
E: "Senta, io questa cosa gliel'ho data
all'atto del... dell'iscrizione!"
T: "Lei fa altra attività, no?"
E: "Sì, sì, io ho doppia a... a... attività"
T: "Pure! Cos'è che fa, chiedo scusa?"
E: "Mah... io canto, insomma..."
T: "Ma va? È un cantante?"
E: "Sì sì, cough... solo che io
ora sono senza voce... cough..."
T: "E quindi non canta..."
E: "E no, e non... non parlo più
insomma..."
B: "Pronto?"
E: "Sì chi è?"
B: "Sono Bussolin, buondì! Eh... io non è
che voglio dire che lei sul libretto
universitario, come è già successo
ha messo un esame, l'ha messo lei,
perché non mi sembra il caso...
anche perché lei ormai ha una certa età,
non è un ragazzino! Però, lei sa,
è iscritto da più di dieci anni,
lei sta facendo la tesi?"
E: "Sì, sì, dunque, io l'ho fatta
presso la ditta nella quale sono assunto..."
B: "Uhm?"
E: "Quindi con il professor Le... Lemoli!"
B: "Professor Lemoli. Eccolo qua! Quindi
se lei si fa dare la dichiarazione di
avanzata lavorazione della tesi dal
professore..."
E: "Senta, ma lei dunque chi è?"
B: "Bussolini"
E: "Allora... ho detto prima..."
B: "Io sono il responsabile dell'ufficio
matricola del politecnico..."
E: "Sì, non ho chiaro come mai mi te...
telefonate e non mi chiamate lì
insomma... Ma come mai allora sul... oh
signùr, sul libretto dell'universi...
cioè sul manuale dell'università
per iscriversi c'era scritto che il limite
massimo di anni senza dare esami è otto
e all'improvviso adesso esce che sono tre che..."
B: "No, non è all'improvviso:
lei sa che c'è stata la nuova legge
di riforma universitaria!"
E: "E quando questo?"
B: "L'anno scorso!"
E: "Va be', ma co... come mai..."
B: "Alla fine dello scorso anno..."
E: "... questa legge non viene scritta sul
manuale di iscrizione di quest'anno..."
B: "Scusi un secondo, noi stiamo
provvedendo a questa burocrazia
per via telefonica, che ci costa anche
e sto anche perdendo tempo!"
T: "In effetti professor Bussolin,
mi scusi, tronchi, e parli direttamente
con l'assistente, cosa ci interessa
a noi di questo qui?"
B: "Va bé comunque... un attimo allora!"

(ndM: ora interviene Mangoni,
nei panni dell'assistente)


M: "Pronto, buongiorno!"
E: "Ma vaffanculo!"
T&B: "AH!AH!AH! E buongiorno!!!
Ciao Elio!!!"
E: "Ussia testa di cazzo!"
T: "Ahahah! Sssst! Poi? E poi?"
E: "Pezzi di merda..."
M: "Ma scusa, come cazzo hai fatto
a non riconoscerlo Andrea?"
E: "Ma Ussia infatti, ci aveva l'aria
di essere Ussia, ma metti che non era
Ussia, io lo mandavo affanculo..."
T: "Salve, buona giornata!
Allora innanzitutto da 105
perché sei su 0337, il nuovo
programma di scherzi telefonici!"
M: "Allora? Dormito bene?"
E: "Ma vai affanculo..."
M: "No... allora... scus... primo..."
E: "Dormito bene... ti ho creato
con le mie mani
e mi hai massacrato
questa mattinata???!!!"
M: "Cazzo guarda che..."
E: "Maledetto! Che ieri ho fatto delle
prove che mi hanno tolto l'anima,
adesso mi devo alzare
con questa cosa qui..."
M: "Ma scusa, no ma eri già sveglio..."
E: "Ma non ti faccio fare più niente!!!"
Per la cronaca: Elio si è poi laureato nel 2002.
Tuttavia, nessuna fava ha avuto il coraggio di andare a vedere la discussione, per paura di venire abbattuti col mitra.